Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Lorenzo Musetti
Da correnelvento Oggi alle 13:18

» Sinner, e la sua racchetta
Da yatahaze Oggi alle 12:23

» Con che racchetta state giocando?
Da elan Oggi alle 11:48

» Auguri Aless
Da Chiros Oggi alle 11:01

» Giovani italiani fanno ben sperare.
Da max1970 Oggi alle 10:02

» Pure Strike 98 - 16:19 - 2018
Da correnelvento Ieri alle 15:58

» Djokovic, cosa succede?
Da Chiros Dom 20 Set 2020, 09:40

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da yatahaze Sab 19 Set 2020, 00:49

» preparazione invernale (scheda)
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 23:09

» Una palestra completa, con 70€
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 22:39

» Palle (da tennis)
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 22:27

» Problema cartilagine
Da yatahaze Ven 18 Set 2020, 16:00

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Il tennis e la voglia di vincere.

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da marco61 il Lun 21 Feb 2011, 16:42

DROPSHOT????? Ma sei il mio amico Diego? Si si, parli del forum della Bottega, sei tu sicuramente.Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 768460
Sono felicissimo di averti ritrovato, vedrai che qui ti troverai bene.
Grazie per averci raggiunto.
Corre, 4.5 ITR lo vale tutto. Questo gioca davvero, anche se da sempre fa pochissimi tornei. Ma i colpi ce li ha tutti.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11017
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da correnelvento il Lun 21 Feb 2011, 16:45

marco61 ha scritto:DROPSHOT????? Ma sei il mio amico Diego? Si si, parli del forum della Bottega, sei tu sicuramente.Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 768460
Sono felicissimo di averti ritrovato, vedrai che qui ti troverai bene.
Grazie per averci raggiunto.
Corre, 4.5 ITR lo vale tutto. Questo gioca davvero, anche se da sempre fa pochissimi tornei. Ma i colpi ce li ha tutti.

Grazie, Marco... ma aveva già chiarito benissimo!

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da dropshot II il Lun 21 Feb 2011, 16:51

ciao Marco,

si si sono io. stavo vagando in interDet e mi sono imbattuto nel Vostro forum. Ti ho visto iscritto e a quel punto registrarsi è stato immediato.

ho letto che niki si è magnato la classifica Fit, si vedeva fagli i miei complimenti che estendo anche a te perchè vedo che ti dai da fare (anche con i telai Smile)

sono sicuro che mi troverò bene! poi vedo che ci sono "tecnici" di tutto rispetto. Quindi in tattica ecc non si potranno più inserire amenità come:
"se va a rete giocagli a 200 all'ora tra i piedi che vinci sicuro" Smile


dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da SuperMc il Lun 21 Feb 2011, 16:58

Dropshot???

Niente a che fare con Fabrizio di ASD Dropshot?

Guido
SuperMc
SuperMc

Messaggi : 857
Data d'iscrizione : 19.07.10
Età : 55
Località : Latina

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da oedem il Lun 21 Feb 2011, 17:02

dropshot, benvenuto anche da me, ex utente del forum della bottega Wink
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da dropshot II il Lun 21 Feb 2011, 17:03

no niente a che vedere. era solo il nick che avevo in un "vecchio" forum tennistico che ho preferito mantenere a vantaggio delle conoscenze qui presente.

che poi come nickname è pure una mezza castroneria visto che tendo al fabbro più che al gioco di fino Razz

grazie oedem.


Ultima modifica di dropshot II il Lun 21 Feb 2011, 17:04, modificato 1 volta

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da marco61 il Lun 21 Feb 2011, 17:03

dropshot II ha scritto:
"se va a rete giocagli a 200 all'ora tra i piedi che vinci sicuro"
Perchè, non va bene? Very Happy
Vabbeh che non è un problema mio. Io se uno viene a rete a 200 tiro solo i pallonetti, ma metri però. asd
Da quanto capisco un giretto nel forum te lo sei già fatto, se ancora non l'hai trovato ti mostro Niki versione attuale, per quel poco che si riesce a vedere:


_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11017
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da marco61 il Lun 21 Feb 2011, 17:10

Diego, il tuo numero è sempre 340.......17?
Uno di questi giorni ti chiamo. Se è cambiato mandamelo in privato.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11017
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da dropshot II il Lun 21 Feb 2011, 17:15

Shocked Shocked il video non l'avevo visto. va bhe non ci gioco più, così posso raccontare in giro che ho un record positivo Razz

vuoi ridere? non so se ti ricordi che genere di impugnatura e che diritto avevo ma sono 3 mesi che ci lavoro e grazie a un maestro anima pia è su quel genere. dico sul genere perchè sembro uno dei rockets tanto sono rigido asd però quando riesco a mantenere 3 secondi di concentrazione e spostare sto diavolo di peso in avanti è il maestro che corre (con suo immenso piacere ) asd

il numero è sempre quello. ci sentiamo con piacere.

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da Antaniserse il Lun 21 Feb 2011, 17:53

dropshot II ha scritto:ciao Marco,

si si sono io. stavo vagando in interDet e mi sono imbattuto nel Vostro forum. Ti ho visto iscritto e a quel punto registrarsi è stato immediato.
Bentrovato... abbiamo pure incrociato i ferri a qualche Demo Day, o sbaglio?!

_________________
"I am not perfect and neither was my career. In the end tennis is like life, messy."
Marat Safin
Antaniserse
Antaniserse
Admin

Messaggi : 1078
Data d'iscrizione : 09.12.09
Età : 47
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da clemclem il Lun 21 Feb 2011, 21:41

diegooooooo ciao , so che giochi con lissito ogni tanto , dai ci si becca. ti chiamo
ciaooooooo
clemclem
clemclem

Messaggi : 260
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 60
Località : molto lontano da wik

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da wetton76 il Mar 22 Feb 2011, 11:46

Si è detto praticamente tutto su questo argomento, ma una riflessione che faccio è questa, parlando cmq di livello amatoriale/quarta cat. :
se uno è diciamo impostato, ovvero sa più o meno come si gioca un dritto, un rovescio o un servizio, come mai succede che in alcuni frangenti della partita gioca questi colpi malissimo?! cioè si dimentica magari di girarsi di fianco e fare l'apertura del dritto e invece lo gioca in open stance addosso alla pallina facendo una correzione solo di polso ... e la pallina va inevitabilmente lunga (magari il campo era completamente aperto!!!).
E allora forse è qui che entra in gioco l'aspetto MENTALE!!! Uno che sa giocare si dimenti ca ad un certo punto di saperlo fare perchè ha un calo di concentrazione (pensa al punto precedente sbagliato o "rubato" dall'avversario, alla ex-fidanzata, al capo rompicojoni, etc. etc.) .... lol!
wetton76
wetton76

Messaggi : 519
Data d'iscrizione : 14.07.10
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da oedem il Mar 22 Feb 2011, 13:42

wetton, ma come hai sottolineato tu, è un problema di calo di concentrazione, ossia inizi a pensare ad altro e distogli la tua attenzione dalla palla.

l'aspetto mentale nel tennis, per me, è unicamente relativo alla concentrazione e me ne sto rendendo conto personalmente.

c'è stato un periodo in cui ho voluto pensare a guardare sempre la palla (cosa che non faccio) e mi sono reso conto di quanto migliorasse la mia prestazione.
Ne ho avuto riprova in torneo: ho superato 2 turni così. al terzo turno, mentre giocavo, ho avuto un calo fisico e non avevo la forza di restare concentrato, passando da un 5-1 ad un 6-7 2-6 muro
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da dropshot II il Mar 22 Feb 2011, 15:50

@ antaniserse, ciao si abbiamo fatto qualche palleggio ad un demo day. dai video vedo che la pulizia dei gesti è sempre la stessa. complimenti

@ clem ciaoo, come va. con filippo ho giocato qualche volta come anche con carlo. è più di un anno che non incrocio le racchette con loro per colpa mia....poco tempo, vorrei riprendere i contatti ma faccio fatica a rastrellare un'ora per giocare sotto casa quindi diventa difficile...speriamo nella primavera Razz comunque sentiamoci e tra un malanno e l'altro vediamo se ci riesce di organizzare. dopotutto abbiamo giocato solo un paio di volte ed è un peccato...

quanto alla testa. la componente mentale nel tennis c'è. che poi si chiami concentrazione, braccino, abitudine alla partita, gestione dei punti ecc poco importa.
però parlando di amatori un'ora di cesto ha una utilità superiore di un'ora di mental training e non di poco.
lasciando perdere il discorso sulla concentrazione, se manca questa non riesce niente dal lavoro, alle biglie in spiaggia, al tennis, il resto si risolve migliorando la sicurezza dei colpi.
se uno SA che è in grado di cacciare dentro 9 palle su 10, il 70% del problema del braccino e della gestione del 15 è risolto. L'allenamento serve proprio per sostituire l'automatismo del colpo al pensare. pensare è male. se mentre sta arrivando la palla sto lì ad arrovellarmi pensando al colpo top o piatto? attacco o no? no aspetta faccio la palla corta, spesso si finisce per cambiare idea e trovarsi la palla ad un cm dallo stomaco piuttosto che giocare delle meravigliose palle corte a 3 metri dalla rete.
se invece uno valuta cosa sta arrivando, si posiziona e colpisce perchè ha uno schema e ha fatto la stessa cosa per 3000 palle in allenamento deve pensare a molte meno cose ed il gioco ne guadagna, anche ad un livello in cui buttarla di là 7 volte di fila è già una roba da pro.

ragionare in campo è ovviamente un aiuto basta pensare alle informazioni che uno può acquisire dal palleggio. già da come uno apre di diritto si può capire che razza di palla si troverà da gestire ed anche da che parte buttarsi quando ci si trova in terra di nessuno con una palla a metà campo.
stare focalizzati sulla partita ed osservare l'avversario consente di leggere dove tirerà, partire prima e colpire meglio. ma tutto ciò rientra più nella categoria del "pensare a cosa uno sta facendo" piuttosto che nella "testa" come intesa dagli amatori.

e questo ve lo dice uno che in partita il primo set lo regala sistematicamente perchè sta ancora cercando di capire dove sta, o che si accorge che l'altro tizio è mancino dopo aver vinto 62 il primo per poi perdere nettamente gli altri due (true story). quindi c'è da fidarsi Razz


dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da wbtit il Mar 22 Feb 2011, 16:09

Forse ai tempi di MC la cosiddetta "voglia di vincere" da sola avrebbe pottuto essere sufficiente: ma oggi? Oggi, con gli attuali livelli di atletismo, penso che la semplice "voglia di vincere" sia stata suddivisa in più parti per meglio adattarsi alla colplessità moderna di questo sport. Il Dott. Propolizio mi sembra che dicesse che vengono effettuati interventi di preparazione psicologica specifici per un preciso incontro/avversario abbandonando ormai completamente la strada del trattamento generico della personalità. Anche per quanto concerne l' "intelligenza", mi sembra che nell'ambito della psicologia moderna si parli ormai da qualche anno di diverse intelligenze: musicale, ritmica, matematica, ecc., tutte con la stessa dignità e valore. Non vedo motivo per escludere l'esistenza di un'intelligenza tennistica intesa come una specializzazione psico-fisica innata altamente specializzata per questo sport da sviluppare con determinato tipo di allenamento.
Forse tra qualche anno uno studio evidenzierà che Federe aveva un'intelligenza tennistica superiore alla norma Smile

L'unica volta che ho sentito dire chiaro e tondo che vince chi ha più fame di vittoria è stato da Lippi nel 2006 ai mondiali. Ma forse perchè quel tipo di atteggiamento psicologico è il più adatto in quel tipo di competizione già in un campionato...

Ciao.

wbtit

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 29.12.10
Età : 50

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da correnelvento il Dom 03 Apr 2011, 14:31

correnelvento ha scritto:Ho già scritto diverse mie considerazioni su questi aspetti... che hanno dato vita a dibattiti interessanti.
Sono anche stato "contrastato" (ovviamente in modo civile) con teorie che tendevano a dimostrare che la "voglia di vincere", il "killer instinct" era una mera questione tecnica, e non esisteva.
Questo "cozzava"contro le mie convinzioni e quello che avevo ascoltato da TUTTI i giocatori di alto livello con cui avevo avuto il piacere di parlare di tennis.
Ho trovato questo bel pezzo scritto da un certo McEnroe.
Spero lo possiate trovare interessante... perdonate alcune frasi in grassetto... ma le trovo illuminanti.


IL TENNIS E' INTELLIGENZA E VOGLIA DI VINCERE

"Per quanto riesco a ricordare, non c'è stato un vero e proprio momento in cui ho compreso che il tennis è soprattutto un gioco di intelligenza. Non credo di averlo mai analizzato da questo punto di vista. Ho sempre avuto un forte spirito agonistico, ancora prima di vincere in un torneo.

Non c'è dubbio comunque che l'essere competitivi, l'avere la forza mentale per superare ogni sfida, è una tra le migliori risorse di un tennista, molto più utile che possedere un formidabile diritto.C'è un continuo processo di apprendimento. Le sfide che ho superato durante i primi anni della mia carriera continuano a riproporsi anche ora come professionista.

Migliaia di persone giocano a tennis come professionisti, ma di questi solo 128 arrivano a Wimbledon o agli US Open. Provate a fare un giro intorno ai campi nei primi giorni di questi tornei: quei giocatori non sono lì perchè fisicamente più forti, più preparati o dotati di maggior talento. Ce ne sono molti che magari giocano alla perfezione tutti i colpi, ma che non sono mai arrivati ad un torneo del Grande Slam. Quei centovontotto sono lì perchè hanno grinta, perchè l'hanno voluto più degli altri.

Ricordo che nei tornei junior c'erano ragazzi che vincevano quasi sempre, ma non hanno nemmeno tentato di arrivare ad un grande traguardo. La preparazione fisica ed atletica conta molto quando si hanno 12 anni, ma in seguito si tratta soprattutto di una battaglia psicologica. vincono i giocatori che hanno più grinta, non i più grossi o quelli con più stile."

John McEnroe


Direi che mi trovo in ottima compagnia... Rolling Eyes


Vorrei riprendere questo argomento che suscita sempre interessanti diatribe.

Parto ovviamente dal fatto che LA TECNICA è PIU' IMPORTANTE dell'attitudine mentale, e questo è un fatto assodato.

Ma torno sempre sul punto che, tra due giocatori con la stessa tecnica e lo stesso fisico... uno dei due può essere più vincente dell'altro (sempre al proprio livello, ovviamente) grazie ad una attitudine mentale migliore.

Che non mi si tiri fuori, cortesemente, che un quarta "forte di testa" non vede palla con un "seconda" fragile... semplicemente perchè è STRA-OVVIO! (ci mancherebbe altro...).

Voglio segnalarvi a tale proposito questa intervista a Galvani su Spazio-tennis:

In conclusione, come giudichi la tua carriera? Qualche rimpianto?

“A tennis ho sempre giocato bene e credo di essermi espresso molto spesso a buoni livelli. Il mio difetto è stato caratteriale e mentale. Da questo punto di vista non sono mai stato forte come altri giocatori e l’ho pagato nei momenti decisivi di alcuni match; tante volte mi sono trovato avanti di un set e di un break, finendo poi per perdere la partita.


Direi che, Dopo Mc Enroe... ho trovato un altro "giocatorino" che la pensa esattamente come me! pirat

Aggiungo che, il 98% di noi del Forum deve migliorare la tecnica con Istruttori e Maestri... e non certo con psicologi dello sport!

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da dropshot II il Lun 04 Apr 2011, 12:56

mah per me la questione mentale è un colossale misunderstanding.

la "forza di testa" in partita è qualcosa che forse ha valore tra i pro e forse ha un'incidenza percentuale nel portare a casa la partita limitata.

prendiamo nargiso e i commenti da circolo "è foftiffimiffimo ha vinto wimboldonz junionres peccato che non aveva la testa per stare in partita". no non aveva la testa di allenarsi 8 ore al giorno, cosa che è diversa.

per come la vedo non ci sono due giocatori con la stessa tecnica e lo stesso fisico e quindi è difficile "misurare la testa".

quando la partita diventa davvero tirata e se è in quella situazione vuole dire che tra i due il livello è più o meno quello, vince quello più lucido o quello con il tennis più automatico.

la voglia di vincere e di sudare secondo me è quella che porta il giocatore a migliorarsi, a fare il cesto in più e a fare in modo che la prossima volta al 5-5 terzo set la cosa vada in modo diverso perchè saprà cosa fare, a cosa affidarsi, e magari avrà imparato anche a buttare un occhio in più all'avversario per vedere dove sta pagando e dove sta guadagnando.

magari mi sbaglio ma spesso si sente parlare di braccino, il giocatore che si allena un'ora alla settimana e fa 3 partite in un anno

poi come hai detto tu a livello di quarta o pure terza non ha senso stare a guardare il profilo pissicologgico quando il cesto è la soluzione.



dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da Stefano il Lun 04 Apr 2011, 13:18

Io credo che la testa faccia molto su un campo da tennis. Ma a qualunque livello, non solo fra i pro.

Sapere quando stare a fondocampo e quando andare a rete, quando tirare un bel servizio piatto a 200 kmh o quando basta solo metterla di la', quando non serve cercare il colpo fenomenale ma basta metterla dall'altra parte della rete perche' l'avversario sa perfettamente sbagliare da solo, quando si deve giocare il colpo piu' facile - anche se e' ovvio - invece che mettersi nei pasticci con quello piu' difficile...

Sono tutte cose che nessun cesto ci insegnera' mai. Ho avuto compagni di doppio che non hanno mai capito che il doppio si vince a rete e se ne stavano inchiodati a fondocampo. Gran diritto, gran rovescio, delle vere fucilate...Ma i punti (e le partite) li vincevano gli altri con delle semplicissime volee a campo aperto.

Quella e' solo questione di testa. L'aspetto tecnico non conta niente. Ovvio, parlo di giocatori piu' o meno allo stesso livello. Tra due 4.5 non c'e' differenza, altrimenti uno dei 2 non sarebbe 4.5.

A parita' di ore di allenamento e di cesti, vince chi ha la mentalita' giusta. Guardate Murray, per esempio. E' scarso? Certo che no. Ma va in campo per non perdere, mentre gli altri ci vanno per vincere. E lo battono regolarmente! Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da correnelvento il Lun 04 Apr 2011, 13:20

dropshot II ha scritto:

magari mi sbaglio ma spesso si sente parlare di braccino, il giocatore che si allena un'ora alla settimana e fa 3 partite in un anno

poi come hai detto tu a livello di quarta o pure terza non ha senso stare a guardare il profilo pissicologgico quando il cesto è la soluzione.



E' qui che non concordo!

Ho visto BRACCINI e PAURA DI VINCERE anche nei tornei di SECONDA... e credimi che ne ho visti parecchi!

pirat
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da correnelvento il Lun 04 Apr 2011, 13:21

Stefano ha scritto:Io credo che la testa faccia molto su un campo da tennis. Ma a qualunque livello, non solo fra i pro.



Quella e' solo questione di testa. L'aspetto tecnico non conta niente. Ovvio, parlo di giocatori piu' o meno allo stesso livello. Tra due 4.5 non c'e' differenza, altrimenti uno dei 2 non sarebbe 4.5.

A parita' di ore di allenamento e di cesti, vince chi ha la mentalita' giusta. Guardate Murray, per esempio. E' scarso? Certo che no. Ma va in campo per non perdere, mentre gli altri ci vanno per vincere. E lo battono regolarmente! Wink

Doc... OVAZIONE in tuo onore! cheers ave
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da oedem il Lun 04 Apr 2011, 13:43

Stefano ha scritto:Sapere quando stare a fondocampo e quando andare a rete, quando tirare un bel servizio piatto a 200 kmh o quando basta solo metterla di la', quando non serve cercare il colpo fenomenale ma basta metterla dall'altra parte della rete perche' l'avversario sa perfettamente sbagliare da solo, quando si deve giocare il colpo piu' facile - anche se e' ovvio - invece che mettersi nei pasticci con quello piu' difficile...

Sono tutte cose che nessun cesto ci insegnera' mai. Ho avuto compagni di doppio che non hanno mai capito che il doppio si vince a rete e se ne stavano inchiodati a fondocampo. Gran diritto, gran rovescio, delle vere fucilate...Ma i punti (e le partite) li vincevano gli altri con delle semplicissime volee a campo aperto.
Stefano, fare la cosa giusta al momento giusto è anche una cosa che viene insegnata.

i cesti, oltre ad allenare la solidità, servono poi anche a fare simulazioni di scambi.
per esempio 4 diritti incrociati ed uno lungolinea insegna quando bisogna uscire dalla diagonale avendo una condzioni di vantaggio.

L'allenamento tecnico è anche allenamento tattico, quindi insegna anche a saper cosa fare in determinate condizioni e quindi anche a capire che il piattone a 200km/h non si tira mai perché è rischioso.
e se lo tiri e fai punto hai avuto culo.
e se lo tiri ripetutamente e fai punto allora sei un giocatore, non un amatore.
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da correnelvento il Lun 04 Apr 2011, 13:49

Oedem... da come scrivi sembrerebbe che la questione sia sapere se è più utile il cesto (l'allenamento) piuttosto che la forza mentale.

Siamo fuori tema.

Perchè l'allenamento tecnico è MOSTRUSAMENTE più importante che la forza mentale.

Solo uno stupido potrebbe sostenere questo!

Ma sono TROPPI anni che gioco tornei per SAPERE perfettamente che ci sono giocatori, a qualsiasi livello, che RENDONO di più in torneo che in allenamento...

E questo, non è questione di tecnica.

Ce lo hai dentro.

Lo dice Mc Enroe... lo dice Galimberti.

MA CHI TI DEVO PORTARE? Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 786556
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da dropshot II il Lun 04 Apr 2011, 13:55

vero che anche i seconda hanno il braccino e che la testa serve su un campo, ma bisogna intendersi su cosa significhi "testa".

se significa ragionare sul campo per capire cosa fare in certe situazioni, è pacifico che sia indispensabile.

se, viceversa si parla di voglia di vincere, grinta e cattiveria, l'utilità di questo aspetto è marginale. o meglio è l'ultima cosa da curare, anche se la vedo più come una caratteristica innata e molto difficile da acquisire. non a caso si parla di psicologi, mental training e modo di strutturare il pensiero. si lavora su aspetti che è molto difficile correggere. non vorrei mai trovarmi poi con un freudiano che dice che se perdo le partite è per come scopo Very Happy

il cosa fare in campo si studia, lo si allena per poi trovarsi a giocare in partita situazioni già provate e riprovate.

murray non è scarso, ne ha 3/4 davanti che sono più forti e di energia o forza mentale per giocare il tennis di murray imo ce ne vuole proprio tanta.

se prendiamo un giocatore forte per la sua categoria e gli chiediamo quante partite ha perso per poca cattiveria e voglia di vincere e quante invece per gap tecnici e/o fisici, tattica sbagliata ecc per me la percentuale è bulgara

certo corre che l'attitudine al torneo ha un suo valore. nelle categorie basse soprattutto è facile vedere il tignoso che randella quello più dotato tecnicamente proprio perchè il secondo è innamorato del suo tennis e ha scarsa abitudine alla partita. però più si sale meno questo fenomeno è rilevante.

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da cristiano75 il Lun 04 Apr 2011, 14:01

Io nn confonderei la testa con la tattica, sono due cose diverse.

La testa può farti perdere la bussola, c'è poco da fare... ti viene il braccino, ti emozioni, nn cpaisci più nulla.. ma questo nn solo nel tennis, ma in qualsiasi sport, anzi in qualsiasi momento dlela vita...se ti emozioni magari mentre lavori, puoi sbagliare ugualmente, idem per i calciatori che tirano un calcio di rigore magari determinante, o chissà per quanti altri sport.
Ma questo, fa parte della vita, ed è da considerarsi una premessa.

Mentre per tutto il restto è un discorso di tecnica e di tattica.
Ho visto diversi palettari, giocare male, ma vincere contro gente che "sembrava" più forte... però perdeva. Queste persone erano convinte di aver perso la testa... ma credevano di essere molto forti tecnicamente.
Io ci ho pensato molto, e nn credo sia così. Queste persone perdevano, xchè il palettaro, faceva un dritto che nn usciva mai, mentre gli altri, facevano un dritto, (molto più preciso e bello da vedere) ma che aveva un margine di errore, che ne so su 10, 4 andavano fuori, 60%... questa vuol dire, che dopo 1pò perdevano lo scambio.
La mia domanda che facevo era: Ma se tu avessi iniziato a giocare come lui, avresti sbagliato?!!? La risposta è ovviamente no, xchè il dritto del palettaro, era talmente facile da fare, senza cercare mai di fare il punto, che nn potevi sbagliarlo, ed ecco la soluzione: Tu hai perso xchè hai fatto un gesto troppo difficile per la tua tecnica, perchè dovresti fare un dritto con un 90% di percentuale positiva... proprio come fa il palettaro. Quindi nn centra essere palettari o no, ma il discorso sta tutto nel fatto che bisogna giocare a tennis con un margine d'errore basissimo. E' inutile giocare 1dritto sulla riga, e poi sbagliarne 2! Bisogna giocare al max, delle proprie risorse tecniche, quindi se giochi con un palettaro, prova a concentrarti sul fatto che nn devi sbagliare, poi se vincerà lui, xchè avrà più gamba sugli scambi interminabili, beh questa si chiama preparazione atletica o fisico.
Secondo me il succo sta qua, inoltre tornando sul discorso del braccino... mi chiedo: ma se inizio a tirare un dritto a padella sopra la rete (per intenderci, come se nn si sapesse giocare), sbaglierei? io credo di no... e xchè? Xchè per la ns. tecnica il colpo è talmente facile che è impossibile sbagliarlo... e torniamo sempre li!
Tecnica = Sapere fare un colpo ad occhi chiusi... che è diverso dal essere belli da vedere ma tirarne una dentro ed una fuori!

Tutto qua.
cristiano75
cristiano75

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 01.02.10

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da oedem il Lun 04 Apr 2011, 14:09

Corre,
io mi riferivo a quanto detto da Stefano sul sapere cosa fare in campo e condivido quanto scritto da dropshot
dropshot II ha scritto:il cosa fare in campo si studia, lo si allena per poi trovarsi a giocare in partita situazioni già provate e riprovate.

Poi, che ad altissimi livelli anche l'aspetto mentale abbia un suo significato, è vero.
Ma agli altri livelli, imho, è secondario.

Al mio livello, l'unica fattore che implica la testa reputo sia la capacità di concentrazione cioè concentrarsi sulla palla, sul piegarsi e stare bassi e tutto il resto vien da se.
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il tennis e la voglia di vincere. - Pagina 3 Empty Re: Il tennis e la voglia di vincere.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.