Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 8 utenti online: 2 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

flyhome, superpipp(a)

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» Lorenzo Musetti
Da Tempesta Oggi alle 19:32

» Master 1000 a Roma
Da max1970 Oggi alle 18:52

» Camila Giorgi
Da nw-t Oggi alle 14:57

» Cosa ne pensate?
Da Matteo1970 Oggi alle 10:54

» Un buon torneo
Da Giovanni62 Ieri alle 10:32

» Bill Tilden
Da max1970 Mar 11 Mag 2021, 22:01

» 28 aces in due set, considerazioni
Da Incompetennis Mar 11 Mag 2021, 20:14

» Gambali, polpacciere
Da gabr179 Mar 11 Mag 2021, 15:01

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Lun 10 Mag 2021, 20:24

» Slinger Bag - trolley lanciapalle
Da gabr179 Lun 10 Mag 2021, 18:35

» Berrettini
Da veterano Lun 10 Mag 2021, 16:25

» Pince Phantom 107G
Da Incompetennis Sab 08 Mag 2021, 14:33


Tre consigli semplici per l'epicondilite

Andare in basso

Tre consigli semplici per l'epicondilite Empty Tre consigli semplici per l'epicondilite

Messaggio Da m4biz Sab 06 Set 2014, 11:35

Salve a tutti.
Gioco a tennis (poco) ma da quando avevo 16 anni (oggi ne ho 50).
Mai avuto particolari problemi ma da circa un mese - giocando - sento un dolore piuttosto acuto appena sotto al gomito (lato esterno) che pero' non si propaga al polso. A riposo non sento niente e posso stringere ogigetti senza problemi. Il dolore e' intenso quando colpisco di rovescio (o almeno ci provo) o se tento di servire o fare uno smash. Credo che sia una epicondilite al primo stadio. La racchetta che uso e' una Dunlop Max 200 G comprata 20 anni fa. le corde non so neppure cosa siano. Del resto gico in modo sporadico anche se ho deciso addirittura di prendere lezioni alla veneranda eta' di anni 50 e quindi vorrei intensificare l'attivita' ma solo per il piacere di giocare (non ho nessuna velleita' agonistica-non mi passa neanche per la testa). Ho letto molti post sul forum sull'argomento. Vi chedo, tuttavia, di rispondere in modo semplice alle seguenti 3 domande:
1) quale cura (solo riposo fino a che scompare tutto)?
2) quale racchetta (credo che la mia dunlop sia piu' che obsoleta)?
3) quali corde e come devo tirarle.
Fate finta che state parlando con un neofita e quindi risposte senza tanti tecnicismi ed l piu' possibile chiare e comprensibili.
Grazie anticipate a tutti quelli che vorranno aiutarmi.

m4biz

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.09.12

Torna in alto Andare in basso

Tre consigli semplici per l'epicondilite Empty Re: Tre consigli semplici per l'epicondilite

Messaggio Da MSport Sab 06 Set 2014, 12:00

Ciao

ci provo

1) la cura è il riposo con l'uso (dietro visita medica sia per la tipologia, dosaggio e frequenza di assunzione) di anti infiammatori per poi con cautela riprendere a giocare con l'accortezza di un opportuno riscaldamento e stretching (cosa spesso sottovalutata)
2) la racchetta e certamente vintage e probabilmente una racchetta moderna ti agevola perchè più leggera e con piatto corde più ampio
3) corde multifilamento tirate a non più di 24 kg ma partirei anche a meno diciamo 22kg.

importante sapere se i dolori sono intensificati a seguito di maggiore intensita di gioco oppure indipendentemente da questo

inoltre, altrettanto importante, a mio avviso, considerare che queste tipologia di dolori, tranne casi estremi (racchette e corde fortemente inadatte o in cattive condizioni), non dovrebbero provocare certi problemi
certi problemi, sono causati da cattive impostazioni ed esecuzioni dei colpi, in quanto il braccio è chiamato a fare un super lavoro, con movimenti poco fludi, che alla lunga diventa traumatico
Qui devi chiedere al tuo maestro di supportarti in tal senso


Meglio un giorno da Vanni che 100 da Fognini.
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 50
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Tre consigli semplici per l'epicondilite Empty Re: Tre consigli semplici per l'epicondilite

Messaggio Da Ospite Sab 06 Set 2014, 13:17

se è il lato esterno potrebbe influire anche una tecnica non perfetta sul rovescio, abbinata al notevole peso della tua racchetta e a corde vecchie.
quando riprenderai sarà poi molto importante lo stretching post partita cosa troppo sottovalutata, ma se il muscolo rimane contratto prima o poi le inserzioni tendinee si infiammano e le articolazioni soffrono
per diminuire l' infiammazione oltre ai farmaci puoi influire con ghiaccio, impacchi di argilla, automassaggio dei punti dolenti nonchè con un' alimentazione alcalinizzante ed a basso carico glicemico per tener bassa l' insulina
pure lo stress alzando il cortisolo certo non favorisce la guarigione
come racchetta la vecchia prince exo3 tour incordata in multifilo è stata quella che mi ha permesso di giocare in condizioni proibitive con qualunque altra racchetta, poi gradatamente si puo arrivare al mono

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Tre consigli semplici per l'epicondilite Empty Re: Tre consigli semplici per l'epicondilite

Messaggio Da marco61 Sab 06 Set 2014, 16:57

Cambia le corde se proprio non puoi cambiare anche la racchetta, montaci qualunque cosa che non sia kevlar e tirala a non più di 15 kg*.
Non stare fermo a meno che il dolore non sia troppo forte, continua a giocare ma applica ghiaccio dopo aver giocato.
Gli antiinfiammatori possono aiutarti a gestire il dolore ma non ne curano la causa, agiscono semplicemente sul sistema nervoso. Attento quindi se decidi di farne uso.

*Ho risolto un prepotente ritorno dell'epicondilite non troppo tempo fa giocando con lenza da pesca. In una settimana è scomparso tutto.
OCCHIO ALLA TENSIONE DELLE CORDE.
Nessuna corda da tennis è pari alla lenza da pesca quanto a morbidezza. E siccome non pretendo che tutti possano seguire il mio esempio, qualunque corda "vera" tu possa montare va tirata pochissimo.
A tensione bassa, per l'epicondilite qualunque cosa tu abbia in casa può andar bene. Ma deve essere una corda viva, non un pezzo di plastica vecchio di anni.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11259
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Tre consigli semplici per l'epicondilite Empty Re: Tre consigli semplici per l'epicondilite

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.