TENNISTEAM
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 13 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 13 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 320 il Dom 25 Lug 2021, 13:48
Ultimi argomenti attivi
» Atp finals
Da correnelvento Ieri alle 18:07

» Ma le racchette sono migliorate realmente negli ultimi anni?
Da spalama Ieri alle 11:41

» Lorenzo Musetti
Da correnelvento Ieri alle 09:18

» Nadal è al capolinea?
Da paoletto Gio 24 Nov 2022, 18:46

» Stefanos Tsitsipas
Da yatahaze Dom 20 Nov 2022, 09:11

» Alloggio a Brescia 8/10 dicembre
Da marco61 Dom 20 Nov 2022, 06:54

» Rovesci bimani
Da veterano Gio 17 Nov 2022, 01:01

» rovescio ad una mano
Da Davidev88 Lun 14 Nov 2022, 21:54

» United Cup
Da correnelvento Lun 14 Nov 2022, 18:59

» NextGen
Da spalama Dom 13 Nov 2022, 08:35

» Nuove corde per U12/14
Da marco61 Ven 11 Nov 2022, 21:55

» Pure Aero 2022
Da nw-t Ven 11 Nov 2022, 20:29

» Asini da circolo: quello che dice "non sa fare un rovescio in top"
Da yatahaze Mer 09 Nov 2022, 08:42

» Holger Rune
Da yatahaze Mar 08 Nov 2022, 14:30

» Qualche incordatore in provincia di Salerno?
Da giascuccio Lun 07 Nov 2022, 17:36

» Mercatini in rete
Da wetton76 Dom 06 Nov 2022, 19:34

» Fabio Fognini
Da johnnyyo Gio 03 Nov 2022, 11:31

» Jannik Sinner
Da correnelvento Gio 03 Nov 2022, 05:13

» Felix Auger Aliassime
Da johnnyyo Lun 31 Ott 2022, 13:31

» Overgrip sottile ma resistente.
Da muster Lun 31 Ott 2022, 11:50

» Daniil Medvedev
Da Matador66 Lun 31 Ott 2022, 08:52

» Le corde possono perdere tensione in due modi?
Da nw-t Dom 30 Ott 2022, 10:59

» auguri Marco
Da Chiros Dom 30 Ott 2022, 04:40

» Minkiate da forum: #3
Da nw-t Ven 28 Ott 2022, 21:46

» Minkiate da forum #2
Da correnelvento Ven 28 Ott 2022, 14:09

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

400.000 euro in cambio di cosa?

+5
gp
Gabrilele
dag
alain proust
janko60
9 partecipanti

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da janko60 Sab 14 Gen 2012, 22:47


http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2012/01/12/651229-euro_cambio_cosa.shtml

Argomento molto scottante, ma molto sottaciuto......... Wink

J
janko60
janko60

Messaggi : 2695
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : Di là da l'aghe

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da alain proust Dom 15 Gen 2012, 09:29

argomento scottante e interessante. se può consolare questi maestri "sfigati" (cito l'articolo), si pensi che (siamo in Italia...) anche l'appartenenza all'ordine dei dottori commercialisti (cui appartengo) non dà praticamente alcuna esclusiva ai professionisti, se non alcune marginali. e in infatti, a dispetto di ciò che molti pensano, tutte le attività di maggiore importanza e delicatezza (redazione dei bilanci di società di capitali, compilazione delle dichiarazioni dei redditi, consulenze in materia di diritto societario e tributario ecc.) sono libere e nessuno può negare ad una qualunque persona anche priva di titoli di studio di aprirsi una partita iva e aprire uno studio di "consulenza", basta non usare la parola "magica" commercialista, e sei a posto. Siamo nel Paese di Pulcinella.
poi però per fare un'attività da commerciante o poco più, come il farmacista, hai bisogno del titolo di studio (e questo è giusto per tutelare la salute dei cittadini) e in "regalo" hai la garanzia di essere il solo farmacista ogni tot. abitanti, con le note conseguenza in termini di reddito, e infatti sappiamo che i farmacisti non fanno fatica ad arrivare a fine mese...
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da dag Dom 05 Feb 2012, 21:23

Ciao a tutti l'argomento è molto delicato anche perchè tocca una sfera di competenza solo di pochi !!
Vi allego il link della risposta ufficiale del PRESIDENTE NAZIONALE UISP forse vi aiuterà a capire meglio alcune situazioni, spero risolvibili a breve, per il bene del tennis in Italia.
http://www.uisp.it/tennis/index.php?contentId=98
Personalmente come maestro mi farebbe piacere appartenere ad un albo ufficiale come per i maestri di sci e ricevere quindi una tutela migliore di quella attuale sotto tutti i punti di vista, sopratutto quello previdenziale.
dag
dag

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 24.07.11
Età : 52
Località : Basiliano (UD)

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Gabrilele Dom 05 Feb 2012, 22:07

ciao Dag! bellissimo spunto!
avevo notato la poca simpatia della carissima 400.000 euro in cambio di cosa? 786556 FIT per la UISP su un'altro articolo in cui si parlava di quanto FIT raccimoli da istruttori e maestri e chi faceva parte di UISP pagava il doppio !
pazzesco!
l'articolo era collegato ad una associazione che aveva un banner su ubitennis. ovviamente ora non l'ho trovata!
la mia personale sensazione che FIT stia mungendo un po' tutti i settori ... siete d'accordo?

Gabrilele

Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 06.12.11
Età : 43

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Gabrilele Dom 05 Feb 2012, 22:16

scusate sono un po' stanco e non avevo letto sopra!

Gabrilele

Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 06.12.11
Età : 43

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 09:32

alain proust ha scritto:
poi però per fare un'attività da commerciante o poco più, come il farmacista, hai bisogno del titolo di studio (e questo è giusto per tutelare la salute dei cittadini) e in "regalo" hai la garanzia di essere il solo farmacista ogni tot. abitanti, con le note conseguenza in termini di reddito, e infatti sappiamo che i farmacisti non fanno fatica ad arrivare a fine mese...
per questa classe di professionisti bisogna fare dei distinguo ben precisi: esistono i farmacisti titolari di farmacie nei grandi centri urbani che effettivamente si trovano a gestire una miniera d'oro e poi ci sono i farmacisti rurali, quelli nei piccoli o piccolissimi centri, che gestiscono farmacie che garantiscono agli abitanti un servizio capillare e professionale di distribuzione di medicinali. quest'ultima categoria di farmacisti non naviga nell'oro, gestisce un'attività che è piena di vincoli e norme da rispettare (vedi farmaci da tenere obbligatoriamente in farmacia, allestimento di un piccolo laboratorio galenico, tenuta dei farmaci stupefacenti e dei relativi registri di carico e scarico, turni notturni da garantire, oltre a tutti gli altri vincoli e normative cui sono sottoposti tutti i commercianti, ecc.) e la necessità di limitare il numero di questi esercizi pubblici mi sembra sacrosanta.
anche l'idea di permettere la sola vendita dei farmaci da banco presso i supermercati non mi trova pienamente d'accordo: infatti in questo modo le farmacie verrebbero private del settore meno sottoposto a vincoli e più redditizio, mentre alle farmacie continuerebbero a rimanere tutti gli obblighi citati sopra, creando i presupposti per una concorrenza sleale. vogliamo i farmaci presso i supermercati? bene, allora i supermercati devono tenere tutti i farmaci, inclusi gli stupefacenti, devono partecipare ai turni di apertura notturna, ecc. Non credo sia una cosa facilmente attuabile...

ps.: sono un farmacista, ma non sono titolare di farmacia nè, tantomeno, lavoro in farmacia...
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Feliciano Lun 06 Feb 2012, 10:12

Gp, sono stato nei paraggi di Roma un paio di anni fa, precisamente alloggiato in uno degli alberghi nella zona dell'Isola Sacra.
Mi è capitato di imbattermi, nel primo giorno di permanenza, in un fastidiosissimo virus intestinale.
Ebbene se in albergo non avessero avuto una provvidenziale scorta di medicine, sarei dovuto recarmi nella farmacia più vicina, che si trovava dalle parti di Ostia, vale a dire a circa 5 km. Shocked
E la zona in cui era situato l'hotel non era proprio disabitata, anzi mi è sembrata prettamente residenziale.

Tutto questo è normale? Non credo proprio.


www.albertoponturo.it
www.albertoponturo.it/blog
http://www.flickr.com/photos/albertoponturo
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 41

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 10:19

ad isola sacra di farmacie ce ne sono almeno 3. una è comunale.
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Feliciano Lun 06 Feb 2012, 10:26

gp ha scritto:ad isola sacra di farmacie ce ne sono almeno 3. una è comunale.
Niet!
Quella comunale, peraltro anche questa non proprio a due passi, all'epoca era chiusa per "lavori".
Le altre due... non pervenute. boh

Così mi informò l'addetto alla reception. Che motivo aveva di dirmi una minchiata?


www.albertoponturo.it
www.albertoponturo.it/blog
http://www.flickr.com/photos/albertoponturo
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 41

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 10:29

non è una questione soggettiva, eh!? basta guardare sull'elenco del telefono...
isola sacra è un territorio abbastanza disomogeneo in termini di densità di popolazione: c'è una zona molto densamente abitata verso la darsena ed una molto meno verso il ponte della scafa, dove c'è anche un hotel (magari quello dove eri alloggiato tu).
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da alain proust Lun 06 Feb 2012, 10:31

gp ha scritto:
per questa classe di professionisti bisogna fare dei distinguo ben precisi: esistono i farmacisti titolari di farmacie nei grandi centri urbani che effettivamente si trovano a gestire una miniera d'oro e poi ci sono i farmacisti rurali, quelli nei piccoli o piccolissimi centri, che gestiscono farmacie che garantiscono agli abitanti un servizio capillare e professionale di distribuzione di medicinali. quest'ultima categoria di farmacisti non naviga nell'oro, gestisce un'attività che è piena di vincoli e norme da rispettare (vedi farmaci da tenere obbligatoriamente in farmacia, allestimento di un piccolo laboratorio galenico, tenuta dei farmaci stupefacenti e dei relativi registri di carico e scarico, turni notturni da garantire, oltre a tutti gli altri vincoli e normative cui sono sottoposti tutti i commercianti, ecc.) e la necessità di limitare il numero di questi esercizi pubblici mi sembra sacrosanta.
anche l'idea di permettere la sola vendita dei farmaci da banco presso i supermercati non mi trova pienamente d'accordo: infatti in questo modo le farmacie verrebbero private del settore meno sottoposto a vincoli e più redditizio, mentre alle farmacie continuerebbero a rimanere tutti gli obblighi citati sopra, creando i presupposti per una concorrenza sleale. vogliamo i farmaci presso i supermercati? bene, allora i supermercati devono tenere tutti i farmaci, inclusi gli stupefacenti, devono partecipare ai turni di apertura notturna, ecc. Non credo sia una cosa facilmente attuabile...

ps.: sono un farmacista, ma non sono titolare di farmacia nè, tantomeno, lavoro in farmacia...
non sono d'accordo. ho diversi colleghi commercilaisti che seguono piccole farmacie di paese. ti assicuro che non se la passano male.
preoccuparsi come fai tu di privare le farmacie di un settore redditizio come i farmaci da banco se venduti dai supermercati, scusami, ma mi fa sorridere. i farmacisti hanno un reddito elevatissimo, aumentare la concorrenza e sottrarre loro una fetta del loro oligopolio ingiustificato equivale a redistribuire in parte il reddito, che passerebbe in minima parte dai farmacisti ai negozi concorrenti, e anche ai consumatori se si ottiene anche una diminuzione dei prezzi.
prechè mai dici che i supermercati dovrebbero tenere tutti i farmaci? la legge può prevedere che possano commerciare solo i farmaci da banco, senza obblighi di apertura notturna, per cui ci sono già le farmacie.
e poi a mio avviso è un anacronismo la previsione di un numero di farmacie ogni x abitanti. io liberalizzerei, senza vincoli di numero, dopo tutto i farmacisti sono poco più che dei commercianti, quindi liberalizziamo in toto questo commercio. è chiaro, con molti vincoli e controlli. ogni negozio dovrebbe avere un farmacista responsabile sempre al suo interno, dovrebbe essere sottoposto a controlli periodici dell'asl e dei nas (le iene insegnano qualcosa in questi giorni), e così forse ci sarebbe davvero concorrenza di prezzi e soprattutto il reddito sarebbe redistribuito più equamente.
ma è giusto che un commerciante al dettaglio di farmaci, sia milionario solo perchè opera in un mercato oligopolistico ex lege?!
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Feliciano Lun 06 Feb 2012, 10:40

Beh hotel ce n'è un bel po'... anche un paio di ristoranti se per questo.

Compare... io sono paesano, abituato ad avere tutto a portata di mano.
In città ci si deve adattare... lo so.

Comunque google maps mi dà ragione, in quella zona c'è un "buco".
Sono stato sfortunato, la prossima volta Roma centro tutta la vita.


400.000 euro in cambio di cosa? Scherm10


www.albertoponturo.it
www.albertoponturo.it/blog
http://www.flickr.com/photos/albertoponturo
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 41

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Chiros Lun 06 Feb 2012, 11:02

Ci sono paesi in cui la licenza per tassisti è libera.
Non esiste nessuna legge per aprire uno studio di ingegneria ogni tot abitanti. Perchè ci deve essere per le farmacie?
Più libertà e meno prepotenza.
Chiros
Chiros

Messaggi : 5690
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 48
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da alain proust Lun 06 Feb 2012, 11:16

Chiros ha scritto:Ci sono paesi in cui la licenza per tassisti è libera.
Non esiste nessuna legge per aprire uno studio di ingegneria ogni tot abitanti. Perchè ci deve essere per le farmacie?
Più libertà e meno prepotenza.
quotone.
preciso però che gli studi dei professionisti (avvocati, ingegneri, commercialisti, architetti, psicologi ecc., tranne i notai) non sono contingentati.
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 12:22

alain proust ha scritto: non sono d'accordo. ho diversi colleghi commercilaisti che seguono piccole farmacie di paese. ti assicuro che non se la passano male.
non se la passano male non significa che navighino nell'oro e, ribadisco, hanno vicoli e controlli che nessun altro commerciante ha. ribadisco che io prendo le difese delle farmacie rurali vere, non quelle di un paese tipo portofino o simili. quelle cioè sperdute in mezzo alle montagne in posti indicibili e con popolazioni assai limitate: a volte non si arriva a 3000 persone...
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 12:29

Feliciano ha scritto:Compare... io sono paesano, abituato ad avere tutto a portata di mano.
In città ci si deve adattare... lo so.

Comunque google maps mi dà ragione, in quella zona c'è un "buco".
Sono stato sfortunato, la prossima volta Roma centro tutta la vita.


400.000 euro in cambio di cosa? Scherm10
certo non si può pretendere di avere una farmacia ogni 150 metri come fosse un bar...
sei capitato in una zona isolata (lo si vede dalla mappa che tu hai postato) e la farmacia più vicina era appena a meno di due km (sia la A che la B (se sono due farmacie) sono a distanze inferiori ai 2 km, confronta il righello delle distanze sulla mappa).
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da alain proust Lun 06 Feb 2012, 12:52

gp ha scritto:
non se la passano male non significa che navighino nell'oro e, ribadisco, hanno vicoli e controlli che nessun altro commerciante ha. ribadisco che io prendo le difese delle farmacie rurali vere, non quelle di un paese tipo portofino o simili. quelle cioè sperdute in mezzo alle montagne in posti indicibili e con popolazioni assai limitate: a volte non si arriva a 3000 persone...
quando uno parla di "un paese", non credo che gli venga in mente Portofino o Alassio. e nemmeno il paese aggrappato alla montagna con poche anime (ammesso che la farmacia ce l'abbia). sono estremi, che non servono a niente per ragionare in termini generali.

in italia, secondo fonte del ministero della salute, c'è 1 farmacia ogni 4000 abitanti circa. questo è un dato di fatto oggettivo. ora dimmi, se non è oligopolio legale questo, che cosa è?

che in italia possa esistere qualche farmacia in passivo posso anche immaginarlo. ma che la categoria dei farmacisti titolari di farmacie debba essere tutelata attraverso il mantenimento di barriere all'ingresso, utili solo a conservare la loro rendita di posizione, questo non lo accetto. se mi si parla di motivazioni oggettive per il mantenimento di questi vincoli, volte alla tutela della salute pubblica o per altre garanzie, ci sto. se il discorso è fatto solo a difesa del reddito dei signori farmacisti, come disse il compianto Scalfaro, "io non ci sto!".
scusami, non so quali farmacisti conosci, ma per tutti quelli che conosco io, che non abito a portofino e neanche a milano, l'ultimo dei loro problemi sono proprio i soldi. poi, per carità, probabilmente il caso ha voluto che i farmacisti che hai incontrato siano davvero in cattive acque, ma è un po' contro la realtà evidente a tutti.

non ce l'ho con la categoria nello specifico, ma con le rendite di posizione create e mantenute dalla legge per motivi cheio non reputi validi. poi, quando i farmacisti, sulla scia del decreto Monti, osano raccogliere firme tra i clienti per "tutelare" la loro posizione, quando in realtà temono semplicemente, come l'ultimo dei bottegai, di vedere diminuire i loro redditi spropositati, mi va il sangue alla testa. 400.000 euro in cambio di cosa? 420441
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Chiros Lun 06 Feb 2012, 14:19

E meno male che sono nate le parafarmacie, almeno lì si riesce a risparmiare.
Chiros
Chiros

Messaggi : 5690
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 48
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 15:16

mi pare che stai travisando il senso del mio discorso, caro proust.
io ti sto dicendo: vuoi la liberizzazione delle farmacie? si? allora che sia vera liberizzazione, non solo di ciò che fa comodo. quindi la liberalizzazione dovrebbe essere di tutto il pacchetto, onori ed oneri.
figurati che io mi sono cancellato dall'ordine dei farmacisti, per dirti quanto anche io veda con il fumo negli occhi coloro che si arricchiscono grazie a leggi che li favoriscono.
ciò non toglie che però, anche se possiamo provare a dimenticare che esistano paesi di poche anime che comunque hanno la fortuna di avere una farmacia od un servizio di armadio farmaceutico, di fatto questa è la realtà.
la regola prevede che una farmacia urbana possa essere istituita ogni 4000 abitanti, per i comuni che hanno un numero di abitanti superiore a 12500, mentre per una rurale gli abitanti dovrebbero essere 3000. poi esistono i dispensari farmaceutici qualora le comunità siano ancora meno e dove risulterebbe impossibile gestire un servizio senza rimetterci troppo.
spesso i farmacisti delle piccole farmacie rurali non hanno nemmeno un collaboratore e pertanto sono legati mani e piedi agli orari di apertura dell'esercizio. inoltre praticamente sono reperibili h24 poichè non distribuiscono salami e prosciutti o, per rimanere in tema, solo zoccoli e dentifrici, ma anche farmaci salvavita o presidi medico chirurgici che possono fare la differenza, per un malato. la parte professionale riguarda i farmaci (e lì non c'è praticamente profitto, visto che il ministero non rimborsa nemmeno in tempi decenti quanto anticipato dal farmacista per il pagamento del grossista) ed i presidi medico chirurgici, mentre la parte commerciale, quella conveniente da un punto di vista economico, è il farmaco da banco e tutti i dietetici, cosmetici, ecc. ecc., proprio quella parte di entrate che andrebbero a conferire nelle casse delle parafarmacie, affrancandole da qualsiasi incombenza, regola ed altro che invece appesantiscono la gestione di una farmacia.
Quindi, si alle liberalizzazioni vere e no a quelle "furbe"!

gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da alain proust Lun 06 Feb 2012, 15:42

alain proust ha scritto:
e poi a mio avviso è un anacronismo la previsione di un numero di farmacie ogni x abitanti. io liberalizzerei, senza vincoli di numero, dopo tutto i farmacisti sono poco più che dei commercianti, quindi liberalizziamo in toto questo commercio. è chiaro, con molti vincoli e controlli. ogni negozio dovrebbe avere un farmacista responsabile sempre al suo interno, dovrebbe essere sottoposto a controlli periodici dell'asl e dei nas (le iene insegnano qualcosa in questi giorni), e così forse ci sarebbe davvero concorrenza di prezzi e soprattutto il reddito sarebbe redistribuito più equamente.

gp ha scritto:mi pare che stai travisando il senso del mio discorso, caro proust.
io ti sto dicendo: vuoi la liberizzazione delle farmacie? si? allora che sia vera liberizzazione, non solo di ciò che fa comodo. quindi la liberalizzazione dovrebbe essere di tutto il pacchetto, onori ed oneri.

veramente, come vedi, lo avevo già scritto, che sono per la liberalizzazione "di tutto il pacchetto"... quindi mi sa che stavamo dicendo la stessa cosa, ma non ce ne siamo accorti! Very Happy
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Chiros Lun 06 Feb 2012, 16:07

gp ha scritto:mi pare che stai travisando il senso del mio discorso, caro proust.
io ti sto dicendo: vuoi la liberizzazione delle farmacie? si? allora che sia vera liberizzazione, non solo di ciò che fa comodo. quindi la liberalizzazione dovrebbe essere di tutto il pacchetto, onori ed oneri.
figurati che io mi sono cancellato dall'ordine dei farmacisti, per dirti quanto anche io veda con il fumo negli occhi coloro che si arricchiscono grazie a leggi che li favoriscono.
ciò non toglie che però, anche se possiamo provare a dimenticare che esistano paesi di poche anime che comunque hanno la fortuna di avere una farmacia od un servizio di armadio farmaceutico, di fatto questa è la realtà.
la regola prevede che una farmacia urbana possa essere istituita ogni 4000 abitanti, per i comuni che hanno un numero di abitanti superiore a 12500, mentre per una rurale gli abitanti dovrebbero essere 3000. poi esistono i dispensari farmaceutici qualora le comunità siano ancora meno e dove risulterebbe impossibile gestire un servizio senza rimetterci troppo.
spesso i farmacisti delle piccole farmacie rurali non hanno nemmeno un collaboratore e pertanto sono legati mani e piedi agli orari di apertura dell'esercizio. inoltre praticamente sono reperibili h24 poichè non distribuiscono salami e prosciutti o, per rimanere in tema, solo zoccoli e dentifrici, ma anche farmaci salvavita o presidi medico chirurgici che possono fare la differenza, per un malato. la parte professionale riguarda i farmaci (e lì non c'è praticamente profitto, visto che il ministero non rimborsa nemmeno in tempi decenti quanto anticipato dal farmacista per il pagamento del grossista) ed i presidi medico chirurgici, mentre la parte commerciale, quella conveniente da un punto di vista economico, è il farmaco da banco e tutti i dietetici, cosmetici, ecc. ecc., proprio quella parte di entrate che andrebbero a conferire nelle casse delle parafarmacie, affrancandole da qualsiasi incombenza, regola ed altro che invece appesantiscono la gestione di una farmacia.
Quindi, si alle liberalizzazioni vere e no a quelle "furbe"!

Io pensavo che le farmacie fossero delle miniere d'oro e tu mi dici che con i farmaci non ci si guadagna? Le parafarmacie dunque guadagnano più delle farmacie?

Chiros
Chiros

Messaggi : 5690
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 48
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 19:07

alain proust ha scritto:
veramente, come vedi, lo avevo già scritto, che sono per la liberalizzazione "di tutto il pacchetto"... quindi mi sa che stavamo dicendo la stessa cosa, ma non ce ne siamo accorti! Very Happy
su alcuni aspetti della liberalizzazione, può darsi, ma su ciò che riguarda l'anacronismo del concetto di una farmacia per tot abitanti no: mi dici tu quale sarebbe il pazzo che, potendosi scegliere una sede per la propria farmacia l'andrebbe ad aprire nel paesino sperduto? tutti, o almeno la maggior parte degli imprenditori, correrebbero dove il denaro gira, nei grossi centri, distruggendo la rete di distribuzione attuale che è, invece, capillare e, direi, essenziale per la qualità del servizio sanitario offerto ai contribuenti. le sedi farmaceutiche, infatti, vengono assegnate attraverso concorsi pubblici indetti ogni volta che in una comunità si raggiungano un numero sufficiente di anime da poter garantire dignità e profitto ad una farmacia.
ai tempi in cui era diffusa in alcune vaste aree del paese la malaria esisteva il "chinino di stato" che veniva distribuito nelle tabaccherie: era un modo per far arrivare il farmaco (un solo tipo di farmaco, attenzione!) in maniera capillare dappertutto, anche dove non esistevano presidi sanitari e farmacie. Questo tipo di strategia non può essere, ovviamente, esteso a tutto l'armamentario farmaceutico...
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da gp Lun 06 Feb 2012, 19:31

Chiros ha scritto:
Io pensavo che le farmacie fossero delle miniere d'oro e tu mi dici che con i farmaci non ci si guadagna? Le parafarmacie dunque guadagnano più delle farmacie?


le parafarmacie sono esercizi sanitari/commerciali più agili delle farmacie, poichè la loro gestione dipende solo dalla loro capacità di gestire un magazzino, sui generis ma pur sempre un magazzino e dalla capacità di offrire alla clientela consigli appropriati sul modo di utilizzo di quei farmaci che, anche se sono definiti "da banco" e di libera vendita senza prescrizione medica, vanno sempre maneggiati con attenzione e consapevolezza; il cliente/paziente che si ritiene soddisfatto di un servizio tornerà nella stessa parafarmacia, fidelizzandosi, al contrario, quello che non ha ottenuto benefici terapeutici per un consiglio mal dato se ne terrà lontano: niente di più o di meno di quanto accade per un bar, ma, questo consentimelo, senza nulla togliere al personale che lavora in un bar, ad un livello un po' più elevato (se non stiamo parlando di un paio di zoccoli o del giochino per il bambino); le parafarmacie, sono più agilmente conducibili poichè contrariamente a quanto accade per una farmacia tradizionale, non debbono aspettare il rimborso da parte del Ministero della Salute della quota di capitale che hanno dovuto anticipare per comprare dal grossista il farmaco "etico" (quello che puoi somministrare al paziente solo dietro prescrizione medica) per distribuirlo dietro il solo pagamento del ticket al paziente. spesso e volentieri tali somme sono considerevoli, tanto da spingere i farmacisti a forme di sciopero, talvolta.
gp
gp

Messaggi : 1956
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 61
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da aless Lun 06 Feb 2012, 19:33

alain proust ha scritto:
io liberalizzerei, senza vincoli di numero, dopo tutto i farmacisti sono poco più che dei commercianti, quindi liberalizziamo in toto questo commercio. è chiaro, con molti vincoli e controlli. ogni negozio dovrebbe avere un farmacista responsabile sempre al suo interno, dovrebbe essere sottoposto a controlli periodici dell'asl e dei nas (le iene insegnano qualcosa in questi giorni), e così forse ci sarebbe davvero concorrenza di prezzi e soprattutto il reddito sarebbe redistribuito più equamente.
ma è giusto che un commerciante al dettaglio di farmaci, sia milionario solo perchè opera in un mercato oligopolistico ex lege?!

quoto tutto, siamo in sintonia (del resto siamo "quasi" colleghi, svolgo una professione molto affine alla tua).
quello che auspichi però è pura utopia ... IN Italia non succederà mai.
aless
aless

Messaggi : 1666
Data d'iscrizione : 01.02.10
Età : 52
Località : ..

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Feliciano Mar 07 Feb 2012, 11:36

Gp, il fatto è che i tuoi colleghi non vogliono né le liberalizzazioni vere né quelle presunte (soft).
Sono per mantenere lo status quo punto e basta come, in tempi non sospetti, espressamente dichiarato da un parlamentare che è anche presidente dei farmacisti di Bari.

Quanto alle farmacie dei piccoli centri... qualche settimana fa report (o presa diretta non ricordo) ha fatto un servizio su di un paese in Puglia che metteva a "bando" la licenza della locale farmacia perché il titolare era passato a miglior vita. Prezzo: 3 milioni di Euro!!! Shocked
Assegnata ad un farmacista che già possedeva quelle dei due centri limitrofi.
Ovviamente l'acquisto sarebbe stato impossibile per un neolaureato in chimica e tecn. farmaceutiche, a meno di non provenire da una famiglia molto benestante dal momento che le banche, senza garanzie reali o personali di una certa consistenza, non concedono credito a nessuno.

Riguardo la professione che riguarda me e Aless... ci sarebbe molto da discutere.
In due parole vi posso dire che l'elevato, sulla carta, numero di avvocati non è supportato né da una reale concorrenza né da una ricerca della qualità del servizio offerto al cliente.
Per chi si diletta in letture di economia è una sorta di "mercato dei limoni/bidoni", in cui l'asimmetria informativa originaria non è compensata da alcuna garanzia di mantenimento di standard di qualità elevati da parte dell'ordine professionale.
Ciò in quanto autorità certificatrice e soggetti controllati coincidono.


Ora, se vogliamo andare davanti in questo modo facciamo pure. Ma nulla è eterno.
Alla fine qualcuno presenterà il conto. Old
E comunque, detto per inciso, le liberalizzazioni (peraltro molto soft) da sole non sono sufficienti.




www.albertoponturo.it
www.albertoponturo.it/blog
http://www.flickr.com/photos/albertoponturo
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 41

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

400.000 euro in cambio di cosa? Empty Re: 400.000 euro in cambio di cosa?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Successivo

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.