Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 4 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» Master 1000 a Roma
Da marco61 Oggi alle 00:27

» Lorenzo Sonego
Da marco61 Oggi alle 00:22

» Lorenzo Musetti
Da Tempesta Ieri alle 19:32

» Camila Giorgi
Da nw-t Ieri alle 14:57

» Cosa ne pensate?
Da Matteo1970 Ieri alle 10:54

» Un buon torneo
Da Giovanni62 Mer 12 Mag 2021, 10:32

» Bill Tilden
Da max1970 Mar 11 Mag 2021, 22:01

» 28 aces in due set, considerazioni
Da Incompetennis Mar 11 Mag 2021, 20:14

» Gambali, polpacciere
Da gabr179 Mar 11 Mag 2021, 15:01

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Lun 10 Mag 2021, 20:24

» Slinger Bag - trolley lanciapalle
Da gabr179 Lun 10 Mag 2021, 18:35

» Berrettini
Da veterano Lun 10 Mag 2021, 16:25


Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da janko60 Ven 27 Mag 2011, 17:41

Promemoria primo messaggio :

In questi giorni mi sono “Dedicato” Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 106988 alla riparazione di 2 incordatrici “economiche” acquistate da amici che mi hanno chiesto una mano x far fronte alla debackle dei loro mezzi………...

Parliamo di :

1) Pro’s Pro Challenger Manuale a Contrappeso
2) Pro’s Pro TX-600 con motore elettronico

Se possibile, vorrei farvi rendere conto di quanto male si possono (purtroppo) spendere i soldi senza aver focalizzato bene un certo obiettivo………………

Sia chiaro a tutti che stiamo parlando di 2 macchine il cui costo sul mercato si aggira intorno ai 350 Euro……… e se pensiamo per un’attimo che ci guadagnano tutti, da chi le produce a chi le importa e le rivende…………….. non e’ che il materiale con cui sono costruite possa essere di prima qualita’………….. senza entrare poi nello specifico della progettazione………..

Come dice quella sagoma di mia suocera……………. “poco paghi e poco godi”……….. Wink

Il danno comune a entrambe le macchine, si riferisce a un elemento apparentemente banale, ma fondamentale : il Blocco porta-pinze

Pro’s Pro Challenger :

Uno dei 2 porta pinze non si blocca + sul basamento, la leva di bloccaggio si incanta e sforzando gira a vuoto.

Purtroppo non ho avuto il tempo di farvi delle foto con l’esploso dei pezzi che lo compongono……………. E spiegare a parole non e’ molto agevole…………….

Diciamo che il meccanismo e’ di per se’ apparentemente semplice ma per quello che deve fare fin troppo complicato…………………in quanto ci sono svariati pezzi meccanici che sono sottoposti a sforzo ed essendo costruiti con materiale di bassa qualita’, si consumano velocemente e sicuro prima che poi, si spaccano o non fanno + quello per cui sono nati…………

Nello specifico, la leva di bloccaggio agisce su un perno verticale che ha un eccentrico, il quale spinge in senso orizzontale un pistoncino in ottone sagomato che a sua volta fa da “freno” a un piattello conico in alluminio che blocca il porta-pinze sul basamento…………..

Il consumo del perno orizzontale, (che a dir il vero ha una compensazione di regolazione tramite una brugola interna che forse non tutti sanno che c’e’ ) , porta anche al consumo anomalo del perno superiore verticale……………

Risultato………….. porta-pinze inservibile.

Pero’ questa macchina ha lavorato per un buon anno facendo anche diverse racchette a settimana………..

Pro’s Pro TX-600

Macchina dal costo leggermente superiore………… e qui si sono “allargati” per dargli un’impronta di maggiore comodita’ ………………(chissa’ poi perche’……….)

Diciamo che a grandi linee il meccanismo di bloccaggio e’ simile al precedente ma con dei “miglioramenti” che si traducono purtroppo in peggioramenti………………

Hanno inserito un marchingegno di sbloccaggio all’interno del cilindro in cui si infilano le pinze e hanno aggiunto ben 3 cuscinetti sul famoso perno verticale con l’eccentrico………….

Peccato che i giochi di accoppiamento sono quelli che sono………… la qualita’ dei cuscinetti non e’ proprio eccelsa………………. Morale……….. si e’ Disintegrato un cuscinetto e ha bloccato il porta-pinza………….. solo che questa macchina ha un paio di mesi di vita scarsi ………………… l’unica cosa e’ che e’ stata sottoposta a un lavoro superiore alla singola racchetta a settimana che e’ il suo target massimo secondo il mio punto di vista molto personale………..

Il + spartano porta-pinze del modello manuale, e’ + affidabile di questo ……………….

Ed e' meglio che non vi parli della qualita’ della pinza a 5 denti in dotazione……………. Una robetta a dir poco ridicola ………….. provate solo prenderla in mano e a confrontarla anche solo con la vecchia serie dello stesso costruttore………..

Conclusione:

In queste macchine , la bassa qualita’ di quello che portate a casa e’ commisurata all’esborso economico……..

Fino a che vi limitate a una racchetta ogni tanto, fanno il loro lavoro ( sul “bene” ci sarebbe molto da discutere……….) e il risultato finale puo’ essere accettabile unicamente per una persona che inizia a incordare solo per passione……………

Se pensate di “alzare il tiro”, cioe’ incordare qualche racchetta in + o ottenere un lavoro costante e di buona fattura, secondo me pensateci molto bene e dirigete il vostro sforzo economico su altri modelli o lidi………….. purtroppo con ben altri prezzi……..

E’ ormai qualche anno che leggo post su macchine incordatici e richieste di utenti che vertono su quali siano i modelli migliori specie nel rapporto qualita’-prezzo e via di questo passo.

Un’idea del tutto personale me la sono fatta a fronte degli errori miei e di pochi altri che ho conosciuto di persona e letto nei forum……… ma vi invito a prenderla come sempre con molta cautela e soprattutto a confrontarvi anche con Stefano e Mario che di macchine e racchette ne hanno passate sotto le pinze………..

Un’incordatrice economica e’ solo qualcosa di piu’ di un giocattolo pesante……………..

Se vi limitate a giocarci poco e a divertirvi come accadeva da bambini e senza chiedere nulla di + che il divertimento fine a se’ stesso…………. possono andare bene…………

Cosa certa e’ che da assoluto neofita, non comprerei di sicuro una macchina manuale ( forse eccetto la Stringway di cui si e’ parlato da qualche parte) specie se non c’e’ nessuno esperto che ci insegni, perche’ la corretta esecuzione e ripetibilita’ del gesto e’ qualcosa che si acquisisce solo con l’esperienza ( vedi il Tennis?? Wink ) ……….. e per chi inizia a incordare e’ solo un’ostacolo in +

Quello che non sono ancora riuscito a trovare con certezza, e’ il Costruttore serio ed affidabile nella gamma di prezzo secondo me interessante per chi non e’un vero Pro di mestiere, cioe’ il range 1000 – 3000 Eur, in cui siamo ancora tra il “Vorrei ma Non Posso” …….. fatto salvo per l'interessantissimo post di Bradipo

https://tennisteam.forumattivo.com/t2980-recensione-protennis-590i

Perche’ purtroppo, x raggiungere l’elevatissimo esborso economico (ma di indubbia qualita’), di una Tecnifibre o una Babolat Nuove……………. ci vuole un portafoglio che e’ da pochi………..

J
janko60
janko60

Messaggi : 2698
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : Di là da l'aghe

Torna in alto Andare in basso


Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Stefano Lun 30 Mag 2011, 14:33

Ciao jagui.

A 4 nodi e' semplice. Installi le verticali e le leghi in basso, grommet 6T.

Per le orizzontali invece parti normalmente dall'alto, blocca la prima orizzontale con la starting clamp e scendi. Poi leghi in alto a 5H. In basso, invece di installare la penultima e l'ultima installa prima l'ultima, poi la penultima. Cosi' hai meno distanza tra il grommet di uscita e quello dove leghi, che e' l'11T.

E' questo che ti serviva sapere?

Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da jagui Lun 30 Mag 2011, 16:40

Grazie Stefano, ok è lo schema che uso, tranne il fatto di installare prima l'ultima orizzontale in basso e poi la penultima, questo è un accorgimento di cui non ero a conoscenza.

Due cose ora vorrei chiarirmi.

1. per i nodi di chiusura, è meglio tensionare l'ultimo spezzone di corda, bloccarlo col punteruolo nel foro e fare il nodo, oppure è preferibile/sufficiente la pinza della macchina in posizione e tirare a mano il tratto di corda del nodo?

2. nell'iniziare le verticali con il safe method, si deve tirare la prima verticale di destra direttamente sulla pinza. Ma c'è un modo per evitare di tirare questa corda direttamente sulla pinza? Ma se metto entrambe le pinze della macchina sulla prima verticale di sinistra, una alla gola e una in testa, e poi tiro la verticale di destra, è una soluzione valida?
jagui
jagui

Messaggi : 325
Data d'iscrizione : 19.05.11
Età : 48
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Stefano Lun 30 Mag 2011, 23:03

Jagui, andiamo per punti.

1) Il punteruolo non ti serve. E' una vecchia procedura che si usava 40 anni fa e che solo qualche nostalgico (pochissimi) usa ancora. Tiri la corda da legare con la macchina, alzando la tensione (io la alzo del 20%) e poi leghi a mano usando una pinza o una starting clamp

2) Per iniziare, tiri le 2 verticali centrali insieme. Poi blocchi una corda con la starting clamp all'esterno del telaio e con una pinza della macchina all'opposto. L'altra corda la blocchi solo con la pinza della macchina.

Guarda qui, la seconda foto: https://tennisteam.forumattivo.com/t2805-iniziare-le-verticali


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Eiffel59 Lun 30 Mag 2011, 23:49

Io quando possibile appartengo ancora ai nostalgici...anche perchè c'è punteruolo e punteruolo (io uso i Kimony) e ritengo che un buon nodo valga di più di un 20% di sovratensionamento su un angolo ristretto. Fermo restando che se il lavoro è fatto a regola d'arte ognuno si trova meglio col metodo suo...Wink
Eiffel59
Eiffel59

Messaggi : 2297
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 62
Località : Brescia/Parigi

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Simba Lun 30 Mag 2011, 23:54

@Eiffel59 ha scritto:Io quando possibile appartengo ancora ai nostalgici...anche perchè c'è punteruolo e punteruolo (io uso i Kimony) e ritengo che un buon nodo valga di più di un 20% di sovratensionamento su un angolo ristretto. Fermo restando che se il lavoro è fatto a regola d'arte ognuno si trova meglio col metodo suo...Wink
Approfitto: dove si possono reperire i Kimono preferibilmente in Italia (tranne GSS)?
Grazie!
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Stefano Mar 31 Mag 2011, 00:21

@Eiffel59 ha scritto:Fermo restando che se il lavoro è fatto a regola d'arte ognuno si trova meglio col metodo suo...Wink

Qui ti straquoto, Mario!

Quello che conta e' il risultato finale Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Stefano Mar 31 Mag 2011, 00:23

@Simba ha scritto:
Approfitto: dove si possono reperire i Kimono preferibilmente in Italia (tranne GSS)?
Grazie!

Simba, io li prendo da GSS.

Qual e' il imite per evitare le spese di dogana?


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Eiffel59 Mar 31 Mag 2011, 08:16

Simba, io i Kimony li ho ordinati direttamente ai Jap, con altri accessori/attrezzi da lavoro. (www.kimony.com)
Eiffel59
Eiffel59

Messaggi : 2297
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 62
Località : Brescia/Parigi

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da janko60 Gio 02 Giu 2011, 09:29

@Cesco ha scritto:Confesso che quasi mi vergogno a scrivere dopo le "recensioni" e "commenti" delle autorevoli firme di questo post.
Tuttavia, non mi è stato possibile fare a meno di fare sentire anche la voce di un "dilettante allo sbaraglio" che non può permettersi la spesa per le macchine di cui si dibatte.

Io sono un FELICE (per ora) possessore di una Penta Premium Stringer 3600 che con il suo acquisto ha anche condizionato la scelta di molti altri di questo forum e non solo.

Premetto che l'acquisto non è stato fatto a scopo professionale, ma soltanto per utilità personale perchè stanco delle "incazzature" con incordatori provvisti di macchine ultra-professionali che, però, quasi mai hanno incordato le mie racchette alla tensione richiesta, oppure lo hanno fatto con patterns "fantasiosi", per non parlare della disponibilità a provare corde differenti.

Adesso che posseggo una macchina tutta per me e dopo avere letto e riletto, visto e rivisto i vari metodi per incordare, come si fanno i nodi, quali corde per quale scopo utilizzare, come comporre correttamente un ibrido, ecc. ecc., soprattutto grazie agli interventi di persone esperte come Stefano e Mario che continuo a leggere con venerazione, incordo da me le mie racchette e, forse perchè non posso prendermela con altri, ma vi assicuro che ho una grande sensibilità, sono SODDISFATTO.

Finalmente posso sperimentare nuove soluzioni e, se non sono soddisfacenti, taglio e reincordo.
Tutto questo ha una grande valenza oltre ad un significativo vantaggio economico.

Cosa ho voluto dire.
Semplicemente che, a mie spese, ho potuto appurare che non è la macchina che fa il bravo incordatore e che, anche i bravi incordatori, qualche volta, vuoi perchè carichi di lavoro, oppure perchè in una giornata storta (magari hanno litigato con la moglie/compagna) non sempre prestano la dovuta attenzione.

Ma, ciò che mi preme affermare maggiormente è che è troppo "superficiale" parlare di "gioie e dolori" per quanto riguarda le cosiddette macchine economiche.
Quando ho acquistato la mia Stringer 3600 ero perfettamente consapevole del rapporto qualità/prezzo ma, ero anche consapevole che non avrei MAI stressato la macchina a livelli da metterla in crisi.
Non credo che incordare una racchetta ogni 10/15 ore di gioco (una volta ogni due settimane circa) sia sufficiente a degradare, in tempi brevi, i componenti per quanto economici possano essere.
Per quanto riguarda, poi, la precisione, dopo alcune prove, io ho raggiunto il giusto compromesso: adesso so perfettamente a quanti kg. impostare il peso manuale per ottenere ciò che voglio dalla mia racchetta e mi basta ed avanza.

Pertanto, non ritengo corretto demonizzare a priori le macchine in questione, ma tutto DEVE essere rapportato all'utilizzo finale.
Se lo scopo è quello di prestare servizio anche a terzi, probabilmente è necessario valutare qualcosa di più professionale.
Se, invece, l'utilizzo è ESCLUSIVAMENTE personale, allora non ritengo necessario e vantaggioso fare un esborso sproporzionato.

Resta inteso che, anche se si possiede la macchina più evoluta, il risultato sarà influenzato dall'abilità e dalla professionalità dell'incordatore.
Ma questo non è sempre scontato !!!

Scusate l'intromissione e la lungaggine dell' intervento.
Adesso devo proprio andare ad incordare una mia racchetta con un ibrido che mi intriga molto........


Cesco

Mi fa molto piacere leggere finalmente il giudizo positivo di un "non Pro" .......... Wink

Forse sono stato un po' severo.......... ma in certe cose per me non esistono le scale di grigio.........

sara' per deformazione professionale ............... ma credimi, non era mia intenzione di Demonizzare alcunche'................. anzi..............

Volevo solo mettere in guardia molti di voi, dando l'unco giudizio di cui sono all'altezza, cioe' la qualita' costruttiva e la bonta' dei materiali...............

Non ho ovviamente testato Tutte le macchine economiche.................... spero che la tua e le poche altre di cui ho letto........... siano una felice eccezione............... ma nutro i miei personali dubbi................

Ragazzi........... meno che meno nel Tennis, nessun "commerciante" vi regala niente.................... una macchina da 200 Euro con tanto di 2 pinze a basamento................ costruttivamente e' quello che e' ............. non vi fate illusioni.................. l'importante e' esserne ben coscienti...........

Per acquistare solo 2 pinze degne di tale nome, dovete spendere quasi 150 Euro............... e se riflettete su quanto siano importanti le pinze..................

Se rileggi i miei post, ho scritto che le drop weight economiche in oggetto della mia analisi, sono macchine costruite per incordare non + di una racchetta a settimana................. e questo e' meccanicamente la verita'............. verificata dai fatti..............

Riconfermo poi, quanto ho scritto in precedenza: secondo me, la manuale e' + difficile da usare per uno che incomincia da Zero senza un buon insegnante.............

Ha assolutamente ragione Stefano quando afferma che e' meglio una manuale da 500 Eur piuttosto che una elettronica da 1000.

Infatti (e purtroppo) , il Target che avevo individuato per una elettronica , era tra i 1000 e i 3000 Eur.......... e aspetto ancora conferme............

Concordo e Ribadisco in pieno quando affermi : "tutto DEVE essere rapportato all'utilizzo finale."

Infatti , come diceva Ste, tanti iniziano a incordare solo per se' e poi diventa come le caramelle............. un tira l'altra........ e ti ritrovi con una macchina inadeguata.....................

Ma se sai gia' in partenza che sara' cosi'.................. una macchina economica sono soldi mal spesi.............

E' ovvio che un bravo incordatore puo' utilizzare qualunque "accrocchio".............. ma e' Diventare bravi che e' difficile..................

Provate solo a pensare di non Avere i preziosi consigli di Stefano e Mario e di non avere i mitici filmatini di Youlittle.......... Wink

J
janko60
janko60

Messaggi : 2698
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : Di là da l'aghe

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Simba Gio 02 Giu 2011, 13:23

@Stefano ha scritto:
@Simba ha scritto:
Approfitto: dove si possono reperire i Kimono preferibilmente in Italia (tranne GSS)?
Grazie!

Simba, io li prendo da GSS.

Qual e' il imite per evitare le spese di dogana?
Il tetto max raggiungibile dovrebbe essere 50 euri
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Stefano Gio 02 Giu 2011, 13:25

50 euri spedizione compresa o esclusa?

In ogni caso, dovresti starci dentro. Costano 25 dollari l'uno. Quando ne hai 2 sei piu' che a posto.


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da cobrama Gio 02 Giu 2011, 21:30

Oltre alla durata, e alla tenuta delle pinze, nella parte che si blocca sui basamenti di alcune economiche(come la mia cb10 tennispro) la non perfetta planarita' del basamento provoca in fase di bloccaggio della pinza al basamento lo spostamento della pinza già in tensione di qualche millimetro(il che non e' affatto poco in quanto si traduce in anche un kg ed anche più di differenza che poi se sommato al lato opposto sulle orizzontali fanno ben oltre i 2 kg. Fortunatamente questo che ritengo essere un grave problema sulle economiche può essere risolto blocca do prima il supporto pinza e poi la pinza sulle corde, si perde forse un pelo di tempo in più ma almeno si ha una uniformità di tensione.
@janko60 ha scritto:
@Cesco ha scritto:Confesso che quasi mi vergogno a scrivere dopo le "recensioni" e "commenti" delle autorevoli firme di questo post.
Tuttavia, non mi è stato possibile fare a meno di fare sentire anche la voce di un "dilettante allo sbaraglio" che non può permettersi la spesa per le macchine di cui si dibatte.

Io sono un FELICE (per ora) possessore di una Penta Premium Stringer 3600 che con il suo acquisto ha anche condizionato la scelta di molti altri di questo forum e non solo.

Premetto che l'acquisto non è stato fatto a scopo professionale, ma soltanto per utilità personale perchè stanco delle "incazzature" con incordatori provvisti di macchine ultra-professionali che, però, quasi mai hanno incordato le mie racchette alla tensione richiesta, oppure lo hanno fatto con patterns "fantasiosi", per non parlare della disponibilità a provare corde differenti.

Adesso che posseggo una macchina tutta per me e dopo avere letto e riletto, visto e rivisto i vari metodi per incordare, come si fanno i nodi, quali corde per quale scopo utilizzare, come comporre correttamente un ibrido, ecc. ecc., soprattutto grazie agli interventi di persone esperte come Stefano e Mario che continuo a leggere con venerazione, incordo da me le mie racchette e, forse perchè non posso prendermela con altri, ma vi assicuro che ho una grande sensibilità, sono SODDISFATTO.

Finalmente posso sperimentare nuove soluzioni e, se non sono soddisfacenti, taglio e reincordo.
Tutto questo ha una grande valenza oltre ad un significativo vantaggio economico.

Cosa ho voluto dire.
Semplicemente che, a mie spese, ho potuto appurare che non è la macchina che fa il bravo incordatore e che, anche i bravi incordatori, qualche volta, vuoi perchè carichi di lavoro, oppure perchè in una giornata storta (magari hanno litigato con la moglie/compagna) non sempre prestano la dovuta attenzione.

Ma, ciò che mi preme affermare maggiormente è che è troppo "superficiale" parlare di "gioie e dolori" per quanto riguarda le cosiddette macchine economiche.
Quando ho acquistato la mia Stringer 3600 ero perfettamente consapevole del rapporto qualità/prezzo ma, ero anche consapevole che non avrei MAI stressato la macchina a livelli da metterla in crisi.
Non credo che incordare una racchetta ogni 10/15 ore di gioco (una volta ogni due settimane circa) sia sufficiente a degradare, in tempi brevi, i componenti per quanto economici possano essere.
Per quanto riguarda, poi, la precisione, dopo alcune prove, io ho raggiunto il giusto compromesso: adesso so perfettamente a quanti kg. impostare il peso manuale per ottenere ciò che voglio dalla mia racchetta e mi basta ed avanza.

Pertanto, non ritengo corretto demonizzare a priori le macchine in questione, ma tutto DEVE essere rapportato all'utilizzo finale.
Se lo scopo è quello di prestare servizio anche a terzi, probabilmente è necessario valutare qualcosa di più professionale.
Se, invece, l'utilizzo è ESCLUSIVAMENTE personale, allora non ritengo necessario e vantaggioso fare un esborso sproporzionato.

Resta inteso che, anche se si possiede la macchina più evoluta, il risultato sarà influenzato dall'abilità e dalla professionalità dell'incordatore.
Ma questo non è sempre scontato !!!

Scusate l'intromissione e la lungaggine dell' intervento.
Adesso devo proprio andare ad incordare una mia racchetta con un ibrido che mi intriga molto........


Cesco

Mi fa molto piacere leggere finalmente il giudizo positivo di un "non Pro" .......... Wink

Forse sono stato un po' severo.......... ma in certe cose per me non esistono le scale di grigio.........

sara' per deformazione professionale ............... ma credimi, non era mia intenzione di Demonizzare alcunche'................. anzi..............

Volevo solo mettere in guardia molti di voi, dando l'unco giudizio di cui sono all'altezza, cioe' la qualita' costruttiva e la bonta' dei materiali...............

Non ho ovviamente testato Tutte le macchine economiche.................... spero che la tua e le poche altre di cui ho letto........... siano una felice eccezione............... ma nutro i miei personali dubbi................

Ragazzi........... meno che meno nel Tennis, nessun "commerciante" vi regala niente.................... una macchina da 200 Euro con tanto di 2 pinze a basamento................ costruttivamente e' quello che e' ............. non vi fate illusioni.................. l'importante e' esserne ben coscienti...........

Per acquistare solo 2 pinze degne di tale nome, dovete spendere quasi 150 Euro............... e se riflettete su quanto siano importanti le pinze..................

Se rileggi i miei post, ho scritto che le drop weight economiche in oggetto della mia analisi, sono macchine costruite per incordare non + di una racchetta a settimana................. e questo e' meccanicamente la verita'............. verificata dai fatti..............

Riconfermo poi, quanto ho scritto in precedenza: secondo me, la manuale e' + difficile da usare per uno che incomincia da Zero senza un buon insegnante.............

Ha assolutamente ragione Stefano quando afferma che e' meglio una manuale da 500 Eur piuttosto che una elettronica da 1000.

Infatti (e purtroppo) , il Target che avevo individuato per una elettronica , era tra i 1000 e i 3000 Eur.......... e aspetto ancora conferme............

Concordo e Ribadisco in pieno quando affermi : "tutto DEVE essere rapportato all'utilizzo finale."

Infatti , come diceva Ste, tanti iniziano a incordare solo per se' e poi diventa come le caramelle............. un tira l'altra........ e ti ritrovi con una macchina inadeguata.....................

Ma se sai gia' in partenza che sara' cosi'.................. una macchina economica sono soldi mal spesi.............

E' ovvio che un bravo incordatore puo' utilizzare qualunque "accrocchio".............. ma e' Diventare bravi che e' difficile..................

Provate solo a pensare di non Avere i preziosi consigli di Stefano e Mario e di non avere i mitici filmatini di Youlittle.......... Wink

J
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 54
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori - Pagina 2 Empty Re: Incordatrici Economiche…. Gioie e Dolori

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.