Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 2 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Rafapaul Oggi alle 00:33

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Ieri alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Ieri alle 07:00

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Lettera alla Befana

Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Dom 28 Dic 2014, 14:02

Rischiare un colpo per chiudere un punto è qualcosa alla portata di tutti. Lo fanno quelli bravi (non sempre) con una buona percentuale di successo e lo faccio io che ho il 20 % (per eccesso) di probabilità che entri. Sarebbe a dire che io su 10 colpi 8 li regalo al mio avversario e mi sento frustrato e 2 faccio il punto e mi sento un re. 
Per 8 volte penso “ecco gli ho regalato il punto” e per 2 volte penso “ come sono bravo”: saldo negativo numericamente e morale sotto i tacchi e, cosa peggiore, credere che l'avversario vinca solo per i miei sbagli. Enorme errore, cercare il punto risolutivo è alla portata di tutti specialmente di chi non sa giocare perché cerca in un punto ben fatto la giustificazione di tutti quelli sbagliati e un conforto per il proprio io. 
Fare la cosa giusta al momento giusto sarebbe il massimo per migliorare il mio tennis e per prendermi qualche soddisfazione da “circolo” del resto, tecnicamente, un rischio da super volée o da signor passante valgono tanto quanto un qualsiasi altro 15. 
E' inutile costringere i parenti a regalarmi una super racchetta, o acquistare le corde in budello o cercare di capire se devo aggiungere piombi o grip se non butto la palla di là e SOLO ogni tanto cerco il colpo sopra le righe, le mie righe.
Ecco cosa avrei dovuto chiedere a Babbo Natale ma ormai è tardi ….. Mi resta solo …. ecco cosa mi resta:

Cara Befana, nella calza non mettere regali ma …...…......  
P.S. Se mi ascolta sono "cazzi" per tutti    Wink
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da superpipp(a) il Dom 28 Dic 2014, 17:06

Incompetennis ha scritto:Rischiare un colpo per chiudere un punto è qualcosa alla portata di tutti. Lo fanno quelli bravi (non sempre) con una buona percentuale di successo e lo faccio io che ho il 20 % (per eccesso) di probabilità che entri. Sarebbe a dire che io su 10 colpi 8 li regalo al mio avversario e mi sento frustrato e 2 faccio il punto e mi sento un re. 
Per 8 volte penso “ecco gli ho regalato il punto” e per 2 volte penso “ come sono bravo”: saldo negativo numericamente e morale sotto i tacchi e, cosa peggiore, credere che l'avversario vinca solo per i miei sbagli. Enorme errore, cercare il punto risolutivo è alla portata di tutti specialmente di chi non sa giocare perché cerca in un punto ben fatto la giustificazione di tutti quelli sbagliati e un conforto per il proprio io. 
Fare la cosa giusta al momento giusto sarebbe il massimo per migliorare il mio tennis e per prendermi qualche soddisfazione da “circolo” del resto, tecnicamente, un rischio da super volée o da signor passante valgono tanto quanto un qualsiasi altro 15. 
E' inutile costringere i parenti a regalarmi una super racchetta, o acquistare le corde in budello o cercare di capire se devo aggiungere piombi o grip se non butto la palla di là e SOLO ogni tanto cerco il colpo sopra le righe, le mie righe.
Ecco cosa avrei dovuto chiedere a Babbo Natale ma ormai è tardi ….. Mi resta solo …. ecco cosa mi resta:

Cara Befana, nella calza non mettere regali ma …...…......  
P.S. Se mi ascolta sono "cazzi" per tutti    Wink
Incompe, inguaribile credulone, credi ancora a Babbo Natale e alla Befana come i bambini Lettera alla Befana 150354 Very Happy
Vabbe' d'altronde c'e' gente che crede ancora a Renzi ........ MEGLIO TU!!!!!
Ciao
SP
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da superpipp(a) il Dom 28 Dic 2014, 17:08

Scusa forse ero andato OT ma non l'ho fatto apposta ........ mi viene naturale Lettera alla Befana 786556 Lettera alla Befana 786556
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da marco61 il Dom 28 Dic 2014, 19:38

Guarda, dipende cosa cerchi dal tuo tennis.
Se vincere è una priorità, dovrai cercare più continuità e prenderti il rischio solo quanto hai buone possibilità di portare a casa il punto.
Viceversa, se lo scopo è quello di passare un'ora sul campo infischiandosene del punteggio, contare vincenti ed errori gratuiti ha poco senso. L'importante è cercare di divertirsi. Se poi quei 5/10 punti usciti di 20 cm. avrebbero potuto cambiare il risultato del match, poco importa.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Lun 29 Dic 2014, 00:42

Anche se uno cerca di divertirsi alla fine nessuno se ne infischia completamente del punteggio. Mi piacerebbe imparare a   vincere (o perdere) facendo il massimo di quello che so fare e non una briciola in più.
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da marco61 il Lun 29 Dic 2014, 19:17

Allora a qualcosa devi rinunciare. Finchè le tue percentuali saranno quelle che tu hai descritto, vincerai solo se il tuo avversario fa peggio di te.
Devi imparare a rischiare meno e solo quando le condizioni sono particolarmente favorevoli. Ci vuole anche tanta pazienza.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Bertu il Mar 30 Dic 2014, 04:18

Si prró se risch di meno ed il tuo avversario è più bravo di te perdi lo stessa ma non ti divetti
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da superpipp(a) il Mar 30 Dic 2014, 08:26

Personalmente, quando trovo uno piu' bravo tecnicamente (perche' penso che uno se ne accorga con chi ha che fare) gioco sempre per divertirmi giocando senza paura e rischiando anche abbastanza e mi diverto sia se perdo che se vinco (perche' mi e' capitato anche di vincere). Il discorso cambia quando gioco contro uno che e' tecnicamente inferiore pero' te la tira sempre indietro, cerco di giocare come so e ci perdo due o tre volte pero' alla quarta gioco per vincere e mi adeguo giocando piu' in sicurezza e aspettando che sbagli lui per primo. Devo dire pero' che una volta dimostrato a me stesso che se gioco come lui sono comunque piu' bravo le prossime volte che ci gioco ritorno a giocare come mi piace ...... perche' io gioco per divertirmi che e' diverso che giocare per divertimento.
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Mar 30 Dic 2014, 09:42

A tutti piacerebbe giocare come piace. A me piacerebbe stare sempre a tirare volèe e passanti ma so di non saperlo fare se non con saldi negativi. Quello che voglio dire è che è molto più semplice giocare facendo ciò che ci piace piuttosto che giocare facendo ciò che si sa fare.
Faccio un esempio. Ai miei livelli si gioca spesso sul rovescio dell'avversario. Circa un mesetto addietro giocai con un ragazzo (33 anni quindi rispetto a me era in rodaggio) che spingeva sempre sul mio rovescio e cercava la rete. Facciamo conto che io rispondevo sempre cercando di passarlo incrociando o in lungolinea, mai un pallonetto che sarebbe stata la scelta comoda. Alla fine ho vinto a fatica (anche perché non era un mago delle volée) perché tanti passanti sono usciti, specialmente quelli contrapposti ad un approccio profondo e pesante. Se io, in questi casi,  avessi usato  i pallonetti avrei ottenuto sicuramente più punti e vinto più facilmente. Però  il passante è più bello, ti da maggiori soddisfazioni, bla bla bla ... Insomma ho giocato  dei colpi che non abitano nel mio bagaglio tecnico se non ogni volta che nasce un politico onesto !!!! Caro Superpippo se tu giochi con una persona e  perdi 5 volte e vinci 1 , anche se quella sola volta hai giocato per vincere ed hai dimostrato di saperlo fare, ebbene alla fine è lui più forte e basta. Che poi te ne freghi altamente ci sta e, per noi scarsetti/oni, non potrebbe essere altrimenti se no saremmo in cura dal  psicologo e costano; non li passa la mutua ......
Uno/due/tre punti puoi buttarli con un tentativo di gran colpo strappapplausi  ma è importante capire il momento giusto per farlo.
Altro esempio: gioco contro un 40 enne che ha la mentalità di tirare ogni colpo. Riesce sempre a fregarmi perché non mi da il tempo di sbagliare; ci pensa prima lui !!! Partita finita in meno di un'ora 6-0 6-1 e noia mortale. Non ho tirato un colpo che sia uno e non ci giocherò più. La sua giustificazione " A me piace divertirmi e per divertirmi devo tirare" vale  solo per lui così come la convinzione che perde "solo" perché lui regala i punti pur essendo più forte.... , Uffa,  ancora parla di quella volta che batté un 4.4 manco se fosse Nadal. Anch'io una volta vinsi 100 € con un gratta e vinci ma solo una volta .....
Chiaro che se io gioco contro un buon classificato tirerò tutti i colpi a manetta perché in qualsiasi caso soccomberei, tanto vale .... Il mio discorso vale per livelli, tutto sommato, comparabili.


Ultima modifica di Incompetennis il Mar 30 Dic 2014, 09:43, modificato 1 volta
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Tempesta il Mar 30 Dic 2014, 09:42

In questo senso aiuta,molto, un test in campo fatto col maestro che se ripetuto mentalmente poi viene assimilato e dopo diventa naturale.
Te lo dico perché sono un addicted del bel colpo,della ricerca della "perfezione" tecnica...

Palleggiando col maestro ad ogni palla valuta se verde,gialla o rossa.
Verde vuol dire attaccabile per fare il vincente o quasi,gialla media per prendere in mano il gioco, rossa puramente difensiva.

Molte delle palle che prima colpivo per fare il punto mi sono reso conto che sono gialle.

Ora mi viene più facile giocare come se dovessi consigliare cosa fare senza pensare di appagare me stesso o il mio senso estetico.

Anche fare molti tornei aiuta in questo senso. Ti da maggior concentrazione e aiuta l'analisi delle palle da colpire in modo obiettivo non basato solo sulla voglia o la sensazione personale.

Tempesta
Tempesta

Messaggi : 2507
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 49
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Bertu il Mar 30 Dic 2014, 09:44

Bertu ha scritto:Si prró se risch di meno ed il tuo avversario è più bravo di te perdi lo stessa ma non ti divetti

Dislessia latente?

No, solo lo smartphone con la tastiera piccola piccola Laughing
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Mar 30 Dic 2014, 11:44

o un'altro dei sintomi del mancamento di cui parli in altro post ???? Wink
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da superpipp(a) il Mar 30 Dic 2014, 12:28

Incompetennis ha scritto:A tutti piacerebbe giocare come piace. A me piacerebbe stare sempre a tirare volèe e passanti ma so di non saperlo fare se non con saldi negativi. Quello che voglio dire è che è molto più semplice giocare facendo ciò che ci piace piuttosto che giocare facendo ciò che si sa fare.
Faccio un esempio. Ai miei livelli si gioca spesso sul rovescio dell'avversario. Circa un mesetto addietro giocai con un ragazzo (33 anni quindi rispetto a me era in rodaggio) che spingeva sempre sul mio rovescio e cercava la rete. Facciamo conto che io rispondevo sempre cercando di passarlo incrociando o in lungolinea, mai un pallonetto che sarebbe stata la scelta comoda. Alla fine ho vinto a fatica (anche perché non era un mago delle volée) perché tanti passanti sono usciti, specialmente quelli contrapposti ad un approccio profondo e pesante. Se io, in questi casi,  avessi usato  i pallonetti avrei ottenuto sicuramente più punti e vinto più facilmente. Però  il passante è più bello, ti da maggiori soddisfazioni, bla bla bla ... Insomma ho giocato  dei colpi che non abitano nel mio bagaglio tecnico se non ogni volta che nasce un politico onesto !!!! Caro Superpippo se tu giochi con una persona e  perdi 5 volte e vinci 1 , anche se quella sola volta hai giocato per vincere ed hai dimostrato di saperlo fare, ebbene alla fine è lui più forte e basta. Che poi te ne freghi altamente ci sta e, per noi scarsetti/oni, non potrebbe essere altrimenti se no saremmo in cura dal  psicologo e costano; non li passa la mutua ......
Uno/due/tre punti puoi buttarli con un tentativo di gran colpo strappapplausi  ma è importante capire il momento giusto per farlo.
Altro esempio: gioco contro un 40 enne che ha la mentalità di tirare ogni colpo. Riesce sempre a fregarmi perché non mi da il tempo di sbagliare; ci pensa prima lui !!! Partita finita in meno di un'ora 6-0 6-1 e noia mortale. Non ho tirato un colpo che sia uno e non ci giocherò più. La sua giustificazione " A me piace divertirmi e per divertirmi devo tirare" vale  solo per lui così come la convinzione che perde "solo" perché lui regala i punti pur essendo più forte.... , Uffa,  ancora parla di quella volta che batté un 4.4 manco se fosse Nadal. Anch'io una volta vinsi 100 € con un gratta e vinci ma solo una volta .....
Chiaro che se io gioco contro un buon classificato tirerò tutti i colpi a manetta perché in qualsiasi caso soccomberei, tanto vale .... Il mio discorso vale per livelli, tutto sommato, comparabili.
Consentimi di non essere d'accordo, sarebbe sicuramente piu' forte se io giocassi per vincere come fa lui, intendiamoci non e' che io giochi per perdere e' solo che dopo una giornata di lavoro e trovata un'oretta per questo splendido sport non mi va di farmi seghe mentali per vincere, queste orette non sono partite di torneo e quindi non me ne frega piu' di tanto di vincere ma mi importa tantissimo divertirmi. Ti faccio un esempio: in estate al villaggio ho fatto uno dei pochi tornei organizzati quasi decentemente (si faceva un set a 6 con tie break sul 6 pari quando di solito i tornei in vacanza ti fanno fare max un set a chi arriva primo ai 4 giochi senza T.B.), con la finale al meglio di 2 set su 3. Ho sempre giocato per vincere (la prima no, perche' l'avversario non me l'ha permesso .... non buttava la palla di la' e giocava da solo, mi sono impegnato a fargli fare un gioco su mia battuta altrimenti non ci riusciva lol! ), sempre concentrato a giocare con calma senza strafare, senza tentare colpi di cui non ero/sono padrone, sono arrivato in finale. Ai due su tre c'erano un po' di persone che ci guardavano tra cui mio figlio e una persona con cui avevo fatto amicizia e che come me era amante dei bei colpi, c'era la famiglia dell'avversario (una ventina di anni piu' giovane di me) e in me e' scattato l'orgoglio fi far vedere che sapevo colpire con uno stile decente; non l'avessi mai fatto, l'avversario, che era atleticamente preparatissimo, mi ributtava tutto indietro ed io al 5 tentativo di fare punto immancabilmente sbagliavo; primo set 6/1 per lui, inizio il secondo subendo un break ed a questo punto ...... i miei tifosi lol! (mio filgio e l'amico) erano sgomenti perche' non si capacitavano di come si fosse messa la partita (perche' avevano visto che tecnicamente ero superiore). Al cambio di campo dico a mio figlio e a Paolo (amico): "Io questa partita la vinco, perche' adesso la butto sempre di la' e siccome sono piu' bravo sbagliera' prima lui!!!" La partita e' durata un bel po' ed ho vinto al terzo al tie break ...... alla fine mi sono sdraiato per terra dalla stanchezza, contento per la vittoria, pero' sicuro non mi sono divertito!!!!
La soddisfazione piu' grande me l'ha dato l'avversario il giorno dopo, incontrandoci a colazione, con mia moglie presente e il figlio adolescente mi fa: "Ieri mi hai distrutto fisicamente"!
Con questo ribadisco il mio concetto, tutti si gioca per vincere pero' non sempre si e' disposti a scendere a compromessi, con se stesso, per farlo; io quella volta l'ho fatto ma non e' nel mio dna.
Ciao
SP

P.s. Contro di te .... sarei disposto a farlo !! Lettera alla Befana 786556 Lettera alla Befana 786556
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da wasko69 il Mar 30 Dic 2014, 14:07

Quoto pienamente Superpippa.
Stiamo giocando un "torneo" tra colleghi, più o meno della stesso livello (diciamo 4.4 - 4.5 per capire il livello).
Tra tutti ci sono due "prostitute" (così li chiamo) che svendono il loro "saper giocare a tennis" per buttarla di la, aspettare il tuo errore e trionfare.
Scelta loro, io non la farei mai. Ma quello che mi imbestialire è che se poi giochi fuori torneo, dimostrano di saper giocare i colpi. Allora mi chiedo, perchè prostituirsi per la vittoria?

Io con loro perdo sempre, perchè al quarto tentativo di vincente spesso sbaglio. Ma non sono disposto a cambiare modo di giocare e stare in campo 6 ore ...

Giusto o sbagliato, è solo questione di scelte secondo me ...

wasko69

Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 14.07.14
Età : 41
Località : Trieste

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Mar 30 Dic 2014, 14:33

Ripeto il mio concetto. Chi vince in quel momento è più forte (tennisticamente, atleticamente, fortunatamente ecc.).  Che poi ci si diverta  tirando sempre a 100 quando il  limite è 70 secondo me è un grosso limite che, purtroppo, tocca anche me. Per questo chiedo alla Befana di donarmi un po' di criterio tennistico che non significa che devo giocare a buttala di là (che comunque è un gioco da rispettare) ma rischiare il giusto al momento giusto ..  
Wasko, c'è gente che per vincere il torneo del pianerottolo venderebbe le mogli, pensa te se non attuano il gioco che tu dici.
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da superpipp(a) il Mar 30 Dic 2014, 15:07

Incompetennis ha scritto:Ripeto il mio concetto. Chi vince in quel momento è più forte (tennisticamente, atleticamente, fortunatamente ecc.).  Che poi ci si diverta  tirando sempre a 100 quando il  limite è 70 secondo me è un grosso limite che, purtroppo, tocca anche me. Per questo chiedo alla Befana di donarmi un po' di criterio tennistico che non significa che devo giocare a buttala di là (che comunque è un gioco da rispettare) ma rischiare il giusto al momento giusto ..  
Wasko, c'è gente che per vincere il torneo del pianerottolo venderebbe le mogli, pensa te se non attuano il gioco che tu dici.
Ed io ti ripeto il mio, io dico che: se si fa partita quello che dici e' assolutamente vero, dove per partita intendo 2 set su 3 gia' prestabiliti in precedenza prima di iniziare. Se poi parliamo di un'ora con nulla di prestabilito, con il concetto che si fanno 20 minuti di palleggio e poi si inizia a fare games e si finisce l'ora anche 6 a 1, per me questo non significa nulla e non mi trovi per nulla d'accordo. Si e' piu' forti dell'altro ogni volta che lo batti in partita completa sia essa amichevole o torneo.
ciao
SP

Ps. Con te solo due su tre ..... cosi' non ho scuse Very Happy Very Happy
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Mar 30 Dic 2014, 16:12

A costo di non tirare un colpo ed alzare paloooooombelle sempre e di continuo ti batterò..... study
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da superpipp(a) il Mar 30 Dic 2014, 16:16

Incompetennis ha scritto:A costo di non tirare un colpo ed alzare paloooooombelle sempre e di continuo ti batterò..... study
L'importante e' .......... che dopo ci facciamo una ricca magnata per festeggiare il penultimo di TT Very Happy
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3821
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 64
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Incompetennis il Mar 30 Dic 2014, 23:14

Alla fine tutto si risolve in un magna magna !!!!! Lettera alla Befana 786556 Lettera alla Befana 786556
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Lettera alla Befana Empty Re: Lettera alla Befana

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum