Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Giudizio su incordatura 4 nodi
Da Paolo_69 Ieri alle 23:47

» Touch tennis
Da marco61 Ieri alle 18:15

» "Tennisticamente parlando" autrice Silvia Guadagni
Da SilvixBis Ven 27 Mar 2020, 17:25

» Feel Tennis Instruction
Da pasticcio76 Gio 26 Mar 2020, 11:14

» Allenamento/partitella gennaio 2020
Da SilvixBis Mer 25 Mar 2020, 18:05

» La vera racchetta di Djokovic
Da marco61 Lun 23 Mar 2020, 00:00

» La "testa" nel tennis di quarta.
Da Riki66 Dom 22 Mar 2020, 21:24

» Raduno di tutti gli utenti di TT
Da squalo714 Sab 21 Mar 2020, 17:37

» FATE RIDERE
Da Incompetennis Sab 21 Mar 2020, 14:33

» Incompetennis vs Superpipp(a) ...... Roccagloriosa (SA)
Da superpipp(a) Sab 21 Mar 2020, 12:13

» Nuova Racchetta Camila Giorgi
Da correnelvento Sab 21 Mar 2020, 10:14

» LA REUNION DI TT DI DOPPIO
Da ace59 Gio 19 Mar 2020, 09:39

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Una specie di sfida...

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 11:10

Ragazzi, questo e' per chi incorda racchette. Se chiedete a un incordatore, avete buone possibilita' che vi combini un pasticcio, che vi faccia pagare di piu' o che vi mandi direttamente "a quel paese"!

Non importa quale racchetta voi stiate usando, dimenticatevi delle tensioni consigliate per quel telaio.

Prendete un monofilamento qualsiasi. Incordatelo a una tensione di 15 o 16 chili al massimo. Se avete una macchina elettronica che vi dia la possibilita' di regolare la velocita' di trazione, regolatela al minimo. Se avete una manuale, fate in modo che l'asta scenda il piu' lentamente possibile. Se invece avete un'elettronica che non vi consente di cambiare la velocita', allora il risultato non sara' perfetto. Ma vale ancora la pena di provare.

Quando la macchina raggiunge la tensione stabilita, lasciate in quella posizione per almeno 5 secondi prima di pinzare la corda.

Per le due prime orizzontali in alto, le ultime due in basso e le due verticali piu' esterne su entrambi i lati, alzate la tensione della macchina di 4 chili.

Quando poi andate in campo, tirate pure forte ma cercando di far passare la palla sopra la rete di circa 1 metro. Vi garantisco che, se colpite la palla con un minimo (ripeto, solo un MINIMO) di spin, la palla ricade SEMPRE in campo!

La corda perdera' molta meno tensione e il vostro gomito vi ringraziera' in eterno!

Provate, ne vale la pena! Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blek il Sab 07 Mag 2011, 11:14

Stefano ha scritto:Ragazzi, questo e' per chi incorda racchette. Se chiedete a un incordatore, avete buone possibilita' che vi combini un pasticcio, che vi faccia pagare di piu' o che vi mandi direttamente "a quel paese"!

Non importa quale racchetta voi stiate usando, dimenticatevi delle tensioni consigliate per quel telaio.

Prendete un monofilamento qualsiasi. Incordatelo a una tensione di 15 o 16 chili al massimo. Se avete una macchina elettronica che vi dia la possibilita' di regolare la velocita' di trazione, regolatela al minimo. Se avete una manuale, fate in modo che l'asta scenda il piu' lentamente possibile. Se invece avete un'elettronica che non vi consente di cambiare la velocita', allora il risultato non sara' perfetto. Ma vale ancora la pena di provare.

Quando la macchina raggiunge la tensione stabilita, lasciate in quella posizione per almeno 5 secondi prima di pinzare la corda.

Per le due prime orizzontali in alto, le ultime due in basso e le due verticali piu' esterne su entrambi i lati, alzate la tensione della macchina di 4 chili.

Quando poi andate in campo, tirate pure forte ma cercando di far passare la palla sopra la rete di circa 1 metro. Vi garantisco che, se colpite la palla con un minimo (ripeto, solo un MINIMO) di spin, la palla ricade SEMPRE in campo!

La corda perdera' molta meno tensione e il vostro gomito vi ringraziera' in eterno!

Provate, ne vale la pena! Wink



EEEEEHHH ??????????

blek

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 27.12.10

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 11:19

blek ha scritto:
EEEEEHHH ??????????

Cosa non capisci, blek?
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blek il Sab 07 Mag 2011, 11:32

Stefano ha scritto:
blek ha scritto:
EEEEEHHH ??????????

Cosa non capisci, blek?


ciao Stefano domani provo , qualsiasi mono e telaio 16*18 18*20 , 2 o 4 nodi va bene? quindi tensione 15/16 kg (tipo volandri) , prime e ultime 2 orizzontali ,prime e ultime 2 verticali (totale otto corde esterne) tirate 19/20 , giusto? non crea problemi al telaio questa differenza ? e dov'è il segreto ? grazie

blek

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 27.12.10

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:01

Prova, blek!

Non c'e' un segreto. Il poliestere andrebbe incordato in questa maniera (o almeno dovrebbe essere incordato in questa maniera secondo John Eliott, un vero guru delle corde in poliestere) per avere la resa migliore.

Lasciandolo "riposare" in trazione per 5 secondi, le fibre delle corde in poliestere si distendono. Questo consente alla corda di perdere meno tensione (la corda perde tensione proprio per questo motivo, perche' le fibre non si distendono perfettamente).

Incordando velocemente e a tensioni piu' altre, le corde subiscono un "over-stretch" che le fa morire piu' in fretta e fa perdere loro molta tensione iniziale.

Nessuna corda in poliestere andrebbe mai incordata a piu' di 21 chili, a meno che si sia un pro che cambia corde ogni 9 games.

A tensioni basse, i monofilamenti mantengono le proprie caratteristiche molto piu' a lungo.

Ho anche dimenticato di dire un'altra cosa. Provate ad incordarlo a 4 nodi e non fate il nodo sull'ultima orizzontale o verticale, ma sulla penultima. In sostanza, se usiamo come esempio una 16x19, invece di installare le verticali normalmente installate la 6a, poi l'8a, quindi la 7a e legate.

Iniziate le orizzontali dalla 2a, poi installate la 1a, quindi la terza. E legate la seconda. In basso, montate la terz'ultima, quindi l'ultima e infine la penultima. E legate qui.

Lo so, sembra complicato. Ma non lo e'. E i risultati sono strabilianti! Wink


P.S.: una tensione di 15 o 16 va bene con una mid. Con una MP salite di 3 o 4 chili, con una oversize di altri 2. Ovvero, MP a 19 o 20 e oversize a 21 o 22. Non superate MAI i 22 chili!

P.S. del P.S.: con una Pure Drive, per esempio, una tensione di 20 chili lavora molto bene. Corde calibro 1.23-1.25.
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:13

Dimenticavo!

Se usate la stessa corda su verticali e orizzontali, incordatele alla stessa tensione.

Ma potete anche fare un'altra prova. Vi serve la stessa corda in 2 calibri diversi. Esempio, la MSV Focus-Hex 1,23 per le verticali e la 1.18 sulle orizzontali.

Spettacolare! Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Filippo il Sab 07 Mag 2011, 12:17

Qualche giorno fa ho incordato la Prestige MP a 20/19 invece dei canonici 22/21 (Discho BMP) e devo dire che ho notato una grossa differenza in favore delle tensioni più basse. Avevo già in mente di scendere ancora di un kg alla prossima incordatura, questo tuo post conferma la mia sensazione Wink
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:21

Filippo, io suggerisco sempre di giocare alla tensione piu' bassa che si riesce a controllare. Con il poli, questo vale ancora di piu'. E' molto rigido, per cui non si perde controllo anche a tensioni basse.

Se scendi di piu', vedrai che sara' una bella scoperta. Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da matty il Sab 07 Mag 2011, 12:28

scusa stefano una domanda, se io invece di usare la stessa tensione tra verticali e orizzontali, metto un kg in + sulle vertocali, oppure sulle orizzontali (per avere + potenza se non mi sbaglio) non c'è nessun problema? Ma non è meglio incordare a 2 nodi, visto che si perde meno tensione?
matty
matty

Messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 24.12.10
Età : 40
Località : perugia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided il Sab 07 Mag 2011, 12:31

stefano, ci provo subito

con la LXN Original che è 1,30 su una Pure D GT che tensione?
e poi veramente 4 chili in più le due corde esterne orizz e vert?

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:32

Metti la stessa tensione su orizzontali e verticali, Matty.

E qui va bene a 4 nodi. Alzando le 2 orizzontali in alto e in basso e le 2 verticali a destra e sinistra di 4 chili si compensa la perdita di tensione dovuta ai nodi.

In ogni caso, tu dici di mettere 1 chilo in piu' per avere piu' potenza. Al contrario, 1 chilo in piu' ti da' MENO potenza. Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da matty il Sab 07 Mag 2011, 12:33

no io dicevo che la racchetta a 22-23 rispetto a una a 23-22 è + potente?
matty
matty

Messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 24.12.10
Età : 40
Località : perugia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:34

braided ha scritto:stefano, ci provo subito

con la LXN Original che è 1,30 su una Pure D GT che tensione?
e poi veramente 4 chili in più le due corde esterne orizz e vert?

Vai tranquillamente a 16 chili! Lo so, spaventa! Ma funziona! Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da matty il Sab 07 Mag 2011, 12:36

questa quando l'hai imparata doc?
matty
matty

Messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 24.12.10
Età : 40
Località : perugia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided il Sab 07 Mag 2011, 12:37

bbrrrrrrrr
io ci provo

ti so dire presto................

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:37

matty ha scritto:no io dicevo che la racchetta a 22-23 rispetto a una a 23-22 è + potente?

No Matty. Se fatto correttamente, il risultato e' identico.

Personalmente io incordo orizzontali e verticali sempre alla stessa tensione. Lo scendere di 1 chilo sulle orizzontali e' un sistema molto "italiano" che ha una logica, ma non e' necessario.

Io cambio la tensione solo in caso di ibridi con 2 corde diverse, per compensare l'elasticita' e il calibro diversi.
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:41

matty ha scritto:questa quando l'hai imparata doc?

Un paio di anni fa. Poi non riesco quasi mai a metterla in pratica. Io ho il problema di essere sempre sovraccarico di lavoro. Oggi ho lavorato 7 ore e ho incordato 18 racchette, pur dovendo interrompere molto spesso a causa di clienti con i quali parlare.

Per cui non posso permettermi di incordare una racchetta in mezz'ora. In mezz'ora ne incordo 2.

Ma se un cliente ha delle esigenze particolari, allora lo faccio volentieri. E paga! Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 12:50

braided ha scritto:bbrrrrrrrr
io ci provo

ti so dire presto................

Fammi sapere, Fulvio Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blek il Sab 07 Mag 2011, 13:00

Stefano ha scritto:Prova, blek!

Non c'e' un segreto. Il poliestere andrebbe incordato in questa maniera (o almeno dovrebbe essere incordato in questa maniera secondo John Eliott, un vero guru delle corde in poliestere) per avere la resa migliore.

Lasciandolo "riposare" in trazione per 5 secondi, le fibre delle corde in poliestere si distendono. Questo consente alla corda di perdere meno tensione (la corda perde tensione proprio per questo motivo, perche' le fibre non si distendono perfettamente).

Incordando velocemente e a tensioni piu' altre, le corde subiscono un "over-stretch" che le fa morire piu' in fretta e fa perdere loro molta tensione iniziale.

Nessuna corda in poliestere andrebbe mai incordata a piu' di 21 chili, a meno che si sia un pro che cambia corde ogni 9 games.

A tensioni basse, i monofilamenti mantengono le proprie caratteristiche molto piu' a lungo.

Ho anche dimenticato di dire un'altra cosa. Provate ad incordarlo a 4 nodi e non fate il nodo sull'ultima orizzontale o verticale, ma sulla penultima. In sostanza, se usiamo come esempio una 16x19, invece di installare le verticali normalmente installate la 6a, poi l'8a, quindi la 7a e legate.

Iniziate le orizzontali dalla 2a, poi installate la 1a, quindi la terza. E legate la seconda. In basso, montate la terz'ultima, quindi l'ultima e infine la penultima. E legate qui.

Lo so, sembra complicato. Ma non lo e'. E i risultati sono strabilianti! Wink


P.S.: una tensione di 15 o 16 va bene con una mid. Con una MP salite di 3 o 4 chili, con una oversize di altri 2. Ovvero, MP a 19 o 20 e oversize a 21 o 22. Non superate MAI i 22 chili!

P.S. del P.S.: con una Pure Drive, per esempio, una tensione di 20 chili lavora molto bene. Corde calibro 1.23-1.25.

quindi facendo così il tempo si allunga e si sforano i 18 minuti canonici dell'incordatura perfetta , no?

blek

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 27.12.10

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 13:14

Ma quella dei 18 minuti e' una leggenda!

Non so come mai Mark Maslowski sia uscito con quella trovata. All'esame per diventare MRT, se incordi in meno di 20 minuti ti cacciano via!

Il tempo giusto va dai 20 ai 40 minuti. Poi dipende. Puo' darsi che lui si riferisse ai tornei. Li' si incorda anche in 10 minuti, ma e' un discorso diverso.

In 10 minuti si puo' fare un'incordatura perfetta. Ma non tutti sono in grado di farlo. C'e' gente che a 10 minuti non ci arrivera' mai e gente che invece ci arriva ma distrugge la corda!

Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Ottalekos il Sab 07 Mag 2011, 13:44

Babolat Aero Pro Drive GT: cosa metto, tra le weisscannon, scorpion (ho 1.28 e 1.22) turbotwist (ho 1.18 e 1.24) o silverstring (ho 1.20 e 1.25)? Tensioni?

Ottalekos

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 05.01.11
Età : 25
Località : Bologna (contattatemi per fare due tiri!)

https://www.facebook.com/GenesisTennisItalia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da marco61 il Sab 07 Mag 2011, 13:58

Stefano ha scritto:Per le due prime orizzontali in alto, le ultime due in basso e le due verticali piu' esterne su entrambi i lati, alzate la tensione della macchina di 4 chili.
Dunque, se incordo a 4 nodi capisco la logica di tirare tutte le corde esterne qualche chilo in più (anche se 4 chili su due corde, se non lo dicessi tu, mi sembrerebbe davvero tanto), perchè tutte le corde esterne termineranno con un nodo.
Però se incordo a 2 nodi, da un lato avrò delle corde soggette a calo di tensione per via del nodo, ma dall'altro lato no.
Facendo la stessa operazione su entrambi i lati, non si rischia di creare scompensi al piatto corde?
marco61
marco61

Messaggi : 10923
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 14:03

Ottalekos ha scritto:Babolat Aero Pro Drive GT: cosa metto, tra le weisscannon, scorpion (ho 1.28 e 1.22) turbotwist (ho 1.18 e 1.24) o silverstring (ho 1.20 e 1.25)? Tensioni?

Ottalekos, metti quella che preferisci. Sono tutte ottime corde. Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano il Sab 07 Mag 2011, 14:05

marco61 ha scritto:
Dunque, se incordo a 4 nodi capisco la logica di tirare tutte le corde esterne qualche chilo in più (anche se 4 chili su due corde, se non lo dicessi tu, mi sembrerebbe davvero tanto), perchè tutte le corde esterne termineranno con un nodo.
Però se incordo a 2 nodi, da un lato avrò delle corde soggette a calo di tensione per via del nodo, ma dall'altro lato no.
Facendo la stessa operazione su entrambi i lati, non si rischia di creare scompensi al piatto corde?

Infatti, Marco. L'ho scritto prima da qualche parte che e' meglio a 4 nodi.

Con questo sistema, tutte le corde esterne NON terminano con un nodo. Sono le penultime quelle da legare, non le ultime. Wink

Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 56
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Ottalekos il Sab 07 Mag 2011, 14:06

Per un toppatore? turbotwist?

Ottalekos

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 05.01.11
Età : 25
Località : Bologna (contattatemi per fare due tiri!)

https://www.facebook.com/GenesisTennisItalia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum