Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta più facile
Da tartaruga Oggi alle 00:57

» Slam vinti a 24 anni
Da john mc edberg Ieri alle 21:17

» la reunion del Lesso a verona
Da Riki66 Ieri alle 21:01

» Rafa vs Corre: partita intera
Da Attila17 Ieri alle 17:04

» Problema con Android auto
Da patillo Ieri alle 08:36

» Consiglio racchetta
Da Tempesta Dom 15 Set 2019, 11:16

» CLASH!
Da Matador66 Sab 14 Set 2019, 18:17

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Tempesta Sab 14 Set 2019, 17:04

» Bianca Andreescu
Da correnelvento Ven 13 Set 2019, 20:35

» Aggiornamento sul ginocchio......
Da Matador66 Ven 13 Set 2019, 13:11

» Giù il ... Berrettini.
Da Chiros Ven 13 Set 2019, 09:40

» Federer vs Nadal capitolo 40.
Da squalo714 Gio 12 Set 2019, 21:41

» certo che la Errani
Da squalo714 Gio 12 Set 2019, 21:29

» consiglio per batteria moto
Da Matteo1970 Gio 12 Set 2019, 17:37

» Consiglio su corde per pure aero
Da Tempesta Gio 12 Set 2019, 17:15

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Aprire in movimento

Andare in basso

Aprire in movimento Empty Aprire in movimento

Messaggio Da Ospite il Dom 07 Nov 2010, 19:53

Il mio maestro mi dice che un mio grande difetto nel tennis è che mentre cerco la palla non faccio l'apertura con il diritto.
In altre parole: corro a prendere la palla, mi fermo e solo allora effettuo l'apertura. Con il rovescio invece riesco a fare l'apertura nel momento in cui cerco la palla.

Chi ha qualche trucco da suggerirmi?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da albesca il Dom 07 Nov 2010, 21:14

Non c'è trucco che tenga,, ti devi forzare.. la sensazione è scomoda, te lo confermo, ma non aprire subito è un problema che devi affrontare, risolvere e automatizzare al piu' presto.

Io che non sono piu' principiante, ancora faccio questo errore !!

Purtroppo quando ti appoggi sulla gamba destra per caricare il dritto, non hai un quarto d'ora a disposizione per caricare anche il tronco .. ma devi fare una specie di pre-caricamento che si fa aprendo subito ......scomodo ma necessario.
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da Feliciano il Dom 07 Nov 2010, 21:20

Si succedeva anche a me all'inizio.
Basta farci un po' d'attenzione le prime volte, poi il meccanismo lo automatizzi.


RACCHETTA DIETROOOOOOO!!!!!!!!!!!
Aprire in movimento 786556
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 38

Visualizza il profilo http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da casa il Lun 08 Nov 2010, 09:51

ascolta le parole di albesca: lui ci ha lavorato molto su quest'aspetto.

comunque:
siamo sempre in ritardo!!!!

ciao

casa

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 21.12.09
Età : 45
Località : rimini

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da albesca il Lun 08 Nov 2010, 10:47

Arrivare in ritardo pero' non è solo un problema di apertura, ci sono varie motivazioni e tutte importanti:

1 - la reazione sul primo passo: se non facciamo lo step mentre l'avversario tocca per resettare gli spostamenti ovunque noi siamo, ivi compresi quando sappiamo di non essere perfettamente in posizione di copertura di campo, perdiamo un bel quarto d'ora a fare il primo passo.

2 - aprire subito: non vogliamo accettare questa scomodita' andando a spasso in una postura non naturale, ovvero con la linea delle spalle non allineata alla linea delle anche. Il risultato è entrare in appoggio senza tronco carico e dover perdere ulteriore tempo a caricare il tronco... questo tempo solitamente non c'è quindi non ci resterà che colpire di solo braccio con tutto cio' che ne consegue in termini di consistenza.

3 - cercare la palla per diagonali: sbagliamo il percorso di avvicinamento, cadendo nella trappola ottica della lateralita'. La base del ragionamento è che la lateralita' di palla si vede, mentre la profondita' di palla si calcola. Il nostro cervello ci manda SEMPRE per prima l'informazione di lateralita', e per questo motivo noi reagiamo a quella, poi ci arriva l'informazione di profondita'.. ma nel frattempo abbiamo perso spazio scivolando prima lungo un cateto e poi sull'altro anziche' spostarci direttamente lungo l'ipotenusa. Il suggerimento è di reagire subito alla profondita' e senza pensar alla lateralita' ( che verra' gestita istintivamente ). La risultante di questo atteggiamento dovrebbe essere uno spostamento diagonale
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da dummy il Lun 08 Nov 2010, 10:53

Albesca, sei un mago! Senza avermi mai visto giocare, hai appena descritto i miei tre principali difetti!

La mia domanda (e aanche quella degli istruttori) però è questa: parchè i problemi sub 1 e 3 li ho solo sul diritto e mai sul rovescio?

Io da sempre dedico 3/4 del mio allenamento al diritto e 1/4 al rovescio: nonostante il poco tempo che gli dedico il mio rovescio è però molto consistente mentre il diritto...

dummy

Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 24.07.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da casa il Lun 08 Nov 2010, 11:14

dummy, immagino che tu faccia il rovescio ad 1 mano!

sbaglio?

se lo fai con una mano sei come me e anch'io ho molta più sicurezza su rovescio: il problema è che nel rovescio a una mano c'è solo un modo (e un preciso momento) per colpire la palla e, avendo memorizzato quel movimento, ora è automatico.
il mio dritto invece ha almeno 3 varianti e quando è ora di tirarlo non ho un "colpo automatizzato": mischio i movimenti e viene fuori un casino tutte le volte.

questa è la spiegazione che mi sono dato io, poi magari c'è qualcosa di più tecnico

casa

Messaggi : 335
Data d'iscrizione : 21.12.09
Età : 45
Località : rimini

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da albesca il Lun 08 Nov 2010, 11:29

dummy ha scritto:Albesca, sei un mago! Senza avermi mai visto giocare, hai appena descritto i miei tre principali difetti...

...e quelli di qualche altro milione di appassionati.. Smile

Solo chi fa anni di allenamento agonistico con il maestro che urla continuamente le correzioni riesce a togliersi questi difetti... ma per noi "mattacchioni della racchetta" ... la vedo dura. Già riconoscerli come difetti è pero' un passettino avanti...

Smile
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da vale il Lun 08 Nov 2010, 14:45

albesca ha scritto:
Arrivare in ritardo pero' non è solo un problema di apertura, ci sono varie motivazioni e tutte importanti:

1 - la reazione sul primo passo: se non facciamo lo step mentre l'avversario tocca per resettare gli spostamenti ovunque noi siamo, ivi compresi quando sappiamo di non essere perfettamente in posizione di copertura di campo, perdiamo un bel quarto d'ora a fare il primo passo.

2 - aprire subito: non vogliamo accettare questa scomodita' andando a spasso in una postura non naturale, ovvero con la linea delle spalle non allineata alla linea delle anche. Il risultato è entrare in appoggio senza tronco carico e dover perdere ulteriore tempo a caricare il tronco... questo tempo solitamente non c'è quindi non ci resterà che colpire di solo braccio con tutto cio' che ne consegue in termini di consistenza.

3 - cercare la palla per diagonali: sbagliamo il percorso di avvicinamento, cadendo nella trappola ottica della lateralita'. La base del ragionamento è che la lateralita' di palla si vede, mentre la profondita' di palla si calcola. Il nostro cervello ci manda SEMPRE per prima l'informazione di lateralita', e per questo motivo noi reagiamo a quella, poi ci arriva l'informazione di profondita'.. ma nel frattempo abbiamo perso spazio scivolando prima lungo un cateto e poi sull'altro anziche' spostarci direttamente lungo l'ipotenusa. Il suggerimento è di reagire subito alla profondita' e senza pensar alla lateralita' ( che verra' gestita istintivamente ). La risultante di questo atteggiamento dovrebbe essere uno spostamento diagonale

non male per i punti 2 e 3 , mentre invece intuisco , ma non capisco bene il punto 1.......
vale
vale

Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 15.12.09
Età : 47

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da Filippo il Lun 08 Nov 2010, 15:09

vale ha scritto:
albesca ha scritto:
Arrivare in ritardo pero' non è solo un problema di apertura, ci sono varie motivazioni e tutte importanti:

1 - la reazione sul primo passo: se non facciamo lo step mentre l'avversario tocca per resettare gli spostamenti ovunque noi siamo, ivi compresi quando sappiamo di non essere perfettamente in posizione di copertura di campo, perdiamo un bel quarto d'ora a fare il primo passo.

2 - aprire subito: non vogliamo accettare questa scomodita' andando a spasso in una postura non naturale, ovvero con la linea delle spalle non allineata alla linea delle anche. Il risultato è entrare in appoggio senza tronco carico e dover perdere ulteriore tempo a caricare il tronco... questo tempo solitamente non c'è quindi non ci resterà che colpire di solo braccio con tutto cio' che ne consegue in termini di consistenza.

3 - cercare la palla per diagonali: sbagliamo il percorso di avvicinamento, cadendo nella trappola ottica della lateralita'. La base del ragionamento è che la lateralita' di palla si vede, mentre la profondita' di palla si calcola. Il nostro cervello ci manda SEMPRE per prima l'informazione di lateralita', e per questo motivo noi reagiamo a quella, poi ci arriva l'informazione di profondita'.. ma nel frattempo abbiamo perso spazio scivolando prima lungo un cateto e poi sull'altro anziche' spostarci direttamente lungo l'ipotenusa. Il suggerimento è di reagire subito alla profondita' e senza pensar alla lateralita' ( che verra' gestita istintivamente ). La risultante di questo atteggiamento dovrebbe essere uno spostamento diagonale

non male per i punti 2 e 3 , mentre invece intuisco , ma non capisco bene il punto 1.......

Credo di non sbagliare interpretando così quanto scritto nel primo punto da Albe:

bisogna steppare sempre* sul colpo dell'avversario, cioè "fermare" il nostro movimento attuale ed eseguire lo step al momento in cui la pallina colpisce le corde della racchetta dell'avversario, per poi ripartire verso il nostro punto di incontro con la pallina.

* in taluni casi lo step non c'è o è solo accennato, ad esempio quando siamo sicuri della direzione del prossimo colpo dell'avversario ed effettuare lo step vorrebbe dire perdere l'occasione di arrivare su una palla difficile
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da Satrapo il Lun 08 Nov 2010, 15:38

Filippo ha scritto:
Credo di non sbagliare interpretando così quanto scritto nel primo punto da Albe:

bisogna steppare sempre* sul colpo dell'avversario, cioè "fermare" il nostro movimento attuale ed eseguire lo step al momento in cui la pallina colpisce le corde della racchetta dell'avversario, per poi ripartire verso il nostro punto di incontro con la pallina.

* in taluni casi lo step non c'è o è solo accennato, ad esempio quando siamo sicuri della direzione del prossimo colpo dell'avversario ed effettuare lo step vorrebbe dire perdere l'occasione di arrivare su una palla difficile

Si l'intepretazione è corretta e va integrata dicendo che tornati in contatto con il terreno dopo lo step sono i primi due appoggi a fare la differenza, ovvero tutto dipende dalla rapidità con la quale riusciamo ad eseguire i primi due passi di ricerca. In questo punto si fondono la reattività del footwork con la velocità di spostamento, un tennista professionista è sicuramente molto meno veloce di uno sprinter ma arriva comodamente su palle che nessuno sprintere al mondo potrebbe raggiungere proprio per la sua capacità "tecnica" di leggere la palla in arrivo e reagire correttamente e rapidamente.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da albesca il Lun 08 Nov 2010, 15:52

Guardate, ho fatto proprio un esercizio ieri con due dei piu' grandi coach presenti sul territorio.. dovevo tirare sull'uomo a rete che mi muoveva a suo piacimento... e l'errore principale che commettevo era quello di pretendere di poter tornare dietro la tacca centrale della linea di fondocampo a steppare. Niente di piu' fesso ...

Dovevo colpire.. poi tentare di rientrare verso il punto ideale di copertura ma in ogni caso, bisognava steppare a tempo a prescindere dalla posizione di copertura fin li raggiunta.
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da veterano il Lun 08 Nov 2010, 19:25

I video Albe ..............
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da patillo il Lun 08 Nov 2010, 19:58

Video?......filmografia d'autore!...da palma d'oro!!!.....
patillo
patillo

Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 46
Località : Besate - MI

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da vale il Lun 08 Nov 2010, 20:15

ammetto che è un mio punto debole. il mio coach mi dice che rientro tardissimo

lo dimostra il fatto che quando vado fuori campo lateralmente soffro TANTISSIMO il contropiede
vale
vale

Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 15.12.09
Età : 47

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da Ospite il Mer 10 Nov 2010, 21:00

Fondamentale è come ricadi sul colpo e quanto ci metti a uscire dal colpo, pato ad esempio colpisce bene e corre anche abbstanza bene, ma esce dal colpo con 15 minuti di ritardo, figurati......ti sei già visto passare una palla anche non forte esattamente nel punto più distante da te con grande gioia dell'avversario.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da patillo il Mer 10 Nov 2010, 21:15

Povero pat.....massacrato da ogni angolazione!!!.....appena lo sento cerco di consolarlo un po'.....ma sara' difficile!!!....... Crying or Very sad
patillo
patillo

Messaggi : 1284
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 46
Località : Besate - MI

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Aprire in movimento Empty Re: Aprire in movimento

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum