Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 14 utenti online: 2 Registrati, 0 Nascosti e 12 Ospiti

Attila17, veterano

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Oggi alle 16:32

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 16:28

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Parliamo di respirazione

Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Parliamo di respirazione

Messaggio Da marco61 il Sab 02 Lug 2011, 17:13

E' successo più volte a mio figlio Nicholas di avere difficoltà respiratorie durante un match di torneo. Negli anni scorsi succedeva raramente, tanto che avevamo pensato a qualche forma di allergia e cercavamo di evitare i circoli dove questa cosa si era manifestata in modo preoccupante. Quest'anno succede piuttosto spesso, l'ultimo episodio è stato proprio ieri durante la finale di un torneo persa al terzo set durante la quale ha continuato a lamentarsi di questa cosa. Diceva di sentire il cuore battere a mille dopo gli scambi e di sentire anche le gambe pesanti ed aveva difficoltà anche nella corsa.
Dico subito che lo scorso anno ha tenuto un macchinario addosso per 24 ore per monitorare il cuore, durante le quali siamo anche andati a correre per avere un test sotto sforzo. Aveva ventose appiccicate su tutto il torace, collegate tramite cavi ad un macchinario che raccoglieva i dati. Non ricordo come si chiama questo test ma i risultati erano stati assolutamente confortanti.
Io ho l'impressione che lui vada in apnea durante gli scambi, e che vada in debito di ossigeno con conseguente calo delle prestazioni e accelerazione del battito cardiaco.
Parlandogliene, anche lui mi ha confermato che gli sembra di non respirare durante gli scambi, e se così fosse la cosa si spiegherebbe da sola. Resta da spiegare perchè gli succeda solo alcune volte e mai in allenamento, ma solo durante il match di torneo.
Si potrebbe pensare ad una forma di ansia da prestazione sportiva, però 3 giorni fa ha avuto lo stesso problema passeggiando contro un 4.1 cui non ha lasciato un solo game, quindi non è ipotizzabile che quel giorno sentisse il match più di altre volte in cui era molto più impegnato.
Mi è piaciuto ricordargli l'esperienza che ho avuto il giorno della sua nascita. Il travaglio è durato 13 ore, un macchinario rilevava il suo battito cardiaco costantemente. Il mio compito durante quelle lunghe ore era ricordare a mia moglie di continuare a respirare profondamente. Quando lei riusciva a farlo, il cuore di Nicholas rallentava il battito, ma nei momenti in cui mia moglie era costretta ad una pausa, dopo pochi secondi il battito aumentava sensibilmente, e questo era dovuto ad un calo di ossigeno che il piccolo cuoricino era costretto a subire.
Ho fatto un paragone tra le due cose, consigliando a Niki di concentrarsi sulla respirazione durante il match e di usare tutti i secondi tra uno scambio e l'altro per riossigenarsi.
Nel prossimo match continuerò a ricordarglielo e vedremo se le cose miglioreranno.
Mi chiedo però se è possibile che un atleta non respiri durante un match, e respiri normalmente durante l'allenamento.
A qualcuno succede la stessa cosa o può comunque portare un contributo alla discussione?

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da sergio1467 il Sab 02 Lug 2011, 20:36

L'ipotesi più plausibile è quella dl blocco respiratorio durante la partita di torneo , in cui il fattore psicologico gli modifica il modo di respirare durante gli scambi - inoltre questo fattore è indipendente ,di solito, dal livello del match che stai affrontando ma è direttamente dipendente da come l'atleta affronta quel dato match , a livello inconscio .
per scrupolo comunque gli farei un esame del sangue per vedere i livelli di ferritina sierica , se tale valore è basso è indice di una riserva del ferro insufficiente e potrebbe incidere pesantemente sulla prestazione , è capitato a me personalmente e appena ho cominciato una supplementazione emopoietica adeguata nell'arco di breve tempo sono scomparsi tutti i fastidi legati al respiro e alla pesantezza di gambe - tra l'altro questa cosa si evidenzia in maniera notevole in accoppiata ad un tasso di umidità elevato che mette in crisi anche il sistema di termo regolazione , sommando i 3 fattori , emotivo ,parziale carenza di un minerale importante e umidità relativa , il disturbo respiratorio è una conseguenza molto plausibile- magari in allenamento non gli succede perchè le pause sono superiori e il dispendio energetico è inferiore data la tranquillità mentale superiore che abbiamo in allenamento , non arrivando ad avere uno squilibrio della capacità di drenaggio dell'anidride prodotta dal lavoro muscolare da parte dell'emoglobina - è un'ipotesi da valutare magari con il medico sportivo , ciao
sergio1467
sergio1467
Moderatore

Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 04.12.09
Età : 52
Località : mazara del vallo (TP)

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da cobrama il Sab 02 Lug 2011, 23:19

argomento e post interessantissimo da mettere in evidenza.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Simba il Dom 03 Lug 2011, 03:46

marco61 ha scritto:E' successo più volte a mio figlio Nicholas di avere difficoltà respiratorie durante un match di torneo. Negli anni scorsi succedeva raramente, tanto che avevamo pensato a qualche forma di allergia e cercavamo di evitare i circoli dove questa cosa si era manifestata in modo preoccupante. Quest'anno succede piuttosto spesso, l'ultimo episodio è stato proprio ieri durante la finale di un torneo persa al terzo set durante la quale ha continuato a lamentarsi di questa cosa. Diceva di sentire il cuore battere a mille dopo gli scambi e di sentire anche le gambe pesanti ed aveva difficoltà anche nella corsa.
Dico subito che lo scorso anno ha tenuto un macchinario addosso per 24 ore per monitorare il cuore, durante le quali siamo anche andati a correre per avere un test sotto sforzo. Aveva ventose appiccicate su tutto il torace, collegate tramite cavi ad un macchinario che raccoglieva i dati. Non ricordo come si chiama questo test ma i risultati erano stati assolutamente confortanti.
Io ho l'impressione che lui vada in apnea durante gli scambi, e che vada in debito di ossigeno con conseguente calo delle prestazioni e accelerazione del battito cardiaco.
Parlandogliene, anche lui mi ha confermato che gli sembra di non respirare durante gli scambi, e se così fosse la cosa si spiegherebbe da sola. Resta da spiegare perchè gli succeda solo alcune volte e mai in allenamento, ma solo durante il match di torneo.
Si potrebbe pensare ad una forma di ansia da prestazione sportiva, però 3 giorni fa ha avuto lo stesso problema passeggiando contro un 4.1 cui non ha lasciato un solo game, quindi non è ipotizzabile che quel giorno sentisse il match più di altre volte in cui era molto più impegnato.
Mi è piaciuto ricordargli l'esperienza che ho avuto il giorno della sua nascita. Il travaglio è durato 13 ore, un macchinario rilevava il suo battito cardiaco costantemente. Il mio compito durante quelle lunghe ore era ricordare a mia moglie di continuare a respirare profondamente. Quando lei riusciva a farlo, il cuore di Nicholas rallentava il battito, ma nei momenti in cui mia moglie era costretta ad una pausa, dopo pochi secondi il battito aumentava sensibilmente, e questo era dovuto ad un calo di ossigeno che il piccolo cuoricino era costretto a subire.
Ho fatto un paragone tra le due cose, consigliando a Niki di concentrarsi sulla respirazione durante il match e di usare tutti i secondi tra uno scambio e l'altro per riossigenarsi.
Nel prossimo match continuerò a ricordarglielo e vedremo se le cose miglioreranno.
Mi chiedo però se è possibile che un atleta non respiri durante un match, e respiri normalmente durante l'allenamento.
A qualcuno succede la stessa cosa o può comunque portare un contributo alla discussione?
La madre ha sempre assistito ai match importanti del figlio?
Simba
Simba

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da marco61 il Dom 03 Lug 2011, 06:10

Mia moglie non assiste mai agli incontri. Le piacerebbe qualche volta ma ricordo quanto fosse emotiva quando veniva ad assistere ai miei, prima che ci sposassimo. Poi con la nascita di Nicholas ho smesso di giocare per 9 anni, per riprendere quando lui ha iniziato, ed in questi ultimi anni è venuta solo qualche volta quando Niki era un ragazzino. Si interessa dei risultati ma preferisce restare a casa.

Nel frattempo mi sono ricordato come si chiama il macchinario di cui parlo sopra: è l'Holter, e serve per monitorare in maniera continua l'attività elettrica del cuore per 24 ore, registra l'attività cardiaca utilizzando lo stesso principio dell'elettrocardiogramma:

Parliamo di respirazione 220px-Alex_CM4000

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Simba il Dom 03 Lug 2011, 13:06

marco61 ha scritto:Mia moglie non assiste mai agli incontri. Le piacerebbe qualche volta ma ricordo quanto fosse emotiva quando veniva ad assistere ai miei, prima che ci sposassimo. Poi con la nascita di Nicholas ho smesso di giocare per 9 anni, per riprendere quando lui ha iniziato, ed in questi ultimi anni è venuta solo qualche volta quando Niki era un ragazzino. Si interessa dei risultati ma preferisce restare a casa.

Nel frattempo mi sono ricordato come si chiama il macchinario di cui parlo sopra: è l'Holter, e serve per monitorare in maniera continua l'attività elettrica del cuore per 24 ore, registra l'attività cardiaca utilizzando lo stesso principio dell'elettrocardiogramma:

Parliamo di respirazione 220px-Alex_CM4000
Poterbbe darsi che si tratti di una forma d'ansia: a me successe addirittura nei tornei sociali, mi prendeva una forte emozione che non mi faceva respirare, cuore in gola e le gambe chissà dov'erano! A fine partita tutto ritornava come prima, se magari andavo subito dopo in campo con un amico addirittura vincevo alla grande.
Simba
Simba

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Satrapo il Lun 04 Lug 2011, 12:14

Andare in apnea sotto sforzo è una cosa purtroppo abbastanza comune, per prima cosa direi di seguire i consigli di Sergio per capire se ci sia una componente fisiologica nel deficit respiratorio.

In generale ricorda a Niki di soffiare via l'aria durante gli impatti (cosa che sicuramente gli avranno già insegnato) come si fa in qualsiasi attività fisica che preveda uno gesto-sforzo ben definito, in modo che dopo aver colpito i polmoni vuoti risucchieranno automaticamente aria scongiurando l'apnea negli scambi prolungati.

Un'altro consiglio che do' spesso ai miei ragazzi è di non fossilizzarsi troppo sulle fasi di inspirazione-espirazione magari sforzandosi di inspirare col naso ed espirare con la bocca, cosa utilissima in generale e anche dal punto di vista igienico ma che durante un match duro pieno di scambi serrati può produrre una fame d'aria agonisticamente dannosa.

In sostanza agonisticamente parlando non ci si deve preoccupare di tanto in tanto di respirare a fondo anche con la bocca.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da marco61 il Lun 04 Lug 2011, 17:47

In effetti Niki respira prevalentemente col naso, quindi è possibile che vada in debito di ossigeno negli scambi prolungati. Però ieri ha giocato un'altra gara molto tranquilla, vinta 6/0 6/1, dove gli scambi duravano pochissimo grazie al livello dell'avversario, però mi ha detto che la difficoltà a respirare persisteva comunque.
Come scritto da Sergio, penso che la prima tappa sarà un esame del sangue, anche perchè ho letto che uno stato di anemia potrebbe causare problemi respiratori durante la pratica sportiva. Ovviamente ne parlerò prima con uno specialista, ma ne ho discusso volentieri con voi anche per sapere se qualcuno ha vissuto la stessa esperienza. Inoltre gli consiglierò di farsi delle belle boccate d'ossigeno, come consigliato dal santone ave, e vedremo se le cose migliorano.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Filippo il Lun 04 Lug 2011, 20:05

Anche io vado in apnea durante lo scambio, respiro malissimo.
Proprio per questo ho cominciato ad espellere l'aria al momento del colpo, emettendo un qualche "lamento" Smile che mi aiuta in qualche modo a mandarla di là, oltre che a sincronizzare il respiro con lo scambio.
Tuttavia quando mi dimentico di fare ciò vado subito in affanno, mi stanco immediatamente e le gambe diventano di legno.
A questo punto per sicurezza vado a fare qualche analisi pure io...
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da napalm_it il Mar 03 Mar 2015, 09:13

UP: scusate se riporto in alto questo thread ma mi sembrava il più significativo per il mio problema.

Durante l'allenamento, in sessione di palleggio sostenuto anche 20/30 scambi, la respirazione non è un problema anzi riesco a gestirla molto bene a differenza della partita dove vado in apnea dopo pochi scambi per poi recuperare però noto una forte differenza con l'allenamento.
La spiegazione che mi sono dato è che questo è causa della pressione del fare in punto, ovvero mi agito ( e mi accade quando il palleggio si prolunga ) e questo danneggia sia la respirazione che la concentrazione; agitandomi, inizio a pensare meno, movimento di piedi che perde intensità ( aka passi lunghi o gambe ferme ) e prestazione in discesa. Poi mi fermo qualche secondo, recupero e tutto torna normale.

Ora, qualcuno ha familiarità con questo problema? Come posso cercare di migliorami (qualche esercizio)?
napalm_it
napalm_it

Messaggi : 1418
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 41
Località : Prov nord Torino

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Simba il Mar 03 Mar 2015, 10:54

napalm_it ha scritto:UP: scusate se riporto in alto questo thread ma mi sembrava il più significativo per il mio problema.

Durante l'allenamento, in sessione di palleggio sostenuto anche 20/30 scambi, la respirazione non è un problema anzi riesco a gestirla molto bene a differenza della partita dove vado in apnea dopo pochi scambi per poi recuperare però noto una forte differenza con l'allenamento.
La spiegazione che mi sono dato è che questo è causa della pressione del fare in punto, ovvero mi agito ( e mi accade quando il palleggio si prolunga ) e questo danneggia sia la respirazione che la concentrazione; agitandomi, inizio a pensare meno, movimento di piedi che perde intensità ( aka passi lunghi o gambe ferme ) e prestazione in discesa. Poi mi fermo qualche secondo, recupero e tutto torna normale.

Ora, qualcuno ha familiarità con questo problema? Come posso cercare di migliorami (qualche esercizio)?
Ansia Gigi, magari hai anche fretta di chiudere il punto.
Concentrati esclusivamente a fissare bene la pallina, stop! Il resto viene da sè.
Mai sentito parlare del tennis alla "Sampras" "sans soucis"? Senza pensare!! Nel tennis più pensi e maggiori sono i danni, il tuo cervello sa già cosa fare, tu devi soltanto preoccuparti di fissare bene la pallina.
Auguri
Simba
Simba

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da napalm_it il Mar 03 Mar 2015, 11:48

già Gianni, hai proprio ragione ansia...dannata ansia del casso Sad
napalm_it
napalm_it

Messaggi : 1418
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 41
Località : Prov nord Torino

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da miguel il Mar 03 Mar 2015, 13:28

sans souci..... gigi ..... pensa alla birra e vedrai che l'ansia sparirà
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Simba il Mar 03 Mar 2015, 13:37

miguel ha scritto:sans souci..... gigi ..... pensa alla birra e vedrai che l'ansia sparirà
Very Happy Very Happy Very Happy
Simba
Simba

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da napalm_it il Mar 03 Mar 2015, 13:54

miguel ha scritto:sans souci..... gigi ..... pensa alla birra e vedrai che l'ansia sparirà

Parliamo di respirazione Birra_0753

cheers cheers cheers
napalm_it
napalm_it

Messaggi : 1418
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 41
Località : Prov nord Torino

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Simba il Mar 03 Mar 2015, 14:15

napalm_it ha scritto:
miguel ha scritto:sans souci..... gigi ..... pensa alla birra e vedrai che l'ansia sparirà

Parliamo di respirazione Birra_0753

cheers cheers cheers
Sparita!!! Very Happy

E' anche ottima fonte di carboidrati....quindi Gigi prima di andare in campo fatti una Sans souci e vai a tutta birraaaa!!! Very Happy
Simba
Simba

Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di respirazione Empty Re: Parliamo di respirazione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum