Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Herbert Mahut
Da correnelvento Ieri alle 21:06

» Avete mai pensato di collezionare racchette "vintage"??
Da scimi65 Ieri alle 21:02

» Mose e Mosé
Da Attila17 Ieri alle 20:26

» Jannik Sinner
Da squalo714 Ieri alle 17:30

» Giù il ... Berrettini.
Da Tempesta Ieri alle 12:14

» Nadal è al capolinea?
Da Iron Ieri alle 08:33

» Signori: ecco a voi Roger Federer
Da muster Gio 14 Nov 2019, 21:50

» IMPORTANTE: la cena del 16 Novembre
Da marco61 Gio 14 Nov 2019, 17:55

» la reunion del Lesso il 16 novembre a verona
Da Tempesta Gio 14 Nov 2019, 15:58

» Stefanos Tsitsipas
Da correnelvento Gio 14 Nov 2019, 06:52

» Daniil Medvedev
Da correnelvento Mer 13 Nov 2019, 22:02

» Pros 'pro RX -500 1.25
Da correnelvento Mer 13 Nov 2019, 17:22

» La mia festa d'addio al tennis
Da Incompetennis Mer 13 Nov 2019, 17:22

» Le chicche di wetton...
Da wetton76 Mer 13 Nov 2019, 12:45

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Mer 13 Nov 2019, 07:32

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Bertu il Mer 07 Mar 2012, 13:51

Approfitto di questa grande opportunitá per chiedere a Sergio o a chiunque voglia contribuire, di provare a spiegarmi il motivo per cui noi italiani abbiamo spesso grossi problemi di tenuta psicologica nello sport, a qualunque livello.

Per rimanere nel tennis é evidente la fragilitá emotiva di validi giocatori come Fognini che difficilmente riescono ad esprimersi ad un livello consono alle loro potenzialitá.

Possibile che l'aspetto psicologico non sia preso in considerazione dagli sportivi professionisti e soprattutto, dai loro preparatori e/o managers?

Siccome é una fragilitá diffusa a tutti gli sports, é forse parte della nostra educazione e/o dell'ambiente in cui cresciamo?

Cosa ci differenzia dagli altri?

È solo un problema di emotivitá tipica dei latini? (in questo gli spagnoli ci assomigliano)

Grazie,

Alberto
Bertu
Bertu

Messaggi : 3388
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 54
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da miguel il Mer 07 Mar 2012, 14:03

parlando di tennisti italiani direi che il fatto che non vincano non é da imputarsi a fragilità psicologica.
la classifica rispecchia in pieno il loro valore (anzi a volte li premia oltremodo vista la marea di challenger che facciamo in italia).
tra gli italiani non abbiamo nessuno che giochi bene ma che, per qualche ragione psicologica o che so io, non vince... non abbiamo un verdasco, un gulbis, un almagro che a mio parere sono l'esempio di giocatori che vincono poco rispetto alle capacità tecniche che possiedono.
miguel
miguel

Messaggi : 5449
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Federyonex il Mer 07 Mar 2012, 14:26

Bolelli è tecnicamente un gran giocatore, e la dimostrazione che mentalmente ha problemi è la sua classifica pre e post-pistolesi, un grande e valido tecnico inviso oggi alla fit
Federyonex
Federyonex

Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 18.07.11

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Bertu il Mer 07 Mar 2012, 15:28

Miguel,
non mi riferisco solo al tennis ma allo sport in generale anche se vedere come si comporta Fognini in campo mi lascia sempre molto perplesso. Sembra si arrabbi e perda le staffe per un nonnulla e la sua concentrazione va a farsi benedire peggiorandone le giá limitate prestazioni.

Prendi anche i mondiali 2010; l'Italia ha tirato fuori le palle solo negli ultimi 15 minuti dell'ultima partita. perché?

Ho nominato gli spagnoli proprio perché hanno giocatori validi ma che concretizzano meno di quanto potrebbero.

La mia é una considerazione generale riferita al rendimento limitato da una psiche fragile o quantomeno non all'altezza delle possibilitá tecniche ed atletiche.

Bertu
Bertu

Messaggi : 3388
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 54
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da miguel il Mer 07 Mar 2012, 16:15

ho parlato di tennis perché é la situazione che conosciamo meglio.
quella nazionale di calcio era una squadra scarsa ed ha fatto la fine che meritava. abbiamo fatto paura per 10 minuti agli slovacchi non al brasile.
torvo che gli italiani quando sono competitivi vincono come tutti gli altri, alla fin fine se ad esempio andiamo a vedere le medaglie vinte alle olimpiadi scopriamo che siamo un popolo vincente. risultato da apprezzare ancora di più se consideriamo che non esiste né una cultura sportiva né un sistema che agevola chi vuol fare sport ad alto livello.
per quanto riguarda bolelli: un giocatore che risponde male, atleticamente piantato e con un rovescio nella media non puo' essere definito un gran giocatore. per me anche al massimo delle sue prestazioni non vale un top 20/30
miguel
miguel

Messaggi : 5449
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Federyonex il Mer 07 Mar 2012, 18:37

Bolelli ha avuto un best ranking di n°36 nel 2009, ed è un giocatore con bei colpi. Adesso è 110° ma non perché non sappia giocare, ma perché ha perso moltissimo in sicurezza.
Era giudicato uno dei più promettenti tennisti italiani negli anni in cui si è affacciato al circuito ATP, purtroppo sta nadando male.
Federyonex
Federyonex

Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 18.07.11

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da sergiocosta il Gio 08 Mar 2012, 01:02

Ciao a tutti, e rispondo alla tua domanda prendendo in considerazione sia la mia esperienza professionale e agonistica, che quella scolastica:

Gli allenatori riconoscono, così come gli atleti, l’importanza di una preparazione mentale per il successo in una competizione, tuttavia, la maggior parte degli allenatori non dedica molto tempo, o non ne dedica affatto, ad aiutare gli atleti nella loro preparazione psicologica. Probabilmente perchè, nella maggior parte dei casi, gli allenatori non sanno come far apprendere agli atleti le abilità psicofisiche, inoltre, alcuni ritengono che queste qualità siano innate e che non possano venire insegnate, dando quindi importanza solo ad una intensa preparazione fisica. pure le società e le federazioni sono molto "ignoranti" in merito, anche se recentemente sta avvenendo una iniziale apertura alle pratiche mentali, proponendo all'interno dei propri corsi delle lezioni su la psicologia dello sport, e interessandosi alle le prestazioni di eccellenza, in minima parte, e ai settori giovanili.

ovviamente per gli sport individuali è molto più semplice effettuare un lavoro specifico con il singolo atleta, rispetto agli sport di gruppo come calcio, che, aimè, risulta essere un ambito molto chiuso, soprattutto nei livelli più alti. per fortuna la federazione calcio, ad esempio, sta richiedendo e obbligango le varie società calcistiche ad avere la figura dello psicologo per il settore giovanile, e quindi questa iniziale apertura sicuramente agevolerà e aiuterà la cultura e l'educazione alla psicologia sportiva.

da quanto so, invece, il tennis risulta essere molto aperto ed interessato agli aspetti mentali, ma poi non c'è una federazione che sia interessata a portare avanti questo tipo di cultura. per farvi un'idea, infatti, il progetto che ho ideato e strutturato l'avevo anche proposto alla fit lazio, dalla quale, però, non ho mai ricevuto risposta, quindi perchè sroprendersi se poi i propri atleti non riescono ad esprimersi al meglio sotto pressione o se tutti i ragazzi hanno come modello il balotelli della situazione ?

purtroppo credo sia un mix di cose e colpe, che non aiutano lo sport italiano a crescere al meglio.

spero di esserti stato d'aiuto, ma ovviamente se hai altre domande, chiedi pure, cercherò di risponderti per quello che posso, tenendo in considerazione che è l'una di notte, e quindi magari il mio italiano non è stato dei migliori.
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Bertu il Gio 08 Mar 2012, 11:29

Sergio, non preoccuparti, questo non é il forum dell'Accademia della Crusca e noi non siamo professori di italiano.........anzi Laughing

Grazie per l'esaudiente risposta.

Alberto



Bertu
Bertu

Messaggi : 3388
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 54
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Maurizio il Gio 08 Mar 2012, 11:57

Sono d'accordo con miguel, non parlerei di fragilità mentale, abbiamo solo dei giocatori mediocri. Il non sapersi comportare adeguatamente in campo superata una certa età (anche Borg da ragazzino non era proprio un angioletto in campo) è un handicap caratteriale, Fognini parte da 0-30 a ogni game per questo, è semplicemente in difetto di una qualità. E non è un campione, per parlare di Bolelli, nemmeno potenziale, quello che riesce a sciorinare un bel repertorio solo occasionale di colpi, sono in molti a saperlo fare a certi livelli. Certo Bolelli potrebbe avere una classifica migliore, magari stabile tra i 50, ma come dice Sampras ricordando che ancora ragazzino sostenne una settimana di allenamento da lingua a penzoloni a casa di Lendl che era già il campione "capii allora che il solo talento non mi sarebbe bastato" .
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da john mc edberg il Gio 08 Mar 2012, 12:18

Mah "atleti" mi pare un pò troppo generico

sul "tennisti attuali" sono anche d'accordo ma che so... Federica Pellegrini o la Vezzali per rimanere ad oggi o un Pietro Mennea tanto per fare un nome del passato mi paiono veramente l'antitesi della fragilità psicologica
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1912
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da sergiocosta il Gio 08 Mar 2012, 12:27

john mc edberg ha scritto:Mah "atleti" mi pare un pò troppo generico

sul "tennisti attuali" sono anche d'accordo ma che so... Federica Pellegrini o la Vezzali per rimanere ad oggi o un Pietro Mennea tanto per fare un nome del passato mi paiono veramente l'antitesi della fragilità psicologica

sicuramente ci sono atleti che hanno meno problemi degl'altri dal punto di vista mentale, e sicuramente anche gli aspetti tecnico-tattici influiscono non soltanto sulla prestazione, ma anche appunto su gli aspetti psicologici, e proprio per questo risulta essere fondamentale le convizioni di efficacia personale, per gli sport individuale, e collettiva, per quelli di gruppo. ovvero il ritenersi capace in particolari situazioni di gioco, sicuramente port l'atleta ad impegnarsi e vivere in altro modo il contesto sportivo, ed allo stesso tempo può far evidenziare delle lacune tecniche, tattica ed emotive che l'atleta ha. ed è proprio per questo motivo che mi sono interessato così tanto a questo aspetto, a tal punto da farci una tesi di laurea (nel calcio) e poi di iniziare una ricerca/ intervento nel tennis, perchè sicuramente sono aspetti da approfondire e che vanno ad influenzare non soltanto la prestazione, ma tutto ciò che gira intorno alla pratica sportiva.

ps: la pellegrini, bravissima e fortissima, ha al suo seguito un psicologo. poi che i suoi successi siano dovuti esclusivamente al suo intervento,lo dubito fortemente, ma sicuramente può aiutare a superare e migliori alcuni momenti di difficoltà.

saluti
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da miguel il Gio 08 Mar 2012, 12:27

john mc edberg ha scritto:Mah "atleti" mi pare un pò troppo generico

sul "tennisti attuali" sono anche d'accordo ma che so... Federica Pellegrini o la Vezzali per rimanere ad oggi o un Pietro Mennea tanto per fare un nome del passato mi paiono veramente l'antitesi della fragilità psicologica

é quello che sostengo io, quando abbiamo avuto dei fuoriclasse questi hanno vinto senza tentennamenti.
e le volte che abbiamo sprecato dei talenti (mi viene in mente panatta ad esempio uno che sarebbe potuto diventare top 5 senza problemi) non é stato per ragioni psicologiche
miguel
miguel

Messaggi : 5449
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da john mc edberg il Gio 08 Mar 2012, 12:54

miguel ha scritto:
john mc edberg ha scritto:Mah "atleti" mi pare un pò troppo generico

sul "tennisti attuali" sono anche d'accordo ma che so... Federica Pellegrini o la Vezzali per rimanere ad oggi o un Pietro Mennea tanto per fare un nome del passato mi paiono veramente l'antitesi della fragilità psicologica

é quello che sostengo io, quando abbiamo avuto dei fuoriclasse questi hanno vinto senza tentennamenti.
e le volte che abbiamo sprecato dei talenti (mi viene in mente panatta ad esempio uno che sarebbe potuto diventare top 5 senza problemi) non é stato per ragioni psicologiche

Sicuro. All'epoca si diceva che se avessimo potuto avere un giocatore con il braccio di Panatta e la testa di Barazzutti avremmo avuto il n 1 per parecchio tempo.

john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1912
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da john mc edberg il Gio 08 Mar 2012, 12:59

@ miguel

OT

Anche se, nonostante tutto, devo dire grazie a Panatta. Se non ci fosse stato lui probabilmente, anzi sicuramente non avrei mai iniziato a giocare a tennis. Non che lo sport italiano ne avrebbe risentito Laughing ma per me, come per tanti giovani all'epoca, è stato molto importante.

Dirò di più considero il 1976, grazie a Panatta, il guado. IMHO per me in Italia, per il movimento tennis c'è il pre-Panatta ed il post-Panatta, visti gli anni che hai son sicuro comprenderai ciò che voglio dire

PS forse intendi stabilmente nei top 5, pechè dopo la doppia vittoria Roma Pargi si posizionò al quarto posto

FINE OT scusate
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1912
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da miguel il Gio 08 Mar 2012, 13:44

concordo su tutto.
per quello che ha fatto (involontariamente) per la diffusione e lo sviluppo del tennis in italia meriterebbe un vitalizio da parte di tutti i circoli italiani. é stato veramente un fenomeno.
effettivamente ho dimenticato di scrivere "stabile", tecnicamente sapeva fare tutto ma non aveva l'attitudine ad allenarsi duramente.
forse nel periodo solo borg, connors e vilas gli erano superiori soprattutto in continuità ma nelle giornate di grazia non ce n'era neanche per loro
miguel
miguel

Messaggi : 5449
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da john mc edberg il Gio 08 Mar 2012, 14:45

miguel ha scritto: tecnicamente sapeva fare tutto ma non aveva l'attitudine ad allenarsi duramente.

A ciò mi riferivo quando ho scritto braccio di Panatta e testa (vogli di allenarsi) di Barazzutti Wink

miguel ha scritto:
forse nel periodo solo borg, connors e vilas gli erano superiori soprattutto in continuità ma nelle giornate di grazia non ce n'era neanche per loro

stra-concordo.

Mi cambio l'avatar và... cerco la foto di una veronica o una volee in tuffo
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1912
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Bertu il Gio 08 Mar 2012, 19:18

Forse non mi sono spiegato bene nell'esprimere il significato che volevo dare al concetto di fragilitá psicologica.

È chiaro che il nostro parco atleti attuale non andrebbe lontano nemmeno se fossero tutti dei robot.
Ció nonostante credo che l'emotivitá e la mancanza di soliditá psicologica possano influenzare negativamente qualsiasi atleta di qualsiasi livello.
Per quanto scarsi si possa essere, se si é deboli psicologicamente la prestazione peggiora ulteriormente facendoci sprofondare in un limbo senza uscita.

In altre parole, IMHO, l'aspetto psicologico dell'atleta va considerato come un fattore potenzialmente peggiorativo della prestazione e non viceversa ed é per questo che personalmente credo che la testa vada curata al pari della tecnica e della condizione fisica, indipendentemente dal livello di gioco potenzialmente esprimibile.

Con una buona condizione psicologica possiamo esser sicuri, quando i punti contano, di esprimere il nostro potenziale al meglio, anche nelle partite all'oratorio.

Alberto
Bertu
Bertu

Messaggi : 3388
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 54
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da sergiocosta il Gio 08 Mar 2012, 22:07

Phuket ha scritto:Forse non mi sono spiegato bene nell'esprimere il significato che volevo dare al concetto di fragilitá psicologica.

È chiaro che il nostro parco atleti attuale non andrebbe lontano nemmeno se fossero tutti dei robot.
Ció nonostante credo che l'emotivitá e la mancanza di soliditá psicologica possano influenzare negativamente qualsiasi atleta di qualsiasi livello.
Per quanto scarsi si possa essere, se si é deboli psicologicamente la prestazione peggiora ulteriormente facendoci sprofondare in un limbo senza uscita.

In altre parole, IMHO, l'aspetto psicologico dell'atleta va considerato come un fattore potenzialmente peggiorativo della prestazione e non viceversa ed é per questo che personalmente credo che la testa vada curata al pari della tecnica e della condizione fisica, indipendentemente dal livello di gioco potenzialmente esprimibile.

Con una buona condizione psicologica possiamo esser sicuri, quando i punti contano, di esprimere il nostro potenziale al meglio, anche nelle partite all'oratorio.

Alberto

condivido appieno il discorso sopra, e ovviamente da psicologo non posso far altro che sottolineare l'importanza dell'aspetto mentale in qualunque tipo di sport o attività sportiva, bisogna però allo stesso tempo evidenziare quanto gli elementi tecnico/tattico possano influenzare, anche negativamente, i propri pensieri ed aspetti emotivi, incidendo quindi sulla prestazione. sembra voglia portare acqua al mio mulino, ma purtroppo credo veramente in quello che faccio e sto studiando, e quindi ci tengo a sottolineare ancora una volta le convizioni di efficacia, sia tecniche che mentali, perchè senza di quelle, l'atleta non potrebbe rendere al massimo, e soltanto con un'analisi di queste percezioni, lo sportivo potrà migliorare il proprio gioco, o magari essere soddisfatto delle sue prestazioni, visto che non si deve ridurre soltanto ad un risultato una prestazione sportiva.

saluti

sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Pmano il Ven 30 Mar 2012, 20:32

Quando guardo i nostri italiani giocare la cosa che salta gli occhi e' la mancanza di carattere e la voglia di vince, la grinta per intenderci. Vedo carattere nella Francesca e Vinci, poco dalla Flavia ma dagli uomini zero assoluto. Potrebbebro fare meglio ma sono svogliati e troppo coccolati dalla federazione perche' ovviamante di giocatori di tennis ne abbiamo ben pochi. Non si andra' da nessuna parte se si contiua cosi'!!

Pmano

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 29.03.12
Località : Modena provincia/ USA

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da albesca il Ven 30 Mar 2012, 20:39

... perchè vogliono ancora la mamma che gli prepari il borsone.... Smile
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da michele-yonex il Mer 20 Mar 2013, 22:27

tennisti spagnoli fragili psicologicamente ci saranno pure ma non di certo nadal.....

michele-yonex

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 13.01.13

Torna in alto Andare in basso

Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente? Empty Re: Perché gli atleti italiani sono cosí fragili psicologicamente?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum