Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 12 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

correnelvento

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Oggi alle 16:32

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 16:28

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Limiti dell'autodidatta

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da marco61 il Lun 15 Set 2014, 13:22

Sicuro Miguel, ma sai quante volte ho provato anche ad imparare il dritto in back che verrebbe comodissimo per attaccare e per le smorzate, ma non c'è mai stato verso.
Sul rovescio in back non mi sono mai preoccupato di come posizionarmi, quale impugnatura usare o altro. Tutto mi è sempre uscito con naturalezza. Quindi, ricollegandomi al discorso di Felixx, una persona che è portata per un certo sport può avere dei grandi vantaggi seguendo il suo istinto naturale. In questo mi sento di dargli ragione.
Poi per carità, i maestri sono necessari sia per impostare il giocatore che inizia da zero, sia per correggere eventuali difetti.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da MSport il Mer 17 Set 2014, 10:13

Scusate ma si è pervenuti a qualcosa alla fine......?
Oppure ognuno ha detto la sua e stop.?
Giusto per capire....
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da miguel il Mer 17 Set 2014, 10:16

io sintetizzando direi che da autodidatta si puo' arrivare attorno a 2.6
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da Incompetennis il Mer 17 Set 2014, 11:51

Io a volte arrivo anche alle 2.15 2 e mezza .... Sai il traffico ....
Scherzi a parte forse una volta un autodidatta aveva qualche speranziella ma al giorno d'oggi, dopo aver letto quanto avete scritto ( e facendo finta di capire) direi che già 2.6 è un bel dire...
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da Wacos il Mer 17 Set 2014, 11:53

Mi butto anche io nel calderone.
Io sono sempre stato un fautore della tecnica, da imparare in modo certosino, da assimilare in tutta la sua completezza (vengo dalle arti marziali, non poteva essere altrimenti).

Però mi accorgo sempre più spesso che il tizio che diceva che il tennis è nella maggior parte una abilità innata, beh , aveva probabilmente ragione.

La balistica è insita nell'essere umano, nasciamo con l'abilità di saper lanciare oggetti con una certa precisione.

Per quanto mi riguarda ho visto che se invece di concentrarmi su il come (gesto tecnico) mi concentro su il cosa (obiettivo da raggiungere) il gesto viene in gran parte da se.

Ci sono svariati libri nonchè filmati sul tubo di maestri di tennis che trattano proprio questo argomento, asserendo che il tennis andrebbe giocato pensando solamente a dove mandare la palla, che effetto imprimerle e cosa ottenere da quel colpo.

E nel mio piccolo, accidenti funziona.

Dall'altro punto di vista però, la tecnica canonica insegna ad ottimizzare il  colpo, a sfruttare inerzie angoli e leggi della fisica.

Senza la tecnica "insegnata" io non avrei mai cominciato a giocare con telai pesanti, perchè con uno swing istintivo,contratto e strappato, mi si sarebbe smontato il braccio dopo 10 minuti, mentre attraverso l'uso dello swing decontratto ,con ampia apertura, molto poco naturale, riesco ad usarli.

Direi che il tennis, essendo uno sport che usa una abilità innata, cioè la balistica, richieda un utilizzo della tecnica in misura maggiore quanto più bassa è la predisposizione naturale.

Come con la corsa.
Ho un giovane amico , direi quasi nipote, che ha scoperto , quasi per caso, di essere un fenomenale corridore.
Ma il salto di qualità, quello che lo ha portato a prendere sul serio il suo sport, l'ha fatto solo dopo aver imparato la tecnica corretta da maestri superqualificati, e ora , a solo poco più 14 anni, viaggia già a livelli nazionali e chissà...
Wacos
Wacos

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da miguel il Mer 17 Set 2014, 14:20

il punto é proprio questo, se non hai doti naturali (chiamiamolo talento, predisposizione o cosa vogliamo) potrai prendere tutte le lezioni del mondo in qualsiasi sport (ma secondo me vale anche nello studio) e più di tanto non otterrai.
allo stesso modo pero' il solo talento non basta soprattutto se si mira alle alte sfere in quanto questo deve essere incanalato e "sgrezzato" da tanti piccoli accorgimenti che solo chi conosce a fondo la tecnica puo' darti
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da squalo714 il Mer 17 Set 2014, 14:20

Secondo me arrivare 2.6 senza aver mai avuto un maestro e arrangiandosi col fai da te la vedo piuttosto dura a meno di non avere davvero delle doti atletiche così eccezionali da farti coprire il gap tecnico.
Con questo non consiglierei a nessuno di affrontare un percorso sportivo da soli, io l'ho fatto solamente perché non avevo altre possibilità, però lo troverei giusto per un principiante. Sono anch'io totalmente d'accordo con chi ha scritto che prendersi un maestro quando ti sei costruito delle basi da solo sia inutile. Certi difetti difficilmente si riescono a correggere
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da miguel il Mer 17 Set 2014, 14:45

non so, io sono arrivato c1 che é almeno 2.8/2.7 di adesso. contando che una volta salire in classifica era molto più difficile perché succedeva solo solo se vincevi i tornei e non come ora le singole partite, non vedo perché un trentenne con predisposizione e tempo a disposizione non ce la possa fare
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da squalo714 il Mer 17 Set 2014, 15:01

Miguel, sei l'eccezione , probabilmente con un buon tecnico saresti stato un ottimo B. Io conosco personalmente gente che pur avendo mangiato pane e maestro fin da piccoli sono arrivati a 4.1...
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da miguel il Mer 17 Set 2014, 15:25

squalo714 ha scritto:Miguel, sei l'eccezione , probabilmente con un buon tecnico saresti stato un ottimo B. Io conosco personalmente gente che pur avendo mangiato pane e maestro fin da piccoli sono arrivati a 4.1...

é quello che ho scritto sopra, senza la predisposizione non vai da nessuna parte, ma a parità di predisposizione chi é seguito da un maestro otterrà risultati migliori ed in minor tempo.
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da Incompetennis il Mer 17 Set 2014, 15:54

miguel ha scritto:
squalo714 ha scritto:Miguel, sei l'eccezione , probabilmente con un buon tecnico saresti stato un ottimo B. Io conosco personalmente gente che pur avendo mangiato pane e maestro fin da piccoli sono arrivati a 4.1...

é quello che ho scritto sopra, senza la predisposizione non vai da nessuna parte, ma a parità di predisposizione chi é seguito da un maestro otterrà risultati migliori ed in minor tempo.

Probabilmente costoro hanno la predisposizione a non avere predisposizione.
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 2924
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da squalo714 il Mer 17 Set 2014, 16:29

Incompetennis ha scritto:
miguel ha scritto:
squalo714 ha scritto:Miguel, sei l'eccezione , probabilmente con un buon tecnico saresti stato un ottimo B. Io conosco personalmente gente che pur avendo mangiato pane e maestro fin da piccoli sono arrivati a 4.1...

é quello che ho scritto sopra, senza la predisposizione non vai da nessuna parte, ma a parità di predisposizione chi é seguito da un maestro otterrà risultati migliori ed in minor tempo.

Probabilmente costoro hanno la predisposizione a non avere predisposizione.

Ne ricordo uno in particolare.  Allenato dai maestri dell'entourage di Seppi, con tanto di preparazione atletica e tecnica.  Colpi già a quattordici anni da seconda categoria..testa da 4.5 mediocre, ottimo footwork..finché aveva la palla nel raggio di un metro e mezzo, più in là un disastro.
Classifica massima raggiunta appunto 4.1, cominciato a giocare a sei anni smesso a 18 e non parlategli di tennis se lo incontrate per strada.
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da Ospite il Mer 17 Set 2014, 20:06

.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da dropshot II il Ven 19 Set 2014, 13:21

dico anche la mia.
Un'autodidatta penso anche io possa arrivare ad essere un B o un seconda, anche perchè li ho visti. c'è stato pure uno che ha cominciato a giocare a 35 anni ed è arrivato 15 anni dopo a giocarsi i veterani a squadre a livello nazionale come titolare.
bello se non fosse però che di tutti gli autodidatti solo una percentuale minima arriva a quel livello. percentuale nettamente inferiore rispetto a tutti quelli che sono stati seguiti da maestri.
l'autodidatta per un misto di c..ulo e natura riesce ad avvicinarsi per i fatti suoi a quello che dovrebbe essere il gesto tecnico. è questo talento o capacità innata di osservazione che ne fa un buon giocatore, non è che si disinteressa della tecnica è che l'ha assunta per i fatti suoi. anche perchè per colpire una palla in modo efficace a quei livelli non è che ci sono molti modi, ci sono al limite variazioni sul tema.

l'altra considerazione è che secondo me in quarta categoria siamo quasi tutti in qualche modo autodidatti. Non per altro ma perchè al più si è avuta una impostazione iniziale ma poi il modo di colpire si è evoluto diciamo a random accumulando difetti. Ora un colpo è questione di memoria, correggere un difettuccio è questione di colpire un migliaio di palline al cesto cosa che ben pochi quarta fanno. la lezione saltuaria con la sistemazione macroscopica non ha secondo me un grande effetto, almeno su di me zero.

poi l'istinto ha una sua parte fondamentale. il mio colpo migliore è il rovescio coperto e non ho mai avuto insegnamenti particolari. anzi di tutti i maestri con cui ho avuto a che fare non c'è stato nessuno che ha voluto metterci le mani. ho dei difetti ovviamente, ad esempio quando lo gioco incrociato in caricamento arrivo ad avere la schiena completamente verso la palla ed il piede destro più avanti ma i più sostenevano che data la naturalità del gesto non solo fosse controproducente correggerlo ma che fosse pure un punto di forza.
il dritto invece è un marasma e a furia di cercare soluzioni alternative è un miscuglio di stance, impugnature. movimenti e svolazzi di racchetta che non credo di colpire 2 volte la palla nello stesso punto. naturalmente era un dritto in posizione chiusa e completamente piatto.

morale, la tecnica per un agonista di basso livello rischia di essere un falso problema. almeno per come la vedo io, se la voglia di migliorare tecnicamente non è accompagnata dal tempo necessario a farlo e da quelle 3/4 mila palline necessarie, rischia di creare solo casino. in questo l'autodidatta competitivo è avvantaggiato, se ne sbatte se colpisce bene o male ma guarda a come rimanda di là la palla e se la stessa crea fastidi.
chiaro però che oltre un certo livello ma anche a livello di quarta se si sta ore ed ore con un maestro mediamente si raggiungono risultati più alti di quelli che sperano nella provvidenza. solo che la parolina magica oltre a "maestro" è anche "ore e ore" Very Happy

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da zaphod il Sab 20 Set 2014, 07:56

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 3728290596

miguel ha scritto:il punto é proprio questo, se non hai doti naturali (chiamiamolo talento, predisposizione o cosa vogliamo) potrai prendere tutte le lezioni del mondo in qualsiasi sport (ma secondo me vale anche nello studio) e più di tanto non otterrai.
allo stesso modo pero' il solo talento non basta soprattutto se si mira alle alte sfere in quanto questo deve essere incanalato e "sgrezzato" da tanti piccoli accorgimenti che solo chi conosce a fondo la tecnica puo' darti


zaphod
zaphod

Messaggi : 1066
Data d'iscrizione : 08.10.10
Età : 40
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da veterano il Sab 20 Set 2014, 14:21

veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da squalo714 il Sab 20 Set 2014, 23:29

Veterano ha scritto: .Per dirne una poco tempo fa e' venuta parte della squadra belga di Davis ad allenarsi da noi prima dell australian,e vedendo allenarsi due dei ragazzi che io no conoscevo a me sembrava piu' bravo quello meno titolato,che si aggira credo nei primi 100 del mondo,mentre quello che mi sembrarva meno bravo era un tale Goffin che  adesso credo stia nei primi 40 o che ci sia stato.Vedi un po te.
[/quote]

OT
E guarda caso Goffin è in finale a Metz dopo aver battuto Tsonga nei quarti.
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da veterano il Dom 21 Set 2014, 00:10

squalo714 ha scritto:Veterano ha scritto: .Per dirne una poco tempo fa e' venuta parte della squadra belga di Davis ad allenarsi da noi prima dell australian,e vedendo allenarsi due dei ragazzi che io no conoscevo a me sembrava piu' bravo quello meno titolato,che si aggira credo nei primi 100 del mondo,mentre quello che mi sembrarva meno bravo era un tale Goffin che  adesso credo stia nei primi 40 o che ci sia stato.Vedi un po te.

OT
E guarda caso Goffin è in finale a Metz dopo aver battuto Tsonga nei quarti.[/quote]

Goffin e' un gran giocatore,ma come dicevo a quel livello dal palleggio o dalla partitella non riesci a distinguere tra un numero 200 ed un 40 del mondo,poi in partita vera e' il puntegio che fa la differenza.
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Limiti dell'autodidatta - Pagina 4 Empty Re: Limiti dell'autodidatta

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum