Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta definitiva
Da marco61 Ieri alle 23:07

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 19:54

» Il servizio bistrattato
Da ace59 Ieri alle 10:02

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ieri alle 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Impresa impossibile
Da Riki66 Mar 30 Giu 2020, 13:46

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

» Opinioni
Da correnelvento Ven 19 Giu 2020, 14:46

» FEDERER MI COPIA!
Da Tempesta Gio 18 Giu 2020, 23:13

» Babolat Pure Aero 2019
Da Attila17 Gio 18 Giu 2020, 14:06

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Gio 18 Giu 2020, 06:12

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Il tennis che non mi piace più…

Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da letyoursoul il Mar 20 Mag 2014, 17:06

“Che schifo che faccio” penso.
“Non mi esce un dritto in avanzamento che sia uno”.

“Fai cagare!!!!!” questa volta lo urlo, squarciando il silenzio del tranquillo circolo di casa.
E il mio compagno, dall’altra parte, mi guarda accigliato…per fortuna è un amico.
“Il tennis mi fa schifo, io faccio schifo al tennis”.

Oramai è un pensiero ricorrente. Ogni volta che colpisco una pallina, ogni volta che scendo in campo, ogni volta che ripeto per l’ennesima volta i soliti errori, ogni volta che mi rattrappisco, mi contraggo…che razza di sport è mai questo. Lo odio, lo odio con tutto me stesso.
Mi saltano i nervi per un nonnulla, impreco, mi arrabbio, mi piango addosso, non un sentimento positivo, non un alito di serenità, nulla, solo schifo.
Che succede?
Oramai è uno stato irreversibile.
Eppure, a volte, una scintilla cerca di rialimentare i tizzoni spenti della mia passione e mi ritrovo a fantasticare di volée, stop volley, dritti fluidi, servizi vincenti, rovesci lungolinea.
Poi mi ridesto perché subito mi rendo conto che mi sto immaginando il tennis degli altri: quello dei forti.
In quarta non c’è nulla di tutto questo. In quarta non esiste questo modo di fare tennis, non è possibile, almeno per la quarta bassa di cui faccio parte io.
In quarta c’è sudore, sporcizia, bieco sacrificio, corsa, pallettoni… si gioca a velocità ridotta, tale per cui talvolta non si supera il 50% del proprio potenziale, ma a ragion veduta: solo chi si illude di essere un giocatore tecnico spinge e immancabilmente perde.
E’ la religione che pontifica l’altare dell’errore altrui.
E’ l’elogio della grande bruttezza.
Chi prova a costruire deve essere forte il doppio rispetto all’avversario per averne ragione. Se no è meglio arginare qualsiasi velleità e limitarsi a remare con i propri mezzi sperando che percentualmente questi ultimi siano superiori a quelli dell’avversario.

“E così anche in terza” mi disse una volta un amico.
Non stento a crederlo, ma lì, secondo me, c’è più consapevolezza, c’è una scelta più ragionata nell’essere tennista.
In quarta, no, c’è proprio di tutto…

Mi sono perso in questi mesi.
Ho giocato pochino e su superfici sempre diverse (terra, cemento, play-it, erba sintetica, tappeto).
L’ideale per perdere il filo. E infatti l’ho perso, ma a pensarci bene, non è che io lo abbia mai trovato realmente quel filo.
Giocare su superfici diverse però mi ha permesso di capire un concetto sostanziale: “il timing”.
Adesso so per certo che il timing è una dote soprannaturale che appartiene agli alieni camuffati da tennisti sempre pronti a dimostrare la loro superiorità.
E così non capisco più nulla: del tennis, intendo, ma anche del perchè sia tanto ottuso questo mio corpo da interiorizzare troppo bene e troppo in fretta gli errori così da non poterne più fare a meno.

Eppure lo so dove sbaglio: ho fatto video, ho preso lezioni, ho guardato i ragazzini, ho giocato con quelli forti e con quelli più scarsi, anche con i pari categoria.
So dove, so come e so perchè.
Ma non so come insegnarmelo...

Let
letyoursoul
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 51
Località : Nord Ovest

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da superpipp(a) il Mar 20 Mag 2014, 18:46

Forza Let, ti capisco, anch'io ho avuto un periodo del genere ma pian pianino ne sto venendo fuori ......DAI CHE CE LA FACCIAMO  Wink
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da giannigas il Mar 20 Mag 2014, 19:04

Quando prenderai coscienza che noi giochiamo a tennis solo per il gusto di farlo, allora migliorerai sensibilmente il tuo approccio con questo sport, non perchè ti usciranno solo esecuzioni impeccabili, ma perche saprai gratificarti da un colpo perfetto mentre sorvolerai, senza nemmeno accorgertene, di una steccata o un qualsiasi altro errore.
giannigas
giannigas

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 31.03.14
Età : 51

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da squalo714 il Mar 20 Mag 2014, 19:29

Ti posso capire benissimo.  Quando provi quella brutta senzazione che nulla diventa come vorresti ( eppure ne eri capace) la cosa si fa deprimente.
Tranquillo, se ne esce..ci vuole solo pazienza.
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da marco61 il Mar 20 Mag 2014, 19:46

Da adesso gioca sempre e solo sulla stessa superficie.
Cambiare spesso, per questo sport, è deleterio.
Scegli una superficie, quella che ti aggrada di più, e gioca sempre su quella. In poco tempo troverai la continuità di cui hai bisogno e con quella arriveranno anche i miglioramenti.
A fine giugno voglio vederti in gran spolvero.  Wink 

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da MSport il Mar 20 Mag 2014, 20:42

Let

Siccome ho avuto il piacere di conoscerti, permettimi di fare il bastian contrario.
Se davvero ti fai così schifo e sei in un mood negativo come descrivi.....
Molla la racchetta e disintossicati ......

Se il tennis davvero è importante per te, non avrai problemi a riprendere
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da letyoursoul il Mer 21 Mag 2014, 08:54

Grazie per la solidarietà.
Capisco tutti i punti di vista.
In particolare confermo:
1) a Marco che farò di tutto per esserci a giugno e rimanderò il mio ritiro definitivo ad una data successiva;
2) a Msport che ha colpito nel segno.

In fondo so che il mio problema è legato soprattutto alla non continuità, cosa che purtroppo mi porto dietro da sempre.
Faccio troppe cose in troppo poco tempo.
Scusatemi per lo sfogo, ma oltre ad essere un polivalente inconcludente compulsivo, sono anche uno che non si riesce mai a rilassare completamente e ad accettarsi.
Migliorerò nell'approccio al tennis.
Però troppo spesso mi manda fuori di brocca.
Praticando altri sport, più o meno bene, non trovo però situazioni altrettanto frustranti.
Forse l'arrampicata sportiva riesce a volte a minarni nella psiche come il tennis, ma lì i fattori ansiogeni sono dovuti ad altro (paura di cadere, principalmente) che sono insiti nella natura umana e quindi più accettabili.
Nel tennis io proprio non capisco da dove mi derivi la paura di colpire la pallina...e la rigidità che ne consegue.
E' vero che c'è una differenza notevole: nell'arrampicata gli elementi endogeni, cioè esterni, sono più controllabili e certi. La via di arrampicata che provi è sempre quella, le difficoltà sono accertate da un grado, lo stile determinato dalla conformazione della roccia (placca, verticale o strapiombante). Solo le condizioni meteo (umidità e temperatura, in primis) possono davvero influenzare la buona riuscita del tentativo.
Nel tennis tutto è invece classificabile come se fossimo in presenza di tante variabili che differiscono nello spazio e nel tempo. La superficie, le palline, il vento, il sole, l'avversario, lo swing, ecc... E queste variabili si intersecano e si plasmano con le altre variabili personali della propria psicologia (e che per me risultano quantomeno oscure).
Lo so che il tennis mi piace e che non lo mollerò.

Però proprio non mi riesce di fare la pippa scatenata e di esserne contento.

Let
letyoursoul
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 51
Località : Nord Ovest

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da Incompetennis il Mer 21 Mag 2014, 09:20

letyoursoul ha scritto:Grazie per la solidarietà.
Capisco tutti i punti di vista.
In particolare confermo:
1) a Marco che farò di tutto per esserci a giugno e rimanderò il mio ritiro definitivo ad una data successiva;
2) a Msport che ha colpito nel segno.

In fondo so che il mio problema è legato soprattutto alla non continuità, cosa che purtroppo mi porto dietro da sempre.
Faccio troppe cose in troppo poco tempo.
Scusatemi per lo sfogo, ma oltre ad essere un polivalente inconcludente compulsivo, sono anche uno che non si riesce mai a rilassare completamente e ad accettarsi.
Migliorerò nell'approccio al tennis.
Però troppo spesso mi manda fuori di brocca.
Praticando altri sport, più o meno bene, non trovo però situazioni altrettanto frustranti.
Forse l'arrampicata sportiva riesce a volte a minarni nella psiche come il tennis, ma lì i fattori ansiogeni sono dovuti ad altro (paura di cadere, principalmente) che sono insiti nella natura umana e quindi più accettabili.
Nel tennis io proprio non capisco da dove mi derivi la paura di colpire la pallina...e la rigidità che ne consegue.
E' vero che c'è una differenza notevole: nell'arrampicata gli elementi endogeni, cioè esterni, sono più controllabili e certi. La via di arrampicata che provi è sempre quella, le difficoltà sono accertate da un grado, lo stile determinato dalla conformazione della roccia (placca, verticale o strapiombante). Solo le condizioni meteo (umidità e temperatura, in primis) possono davvero influenzare la buona riuscita del tentativo.
Nel tennis tutto è invece classificabile come se fossimo in presenza di tante variabili che differiscono nello spazio e nel tempo. La superficie, le palline, il vento, il sole, l'avversario, lo swing, ecc... E queste variabili si intersecano e si plasmano con le altre variabili personali della propria psicologia (e che per me risultano quantomeno oscure).
Lo so che il tennis mi piace e che non lo mollerò.

Però proprio non mi riesce di fare la pippa scatenata e di esserne contento.

Let

E io che pensavo che bastazze andare in campo e buttare la pallina di là !!!! Bravo, sei contento, ora hai rovinato anche me .... Il tennis che non mi piace più… 786556 
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da miguel il Mer 21 Mag 2014, 10:01

Let, sono momenti che chiunque abbia giocato a tennis (a prescindere dal livello) prima o poi si trova a vivere.
Carlo msport ha ragione prenditi una pausa (a volte basta anche solo una settimana) e vedrai che la voglia ti torna, magari le prime volte non fare partita trovati solo uno con cui palleggiare e ritrovare confidenza ed al massimo alla fine dell'allenamento ti giochi qualche punto.
Cambiare superficie se devo pensare alla mia esperienza devo dire che fa bene al tennis soprattutto se si gioca sempre e solo sulla terra battuta. Impari ad essere più aggressivo, più concentrato perché comunque sul veloce le occasioni a disposizione sono meno che sulla terra, ti insegna ad aprire prima e giocare il colpo correttamente. se fai caso solo sulla terra puoi vincere (parlo di terza/quarta categoria) giocando tutto storto. Sul veloce i limiti tecnici vengono inesorabilmente a galla. Certo dovresti un po' programmare le tue uscite sulle differenti superfici perché giocare random su 4 campi diversi effettivamente porta a perdere la bussola soprattutto se, come forse é il tuo caso, non si ha ancora una identità precisa come giocatore.
alla fine l'importante é divertirsi, diminuisci le tue aspettative per il momento (alla fine é per tutti un gioco) e vedrai che la voglia tornerà di sicuro
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da Maurizio il Mer 21 Mag 2014, 10:04

Ultimamente succede un po' anche a me.
Oltretutto mi rendo conto che il fisico non più giovane non risponde più come vorrei (mi sorprendo ogni tanto a rendermi conto di quanto cavolo sto diventando lento negli scatti brevi  Old ). Ma a una riflessione post partita attenta e ragionevole, mi convinco senza difficoltà che in fondo gioco perché mi piace rincorrere la palla per buttarla di là. E oltretutto mi fa avere ancora a 53 anni un fisico invidiabile!  Cool 
Noi non siamo mica giocatori di tennis!
Non devo e non posso avere nessuna pretesa. Sono un dilettante. E come diceva Italo Svevo, nell'essere dilettanti, inetti, essere un "abbozzo"  c'è il vantaggio di essere aperti a molteplici possibilità, senza essere costretti nel mondo chiuso di chi le cose le fa sul serio. Arrampichi in montagna? Cosa c'è di più bello? Un top ten non se lo può permettere!   Il tennis che non mi piace più… 262341  Io ora la domenica lascio perdere completamente il tennis e vado a scarpinare in montagna.
Mi sento di consigliarti il suggerimento di Msport, molla per un po' e ti tornerà la voglia. E' solo quello, non c'è altro.   Wink
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da Chiros il Mer 21 Mag 2014, 10:22

Da quello che posso capire, non ti piace più perchè non riesci a migliorare tecnicamente. Secondariamente ti passa la voglia.

Ognuno ha i propri obiettivi da raggiungere e certamente non sarò io a modificarteli.

Credo però che certi momenti siano capitati a tutti. Il tempo passato a giocare non potrà che farti migliorare.

Sopratutto, quello che a me fa andare avanti è prendere il tennis come un divertimento. Se deve diventare un lavoro, smetto. Trovo un modo per divertirmi anche nelle partite estenuanti di quarta tra pallettari.
Quindi il mio consiglio è: trovalo anche tu!
Chiros
Chiros

Messaggi : 4742
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da righeEnastro il Mer 21 Mag 2014, 11:45

Tranquillo Let  Il tennis che non mi piace più… 786556, sul pianeta terra sei in buona compagnia  Wink.

A mio parere, la frustrazione non ti fa giocare decontratto.

Mi accodo a chi ti suggerisce breve pausa e nel ripartire scegliti una sola superficie per ritrovare tecnicamente te stesso prestando attenzione alla scioltezza e fluidità dei movimenti.
righeEnastro
righeEnastro

Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 16.09.13
Età : 56
Località : Varese

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da Dr. Cox il Mer 21 Mag 2014, 12:16

Credo di poterti capire, anch'io faccio molte attività diverse perchè fondamentalmente mi divertono, ma sono anche un agonista compulsivo e se non mi miglioro ogni volta che gioco non sono soddisfatto, dimenticando che, da dilettanti e facendo dieci cose insieme, il tempo da dedicare a ciascuna è pochissimo.
Come ti hanno già detto gli altri anche secondo me la chiave sta nel ritrovare il motivo per il quale si fanno queste attività, cioè divertirsi (il che non vuol dire tirare due pallate sui teloni tra amici tanto per fare, vuol dire anche mettersi alla prova e talvolta anche rimanere frustrati, ma sempre con lo spirito giusto e consci che fa parte del gioco).
Se ti è mai capitato un infortunio, puoi facilmente ricordare (o immaginare se, come ti auguro, non ti fosse invece mai capitato) come la frustrazione di un appassionato che non può praticare gli sport che ama sia molto maggiore e faccia dimenticare rapidamente tutti i momenti negativi. Questa secondo me è la riprova che giochiamo a tennis perchè ci diverte e ci fa stare bene, ed è già un privilegio avere il tempo e la possibilità di dedicarvisi.
Dr. Cox
Dr. Cox

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 29.09.12
Età : 32

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da superpipp(a) il Mer 21 Mag 2014, 12:25

Dr. Cox ha scritto:Credo di poterti capire, anch'io faccio molte attività diverse perchè fondamentalmente mi divertono, ma sono anche un agonista compulsivo e se non mi miglioro ogni volta che gioco non sono soddisfatto, dimenticando che, da dilettanti e facendo dieci cose insieme, il tempo da dedicare a ciascuna è pochissimo.
Come ti hanno già detto gli altri anche secondo me la chiave sta nel ritrovare il motivo per il quale si fanno queste attività, cioè divertirsi (il che non vuol dire tirare due pallate sui teloni tra amici tanto per fare, vuol dire anche mettersi alla prova e talvolta anche rimanere frustrati, ma sempre con lo spirito giusto e consci che fa parte del gioco).
Se ti è mai capitato un infortunio, puoi facilmente ricordare (o immaginare se, come ti auguro, non ti fosse invece mai capitato) come la frustrazione di un appassionato che non può praticare gli sport che ama sia molto maggiore e faccia dimenticare rapidamente tutti i momenti negativi. Questa secondo me è la riprova che giochiamo a tennis perchè ci diverte e ci fa stare bene, ed è già un privilegio avere il tempo e la possibilità di dedicarvisi.
Son d'accordissimo sul fatto degli infortuni; io ci sono passato con un fermo di circa 4 mesi e la frustrazione era veramente ai massimi livelli specialmente quando vedevo giocare gli altri amici.
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da letyoursoul il Mer 21 Mag 2014, 13:04

Superpipp(a) ha scritto:
Dr. Cox ha scritto:Credo di poterti capire, anch'io faccio molte attività diverse perchè fondamentalmente mi divertono, ma sono anche un agonista compulsivo e se non mi miglioro ogni volta che gioco non sono soddisfatto, dimenticando che, da dilettanti e facendo dieci cose insieme, il tempo da dedicare a ciascuna è pochissimo.
Come ti hanno già detto gli altri anche secondo me la chiave sta nel ritrovare il motivo per il quale si fanno queste attività, cioè divertirsi (il che non vuol dire tirare due pallate sui teloni tra amici tanto per fare, vuol dire anche mettersi alla prova e talvolta anche rimanere frustrati, ma sempre con lo spirito giusto e consci che fa parte del gioco).
Se ti è mai capitato un infortunio, puoi facilmente ricordare (o immaginare se, come ti auguro, non ti fosse invece mai capitato) come la frustrazione di un appassionato che non può praticare gli sport che ama sia molto maggiore e faccia dimenticare rapidamente tutti i momenti negativi. Questa secondo me è la riprova che giochiamo a tennis perchè ci diverte e ci fa stare bene, ed è già un privilegio avere il tempo e la possibilità di dedicarvisi.
Son d'accordissimo sul fatto degli infortuni; io ci sono passato con un fermo di circa 4 mesi e la frustrazione era veramente ai massimi livelli specialmente quando vedevo giocare gli altri amici.

Già, avete ragione perfettamente...
Tanti infortuni e tanta frustrazione avrebbero dovuto insegnarmi a non lagnarmi troppo  Il tennis che non mi piace più… 961853 
Grazie

Let
letyoursoul
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 51
Località : Nord Ovest

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da letyoursoul il Mer 21 Mag 2014, 13:11

@ Maurizio, Chiros, Miguel

Fermarsi avrebbe un suo senso, certo.
Però sto giocando la D3 con i miei compagni e lo stare assieme mitiga un pò le brutte sensazioni che ho ogni volta che scendo in campo. Non li mollo fino alla fine, non mi pare corretto e poi sono amici che capiscono il mio stato d'animo. La cosa che mi fa più rabbia è non riuscire concretamente a dare di più per lo meno in nome della squadra. Fin'ora bilancio magro, magro: 1 singolo perso, 1 singolo vinto e 2 doppi persi...
Magari finita la D3 me ne sto buono buono a palleggiare ogni tanto fino al raduno di TT!!!!!
letyoursoul
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 51
Località : Nord Ovest

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da miguel il Mer 21 Mag 2014, 13:18

giocare o meno dipende da te, se io fossi nel tuo stato d'animo proprio e soprattutto in una competizione a squadre non giocherei lasciando il posto a qualcuno magari meno bravo ma al momento più motivato. questo non vuol dire che tu debba abbandonare la squadra, in queste gare il supporto tecnico/morale é sempre ben accetto. anche se devo dire che si soffre più a guardare che a giocare
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da letyoursoul il Mer 21 Mag 2014, 13:26

miguel ha scritto:giocare o meno dipende da te, se io fossi nel tuo stato d'animo proprio e soprattutto in una competizione a squadre non giocherei lasciando il posto a qualcuno magari meno bravo ma al momento più motivato. questo non vuol dire che tu debba abbandonare la squadra, in queste gare il supporto tecnico/morale é sempre ben accetto. anche se devo dire che si soffre più a guardare che a giocare

Tutto giusto, ma siamo davvero contati...
Già ho fatto presente la questione, ma a causa di problemi interni del nostro circolo (che è chiuso da dicembre e dovrebbe riaprire questa settimana) è praticamente impossibile trovare dei sostituti.

E poi conoscendo i miei amici credo che si sentirebbero offesi da una mia rinuncia.
Loro in D3 (come me del resto) giocano per il piacere di stare assieme, di fare gruppo e trasferta.
E' una situazione difficile. Sono certo che mi preferiscono matto, incostante e inconcludente piuttosto che non partecipante.
E ti assicuro che per il supporto morale/tecnico ai compagni io ce la metto sempre tutta.
A loro dire sono un "coach" fenomenale e mi vogliono sempre in panchina.
Peccato che i consigli che dispendio non siano minimamente ascoltati  Il tennis che non mi piace più… 768460 
letyoursoul
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 51
Località : Nord Ovest

Torna in alto Andare in basso

Il tennis che non mi piace più… Empty Re: Il tennis che non mi piace più…

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum