Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 7 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 7 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Oggi alle 16:32

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 16:28

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Tecnica e personalizzazioni

Andare in basso

Tecnica e personalizzazioni Empty Tecnica e personalizzazioni

Messaggio Da Stebroc il Gio 03 Giu 2010, 01:01

Discostarsi dalla tecnica fondamentale di base é da evitare, nel tennis moderno quasi ogni aspetto biomeccanico é studiato e catalogato. Ció non toglie che ognuno ha un suo modo di interpretare il tennis, il dritto di Nadal non é lo stesso di Federer, ma i principi su cui si basa un dritto entrambi li rispettano e hanno due dritti tremendamente efficaci.
Detto ció che é di dovere, sempre mantendendo fede al sacro verbo della biomeccanica, personalizzare e avere dei propri riferimenti é lecito.

Parto da queste interessanti considerazioni di coach wik per sviluppare un tema secondo me interessante.
Fermo restando che c'è una tecnica e delle regole da seguire come detto in questo assunto, come si possono catalogare dei colpi che di tecnico hanno poco e di personale molto???

Faccio riferimento ad esecuzioni come il diritto di Berasategui,di Courier o in tempi recenti di ROddick... sono queste eccezioni che confermano la regola???
Chi ha avuto la possibilità di allenare e di crescere tecnicamente questi giocatori
avrebbe dovuto correggere alcuni loro aspetti tecnici oppure i loro colpi,visto anche la loro ottima resa,andavano bene così????

Da qui credo si possa sviluppare una discussione appunto su "Tecnica di base e personalizzazioni"...
su quanto conti avere delle regole tecniche da rispettare e come il tecnico le deve trasmettere all'allievo fermo restando che ognuno è diverso dall'altro.
Stebroc
Stebroc

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 33

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e personalizzazioni Empty Re: Tecnica e personalizzazioni

Messaggio Da Ospite il Gio 10 Giu 2010, 12:38

Il termine personalizzazione é legato al termine futuribilitá.
Come dire che Borg col suo rovescio bimane ha sbagliato ?
Inutile dire che quanto un tuo colpo sia futuribile o meno é o questione di culo o questione per chi la tecnica la conosce per davvero.
Quando Sampras andó da non ricordo quale guru, giocava rovescio bimane ed era il suo miglior colpo. Bene, gli cambió tutto e divenne quello che é diventato.
Personalizzare é trovare per sbaglio o per scelta quel tuo movimento in grado di migliorare mantenendo intatti i canoni della biomeccanica, ma che non diventi un vicolo cieco, una strada intrapresa che magari porta a risultati imediati senza futuro. E questa é la parte davvero difficile da capire e ripeto, o é culo o conoscenza approfondita della tecnica, tua o dell'istruttore di turno.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Tecnica e personalizzazioni Empty Re: Tecnica e personalizzazioni

Messaggio Da Satrapo il Gio 10 Giu 2010, 22:54

wik ha scritto:Il termine personalizzazione é legato al termine futuribilitá.
Trovo questa definizione di Wik a dir poco perfetta.

Quando in un atleta si nota appunto una personalizzazione che si discosta dalla tecnica la prima valutazione che si deve fare non è tanto sui benefici che apporta al momento, ma su quanto questa personalizzazione possa risultare limitante o performante in futuro.

A volte si deve intervenire per cambiare qualcosa che sembra funzionare così come altre volte si deve insistere ostinatamente a lavorare su qualcosa che sembra proprio non voler andare a posto.

Il tennista entra in campo e gioca il suo tennis di oggi ma il tecnico guardandolo deve riuscire a vedere come sarà il suo tennis domani e lavorare su quel che sarà più che su quello che già è.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e personalizzazioni Empty Re: Tecnica e personalizzazioni

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum